Festa della musica. Allegrezza (PD) su facebook: 'vergogna'

festa della Musica 1' di lettura 24/06/2012 - Quest'anno la Festa della Musica ha creato molto malcontento tra i residenti del centro dando vita anche a proteste che hanno superato i confini del lecito. Più pacata, ma non meno determinata, la protesta che la segretaria del PD di Senigallia Elisabetta Allegrezza ha affidato al proprio profilo Facebook.

"Sono le 00. 45 (di venerdì sera -ndr) e sto vivendo tra la musica assordante sotto casa. I miei figli sono a dormire altrove visto che Alessandra di 5 anni piange disperata ed ha il terrore della musica e dei microfoni. Domani mi recherò in Procura perché al di la di tutto credo ancora nella democrazia e nella difesa dei diritti civili.

Sono una cittadina come tutti gli altri e prima dei diritti dei titolari dei bar, dei turisti e degli ubriaconi vengono i miei e nessuno si azzardi a dire che siccome abito in centro storico devo sopportare.

Ho diritto come tutti alla privacy ed al riposo notturno visto che come qualsiasi cittadino vivo del mio lavoro. Grazie davvero a chi ha permesso tutto questo. Solo un commento: VERGOGNA!"

"Nessuno ce l'ha contro le manifestazioni estive, sia chiaro - ha detto Elisabetta Allegrezza a vivere Senigallia - ma bisgona tener conto sia delle esigenze del turismo che di quelle di chi vive in centro. Quest'anno c'è stata la deroga dei decibel e degli orari e per chi abita in centro la situazione è diventata invivibile".






Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2012 alle 12:31 sul giornale del 25 giugno 2012 - 7643 letture

In questo articolo si parla di lavoro, michele pinto, festa della musica, Elisabetta Allegrezza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/AMn


Paul Manoni

24 giugno, 17:55
Letteralamente: COME VOLEVASI DIMOSTRARE.

L'ultima cosa che avrei voluto fare con il mio articolo, e' quella di essere strumentalizzato dai vari "Tizio Caio" di cui parlavo. Puntualmente, come fosse l'arrivo della cometa di Halley, i "Tizio Caio" si stracciano le vesti e regolano mediaticamente i loro personalissimi conti interni politici, di una politica incapace essa stessa di regolarseli al suo stesso interno.

Giusto per chiarire in merito, il Sindaco e la maggioranza dei consiglieri della città, DI CHE PARTITO POLITICO SONO, cara la mia Segretaria del PD???

Si e' resa conto che questa città, vive nei suoi miseri tre mesi estivi, di iniziative, di musica, di locali, di alberghi, di ristoranti, di fiera, di mercati, di associazioni, di palchi allestiti per divertire, di spettacoli, di cultura anche musicale, di stabilimeti balneari che promuovono lo stare insieme in felicità e spensieratezza, e di tutto l'indotto che queste cose muovono e smuovono, in termini economici e di visibilità, in un contesto di crisi economica dove gli individui, quelli che godono dei suoi stessi diritti civili e democratici, sono costretti a portarsi il pranzo da casa per potersi godere una giornata di mare nella nostra città?

Io personalmente, per i fatti che ho già raccontato abbondantemente, alle 00.45 ero a dormire PURTROPPO. Ma non vedo un motivo, un solo motivo per cui migliaia e migliaia di persone, a quell'ora dovrebbero fare a meno dei loro piaceri, per cui il Comune cerca giustamente di lavorare. Almeno sulla base delle motivazioni ed argomentazioni dalla Segretaria del PD Allegrezzza fornite.

A meno che la Segretaria del PD Allegrezza, non voglia festeggiare quei miseri 3 giorni della prossima Festa EUROPEA della Musica, in cima ad una montagna, o in una sperduta zona industriale della periferia cittadina, dove sarà possibile non disturbare i timpani dei residenti "gavettonari", incivili sociopatici e maleducati del centro storico di Senigallia, trovo che sia abbondantemente più semplice il sacrificio (o se vuole lo spostamento!) di un pugno di famiglie senigalliesi, piuttosto che il sacrificio o la rinuncia di migliaia di cittadini e turisti, ai loro sacrosanti e meritatissimi svaghi. Non e' forse questa la sua DEMOCRAZIA Segretaria del PD, Allegrezza???
Dopotutto, molti cittadini e turisti, esattamente come la nostra Segretaria del PD, LAVORANO ALTRETTANTO, e sono alla ricerca di un meritato periodo di relax, riposo, svago e divertimento, dopo una giornata o dei mesi invernali di lavoro.

Segretaria del PD Allegrezza, LEI ABITA IN UN CENTRO STORICO DI UNA CITTA' TURISTICA. DEVE SOPPORTARE. Perchè i cittadini ed i turisti, non hanno nessuna intenzione di sopportare lei e le sue lamentele immotivate e prive di fondamento.
La musica ed i volumi dei locali sono regolamentati...Se ne faccia una ragione, o spedisca i vigili a misurare i decibel se li ritiene troppo alti. Ma non si azzardi a far perdere un solo visitatore alla nostra città, perchè altre località turistiche sono dietro l'angolo, e con le sue logiche "provincialotte" che non tenogno conto della loro concorrenza, non sta affatto aiutando Senigallia.

