Arcevia: Rifondazione, Monte Sant'angelo è salvo, almeno per ora

rifondazione comunista prc 1' di lettura 27/05/2012 - Nell’ultima seduta del Consiglio Provinciale una parte della maggioranza, operando una forzatura, avrebbe voluto far approvare una nuova versione del piano cave che avrebbe consentito di includere tra quelli sfruttabili il sito di Monte S. Angelo di Arcevia.

Dopo che prima una vasta mobilitazione popolare, poi TAR e Consiglio di Stato avevano con la lotta e le ragioni escluso quel luogo dalle possibili ferite dell’attività estrattiva: a questo punto alcuni consiglieri, tra cui quelli di Rifondazione Comunista, SEL e PDCI hanno fatto mancare il numero legale e impedito una ferita.

Però, la giunta provinciale, con ottusa determinazione, tentava con un blitz sgangherato di risolvere a colpi d’ascia un’annosa questione che coinvolge insieme alla storia e ai valori paesaggistici del nostro territorio.

Ora però, arrivano i rischi: da ieri il consiglio provinciale ha cessato le sue funzioni e, se arriverà a compiersi una delle tante malefatte del governo Monti, non ci sarà più una rappresentanza democratica a svolgere le funzioni di competenza della Provincia. Potrebbe accadere che chi assumerà funzioni commissariali abbia la tentazione di imporre quello che le lotte dei cittadini e la volontà democratica del Consiglio Provinciale hanno saputo evitare.

Chiunque sarà, lo diffidiamo dal farlo e nel contempo invitiamo in primo luogo i comitati del territorio alla vigilanza assicurandoli che ci faremo promotori di incontri e iniziative affinchè questa vicenda si chiuda definitivamente e positivamente



dal Partito della Rifondazione Comunista
Segreteria Prov.le Ancona





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2012 alle 16:53 sul giornale del 28 maggio 2012 - 1356 letture

In questo articolo si parla di arcevia, politica, Partito della Rifondazione Comunista, piano cave, partito rifondazione comunista, monte sant'angelo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/zCJ





logoEV