Maiolati Spontini: Isabella Carloni presenta “Come Viola di mare”

Stemma del Comune di Maiolati Spontini 2' di lettura 14/02/2012 - Secondo appuntamento della rassegna, organizzata dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con le Commissioni Pari opportunità della Provincia e della Regione, dal titolo “La centralità della questione di genere. Riflessioni sul genere umano”, in programma alla biblioteca La Fornace di Moie.

Il prossimo evento in calendario, dopo quello inaugurale dello scorso 20 gennaio con il dibattito sulla questione femminile, sarà venerdì 17 febbraio (ore 21), con il recital “Come Viola di mare” di Isabella Carloni. La proiezione del film “Uomini che odiano le donne”, tratto dall’omonimo romanzo di Stieg Larsson, in programma lo scorso 2 febbraio e annullata per neve, è stata posticipata al 9 marzo. L’appuntamento della tavola rotonda sulle pari opportunità resta fissato per il 2 marzo.

Il filo conduttore della rassegna, cioè la questione femminile, prende spunto da un ordine del giorno, votato all’unanimità dall’assemblea degli eletti maiolatese, che impegna il Consiglio a prendere iniziative concrete e mirate per favorire le pari opportunità fra uomo e donna.

Lo spettacolo di venerdì di Isabella Carloni sarà uno sguardo sull’amore oltre il “genere”. In un recital appositamente creato per la biblioteca La Fornace, la Carloni incrocia il romanzo di Giacomo Pilati con brani della sua riscrittura per il teatro.

La marchigiana Carloni si è fatta conoscere a livello nazionale e non solo come attrice e cantante. Si è formata tra Italia e Francia sviluppando un originale percorso artistico che porta dentro il teatro la centralità del corpo e della voce. Ha lavorato con molti protagonisti della scena contemporanea sia in Italia che all’estero, fra gli altri Carlo Cecchi, Toni Servillo, Giancarlo Sepe e Franco Branciaroli. Collabora con il Teatro Stabile delle Marche, anche come formatrice presso la Scuola di teatro di Ancona. Ha lavora per la RAI in fiction come La Squadra, Nebbie e delitti, Fine secolo. E’ autrice di testi e canzoni e interprete di sue creazioni, tra cui “Inventario delle cose certe” dedicato a Joyce Lussu.

Durante l’appuntamento di venerdì a La Fornace, il Comune organizzerà, su proposta della Carloni, un collegamento via Skype con la sceneggiatrice del film “Come viola di mare”, tratto dallo stesso romanzo da cui l’attrice marchigiana ha ricavato il suo recital, Pina Mandolfo, di Palermo, che si occupa di problematiche di genere e fa parte della Società delle lettere.






Questo è un articolo pubblicato il 14-02-2012 alle 23:21 sul giornale del 15 febbraio 2012 - 944 letture

In questo articolo si parla di comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vey





logoEV