Fiore: 'Pronto a difendere la sede di Senigallia del tribunale'

mario fiore 05/04/2012 - In questi giorni torna l'attenzione verso una delle conseguenze che la manovra finanziaria porta a livello nazionale, vale a dire la chiusura di diverse unità distaccate dei tribunali.

Nella nostra zona le sedi interessate sono quelle di Osimo, Jesi, Fabriano e Senigallia. Di queste probabilmente solo una resterà attiva e proprio quella Senigallia si “candida” ad essere una delle città in cui il tribunale locale verrebbe chiuso. Decisione che andrebbe ad aggiungersi anche allo spostamento della sede del Giudice di Pace. A tal proposito ho convocato la prima commissione per la discussione dell'ordine del giorno sollevato da Roberto Paradisi riguardo proprio la questione del Giudice di Pace.

Al tempo stesso però è fondamentale porre l'attenzione anche sulle conseguenze della chiusura del tribunale, che comporterebbe un inevitabile allungamento dei tempi per tutte le cause legali con facile previsione di una conseguente inefficienza del sistema giudiziario locale stesso. Mi rivolgo in particolare all'Amministrazione, proponendo anche eventualmente un'interrogazione, affinché venga presa opportunamente in esame una vicenda che avrebbe inevitabili ripercussioni, anche considerando gli importanti numeri che riguardano l'attività del tribunale di Senigallia tra le sentenze e le cause civili.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2012 alle 16:19 sul giornale del 06 aprile 2012 - 2220 letture

In questo articolo si parla di politica, tribunale, giudice di pace, vivi senigallia, mario fiore, prima commissione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xq6


Mi piacerebbe sapere quante e quali cause sono tenute a Senigallia, e il loro andamento negli ultimi 20 anni. Solo allora saprei valutare se il tribunale a Senigallia serve o meno, a parte essere una chiara comodità.

E le "ripercussioni" economiche sul Comune di Senigallia ? Cioè si è mai peritato il consigliere-Presidente della commissione di documentarsi e far conoscere ai cittadini quanto costa e quanto è costata la sede (di proprietà del Comune) ?
Mi sa che ci verrebbe pagata la benzina a tutti gli avvocati e loro clienti per le loro future trasferte di lavoro in Ancona; e magari anche la colazione mattutina...
Il bilancio comunale non dovrebbe essere un pò più difeso da un eletto in Consiglio ?