Il Fai consegna gli attestati per ringraziare le giovani guide della Giornata di Primavera

Luca Tombari 2' di lettura 13/04/2012 - Dopo il grandissimo interesse suscitato dalle Giornate Fai di Primavera, ora l’organizzazione ringrazia le giovani guide, gli “apprendisti ciceroni” che hanno prestato la loro voce e il loro studio per accompagnare i visitatori alla scoperta dei beni aperti per l’occasione.

Il gruppo Fai Jesi e Vallesina, guidato dall’ing. Luca Tombari, incontrerà i ventuno studenti che si sono resi disponibili nel servizio guida al complesso Divina Pastora di Collina di Santa Maria Nuova. Gli undici allievi del Liceo Scientifico Statale “L. Da Vinci” si erano preparati nell’approfondimento della storia del palazzo seguiti dalla prof.ssa Elisabetta Lombardi mentre i nove del Liceo Artistico Statale “E. Mannucci” di Jesi erano stati seguiti dalla prof. Rosa Maria Albino. Uno studente del Liceo Scientifico e uno del Liceo Artistico si sono alternati nelle due giornate del 24 e del 25 marzo nell’accompagnare i gruppi di 20 persone (in tutto circa 1500 visitatori) che hanno particolarmente apprezzato la ricca collezione di libri d’arte custodita nella bella struttura abitata dalla famiglia Mastri.

L’amministrazione comunale di Santa Maria Nuova ha collaborato in modo determinante alla Giornata ed è stata l’assessore alla cultura, Valentina Cerasa, a seguire le fasi organizzative che hanno portato all’ottima riuscita della manifestazione. L’assessore Cerasa prenderà parte ai due incontri con gli studenti ed esprimerà loro la gratitudine della comunità di Santa Maria Nuova per il loro servizio.

Sabato prossimo, al Liceo Scientifico, la professoressa Elisabetta Lombardi introdurrà l’incontro e racconterà la sua esperienza con il Fai. A seguire l’ing. Tombari presenterà i risultati ottenuti durante le Giornate Fai di Primavera e sarà proiettato un breve filmato conoscitivo sull’associazione nazionale. L’assessore Valentina Cerasa condividerà con gli studenti le impressioni a seguito delle Giornate Fai di Primavera e si soffermerà sull’importanza della collaborazione tra le associazioni e del coinvolgimento dei giovani nel conoscere e nel valorizzare il patrimonio italiano. Katia Buratti, conservatrice museale e responsabile Fai scuola per il Gruppo Jesi e Vallesina, proporrà agli studenti i numerosi progetti ed opportunità che il FAI offre ai giovani e alle scuole, con la possibilità di partecipare a concorsi e premi nazionali.

Prima della consegna degli attestati, i ragazzi potranno condividere alcune impressioni della loro esperienza e presentare le loro domande o curiosità sull’iniziativa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2012 alle 16:30 sul giornale del 14 aprile 2012 - 2122 letture

In questo articolo si parla di cultura, FAI - Fondo Ambiente Italiano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xKh