Municipale in agitazione: niente più straordinari nè servizio notturno

Polizia Municipale 2' di lettura 17/04/2012 - Stato di agitazione per la Polizia Municipale a causa del mancato rispetto dell'accordo sindacale sottoscritto con il Comune nel 2008. I Vigili Urbani sono sul piede di guerra e alla vigilia dell'inizio della stagione estiva il rischio è quello di dover fare a meno di servizi integrativi, preziosissimi nei fine settimana e in occasione di eventi e manifestazioni.

La Municipale, per bocca dei sindacati Fp-Cgil, Fp-Cisl e Fpl-Uil, conferma lo stato di agitazione che comporta già ora limitazioni notevolo. I Vigili infatti hanno bloccato tutti gli straordinari e il servizio di vigilanza e intervento notturno. Una decisione che resterà tale almeno fino al prossimo 17 maggio, quando verrà indetta una nuova assemblea. Nel frattempo però è scongiurato lo sciopero della categoria a fronte di una “parziale apertura” nelle trattative dimostrata dal Comune di Senigallia. Diverse le questioni che interessano il mancato rispetto dell'accorso sottoscritto nel 2008 che riguardano tra le altre cose l'istituzione di un fondo previdenziale, il potenziamento dell'organico e del parco mezzi.

“Nel 2008 era stato sottoscritto con l'Amministrazione Comunale un accordo ben preciso che però è stato ad oggi disatteso -spiega Gianluca Sena della Fp-Cisl- in particolare era stato concordato di dare vita ad un servizio di controllo notturno da parte della Municipale con i cui proventi il Comune avvrebbe dato vita ad un fondo previdenziale per i vigili, così come previsto dalla legge. Ecco, il comune ha raccolto quei fondi senza però investirli nell'apertura del fondo previdenziale. A distanza di quattro anni ormai è tempo di passare ai fatti”.

La mancata apertura del fondo previdenziale non è l'unico punto contestato dell'accordo da parte dei vigili. La Municipale infatti sostiene che i proventi dell'attività e delle multe non sono stati reinvestiti (neanche in parte) per il potenziamento degli organici e dei mezzi a servizio degli agenti.

Dopo tre anni dalla firma dell'accordo c'è stata una sola assunzione -aggiunge Sena- nonostante l'organico non sia ancora al completo e dunque sia possibile procedere con delle implementazioni. Era inoltre prevista una riorganizzazione del Comando della Municipale che non c'è stata”. Il Comune sulla questione dell'istituzione del fondo previdenziale avrebbe mostrato segni di apertura. Un atteggiamento rispetto al quale la Municipale ha deciso di scongiurare lo sciopero pur confermando il blocco degli straordinari e del servizio notturno. Se però alla riunione del 17 maggio il comune non portasse prove concrete dell'avvio del fondo allora la situazione potrebbe degenerare.






Questo è un articolo pubblicato il 17-04-2012 alle 11:25 sul giornale del 18 aprile 2012 - 3984 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia municipale, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xRZ





logoEV