Unione dei Comuni della Media Vallesina: approvato il nuovo regolamento del servizio di Trasporto sociale

Unione dei Comuni della media Vallesina 30/05/2012 - Il Consiglio dell’Unione dei comuni della Media Vallesina ha approvato nei giorni scorsi all’unanimità il nuovo regolamento del Trasporto sociale. Il servizio, che coinvolge Castelbellino, Castelplanio, Maiolati Spontini, Monte Roberto e San Paolo di Jesi, fra i Comuni dell’Unione, e l’Amministrazione di Rosora, è rivolto in particolare alle persone sole, che non possono muoversi in maniera autonoma.

Le prestazioni assicurate vanno dai trasporti per visite mediche alla consegna di medicine a domicilio, fino alla riscossione della pensione. Il servizio va richiesto alla sede del Servizio di trasporto sociale, in via Trieste a Moie, al civico 80, nei locali adiacenti al nuovo distretto sanitario. Da qualche giorno l’Auser Filo d’Argento, l’associazione per il sostegno dei soggetti più deboli che gestisce per conto dell’Unione il servizio di Trasporto sociale, ha aperto una sede anche a San Paolo di Jesi, presso la biblioteca comunale. Una volontaria sarà presente il martedì e il venerdì dalle 10 alle 12. Si può chiamare anche un numero verde gratuito, 800995988, dalle 15 alle 18.  

Il regolamento appena approvato resterà in vigore per un anno in via sperimentale, in modo da poter apportare eventuali correttivi. “E’ un provvedimento frutto di un lavoro di diversi mesi – fa sapere il presidente dell’Unione Sandro Barcaglioni – nei quali mi sono confrontato con gli assessori ai servizi sociali dei Comuni aderenti, con i rappresentanti provinciali e regionali dell’associazione Auser, e con il presidente del comitato della Vallesina Dario Giampieretti. Da parte di tutti è emersa la necessità, che come Unione ho ritenuto urgente e importante recepire, di una rivisitazione del regolamento per renderlo più adeguato alle esigenze sia degli operatori che degli stessi utenti. Le modifiche e le integrazioni sono finalizzate a chiarire i destinatari del servizio, il tipo di prestazioni garantite, le procedure di ammissione. Il tutto per rendere più agevole ed efficace questo importante strumento di sostegno per una fascia debole della popolazione”.

Il servizio è gratuito per chi ha una situazione economico patrimoniale pari o inferiore ad una pensione minima Inps. Per gli altri, le tariffe saranno di 30 centesimi al chilometro per i trasporti all’interno del territorio dell’Unione e di 40 centesimi al chilometro per quelli fuori, che possono coprire tutta la regione. Vi è stato un ritocco, rispetto alle precedenti tariffe, legato all’aumento del costo dei carburanti. Le tariffe restano, comunque, estremamente contenute perché “a integrare il costo del servizio – spiega il presidente dell’Unione Sandro Barcaglioni – saranno i vari Comuni, consapevoli della grande importanza e utilità, soprattutto per gli anziani, di un mezzo e di autisti a loro disposizione, che li porti ad esempio all’ambulatorio medico, a fare visite specialistiche, ma anche negli uffici pubblici o alle Poste. Il servizio di trasporto sociale è aumentato progressivamente negli anni, sia come estensione che come quantità. Siamo partiti nel 2001 da Moie con pochi autisti e 300 trasporti all’anno, oggi abbiamo oltre 30 volontari e nel 2011 abbiamo effettuato circa 6.600 trasporti”.

All’inizio dell’anno il parco mezzi dell’Auser è stato potenziato per rendere ancora più efficiente il servizio e per consentire ai volontari di andare in strada con vetture sempre nuove e sicure. L’ultimo mezzo acquistato è una Panda Fiat alimentata a metano. Complessivamente il parco mezzi è composto da cinque autovetture di cui tre alimentate a metano.


da Unione dei Comuni della Media Vallesina



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2012 alle 16:52 sul giornale del 31 maggio 2012 - 1066 letture

In questo articolo si parla di attualità, Vallesina, Comuni, unione dei comuni della media vallesina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/zJ0