Credo che vada fatta un po' di tara a queste manifestazioni.
La qualità di alcune di esse (festa della musica in primis) è discutibile e se ne farebbe volentieri a meno.
Io ho avuto per tre sere sotto casa le stesse "melodie" (e sono buono a definirle tali)...mi chiedo quando mai si fa per tre sere di fila lo stesso concerto?

E poi, perché non utilizzare di più il lungomare e la nuova zona porto per queste cose?

Commento modificato il 28 giugno 2012

Come sempre basterebbe il buonsenso: autorizzare un certo genere di musica in centro (jazz, blues...) e altra in altri posti.
E la quadratura tornerebbe d'incanto
Saluti
PS: é solo un suggerimento rifer alla festa della musica, visto che nonostante sia stata una bella manifestazione ha raccolto anche alcune critiche.
Spero di aver chiarito il mio punto di vista.

radom Utente Vip

24 giugno, 18:49
Non è semplice contemperare l'interesse del turismo con quello dei residenti.
Le iniziative promosse dal comune hanno il fine di ampliare l'offerta commerciale, in un momento particolarmente difficile per il turismo, si parla di cali intorno al 15%.
I residenti hanno il diritto ad una qualità della vita pari a quella degli altri cittadini, è il minimo sindacale della democrazia.
Ora mi chiedo se le manifestazioni promosse dal comune hanno poi tutto quel valore che si vuol far credere, oppure non sono soltanto una sorta di favoreggiamento al consumo di alcol, e non solo.
E' proprio necessario sparare decibel a palla in centro storico quando per questo c'è già un lungomare dove i decibel volteggiano come condor, visto che anche diversi turisti hanno fatto le valigie anzitempo, spaventati da tutto quel casino, almeno così si dice in giro.
Non si potrebbe formulare una offerta diversificata per il centro, vista anche la bellezza delle strutture monumentali?
Per quanto riguarda la polemica della Dott.ssa Allegrezza butto lì un'ipotesi, magari avrà anche tentato di contattare qualcuno della amministrazione, visto che è la segretaria del partito di maggioranza, magari quel qualcuno non si è fatto trovare.
Anche perchè a me sorge il dubbio che il vero partito di maggioranza, di questa maggioranza, non sia il PD ma piuttosto lo è Vivi Senigallia, senza il quale non si sarebbero vinte le elezioni al primo turno.
Chissà magari tra i promotori di ViviSenigalia ci potrebbe essere qualcuno che ama in maniera smisurata la musica, soprattutto se a volume altissimo ed a qualunque ora.

Paul Manoni

24 giugno, 19:58
Tre giorni di Festa della Musica in centro, e ne viene fuori tutto questo casino di gente che non riesce a sopportare questa iniziativa???

Fantastico...! Aboliamola. Aboliamo anche il Summer Jamboree. Aboliamo Pane Nostrum. Aboliamo il CaterRaduno. Aboliamo tutto quanto e dirottiamo tutti i turisti e chi cerca una città piena di vita ed iniziative altrove.

Poi il primo che si lamenta perchè "Senigallia e' un mortorio", mi auguro che sappia metterci la faccia in prima persona, perchè saranno tanti quelli che gli ci sputeranno sopra!!

Mediocri e provinciali...Non ho altro da aggiungere.

Giorgio Quadraroli

24 giugno, 23:40
Sono anni, cara Elisabetta, che predico che vivere in centro storico non può essere una nota di demerito come se avissimo commesso il peccato originale, da troppo tempo i diritti dei cittadini sono stati calpestati nel nome del turismo e degli interessi dei commercianti. Purtroppo pero' non sono io che in questi ultimi 50/60 anni sono stato al governo della città , se non sbaglio sei tu la segretaria del PD Senigalliese, e non penso che sei tenuta all'oscuro dalle decisioni che la giunta delibera. Se l governo della città e' totalmente indipendente dal partito di maggioranza che lo sostiene la cosa a mio modestissimo avviso sarebbe di una gravita' notevole e non esiterei a rassegnare le dimissioni dalla carica di segretario.
Un caro saluto Giorgio

Lorenzo Franceschini

25 giugno, 01:34
Leggendo le discussioni sulla Festa della Musica tenutasi recentemente a Senigallia, mi è parso di trovare alcune considerazioni fuori luogo, e dettate da una sorta di fraintendimento.
La Festa della Musica non è una manifestazione meramente turistica, ma in primis culturale. In una cittadina di mare, spesso un evento culturale è considerato prevalentemente in termini turistici – lo si appoggia in base a quante presenze si stima porterà. Ma la vera importanza di un evento culturale non sta nel numero di persone che sa attrarre, ma nelle nuove prospettive sul mondo che dischiude ai partecipanti. La Festa della Musica che si è svolta a Senigallia in questi giorni ha ospitato tante e varie realtà importanti del panorama musicale, culturale e sociale sia nazionale che internazionale; tutto ciò ha offerto ai cittadini, e ai sacrosanti turisti, grandi possibilità di arricchimento personale. Questo è l’obiettivo di un evento culturale, e a mio avviso, gli organizzatori della Festa della Musica lo hanno pienamente raggiunto.
È triste che ci siamo politicanti che, al posto di favorire con ogni mezzo questa festa, la critichano, in un modo che, ben lungi dall’essere costruttivo, mi pare improntato a un certo egoismo, proprio di chi accetta un evento solo se porta turisti e se non intacca quelle abitudini intoccabili su cui la mediocrità riposa.
È strano che una città che ha dato i natali a grandi artisti e musicisti sia governata da chi cresce i propri figli col «terrore della musica e dei microfoni» (cit. dal post in questione), da chi considera la musica una questione di bar, turisti e ubriaconi (vd. post in questione), e spero vivamente che queste posizioni siano isolate.

Francamente non credo che il valore culturale e turistico della Festa della Musica possa diminuire, anche di pochissimo, se i decibel fossero un po' più bassi. Sono stato in centro sabato sera e le mie orecchie ne sono rimaste frastornate. Posso capire quanto i residenti ne abbiano sofferto.

Decisamente sbagliata la scelta di derogare sui decibel e l'assenza di controlli in tal senso.

Ciò nonostante la Festa della Musica resta una splendida manifestazione che spero si ripeterà i prossimi anni, magari con gli stessi decibel delle edizioni passate, quando nessuno ha protestato.

tex53 Utente Vip

25 giugno, 08:20
ma vada a vivere a Borgo Bicchia, così ha tutta la tranquillità che vuole.............

La fine di Senigallia è oramai segnata da anni città turistica per anziani che in albergo li accontenti con un passato di verdure e una fetta di Bologna (facendo comunque pagare un prezzo salato) e alle 22,00 tutti a letto. Se è questo che è stato deciso perchè non pubblicizzarlo alla grande invece di Senigsllia spiaggia di velluto ecc. ecc. Scrivete "Senigallia città per aspettare il trapasso".

Se la musica fosse finita alle 00:00 spaccate ci sarebbe stato cmq qualcuno che si sarebbe lamentato. E' il miglior sport italiano questo. Ero in centro quelle sere e sentivo di gente che si lamentava già dalle 22.30 di sera.... come dimostra il gesto infame e incivile del cittadino che ha lanciato una secchiata d'acqua a dei bambini.

@ melgaco
ora il nostro è diventato anche critico musicale... Certo, per chi è abituato alla pochezza musicale che passano le nostre radio nazionali o ai soli nomi di grande spicco nazionale e internazionale è difficile comprendere artisti di un certo genere, sicuramente di nicchia, come un buon vino stappato per i soli intenditori. Se quel vino lo fai assaggiare ad un contadino ti dice che il suo, pieno di bisolfito, è migliore, perchè è stato sempre abituato a bere solo quello. Io invece ritengo la Festa della Musica una delle poche se non uniche manifestazioni cittadine dove viene data voce a tutta quella che musica che spesso esce dai soliti schemi radiofonici/commerciali. Ma si sà, per apprezzare l'Arte bisogna conosce l'Arte.

"Sono una cittadina come tutti gli altri e prima dei diritti dei titolari dei bar, dei turisti e degli ubriaconi vengono i miei". Direi che questa frase si commenta da sola: chissà per quale motivo i suoi diritti devono venire prima di quelli degli altri.

Off-topic

PS chissà, forse è stata lei a tirare la secchiata d'acqua...:-)

Paolo Vecchiotti

25 giugno, 11:45
In quanto musicista il mio parere è che la festa della musica di quest'anno è stata spenta, poco frequentata e abbastanza sottotono. Se ci aggiungiamo che i residenti fanno di queste proteste per tre giorni di musica all'anno, dall'alto dei loro dispendiosi appartamenti in centro, beh allora non fatela più. In fondo sono solo i locali che prendono meno soldi, i turisti che diminuiscono di numero, e Senigallia che perde di qualità.

In ogni caso, dalla zona delle Saline dove abito, mi sorbisco tutta l'estate i locali che mettono musica a volume ben più alto di noi musicisti, e che suonano anche più a lungo. Però non ho mai tirato gavettoni su dei bambini.

Sono d'accordo con l'Allegrezza. E nel mio commento all'articolo di Paul Manoni, che qui non ripeto, spiego il perché. Turismo ben più qualificato e numeroso di quello del 2011 - scarso e sotto la media - e legittimi diritti dei cittadini e turisti che soggiornano negli alberghi e case privare a Senigallia hanno sempre convissuto. Cosa è successo per aver voluto trasformare una città accogliente e civile in una borgata di periferia invasa da tamarri ubriachi? A chi giova?

Tamarri ubriachi Vs. bigotti rinsecchiti...

"Ma le comari di un paesino
non brillano certo d'iniziativa
le contromisure fino al quel punto
si limitavano all'invettiva.
Si sa che la gente da' buoni consigli
sentendosi come Gesù nel tempio
si sa che la gente da' buoni consigli
se non può dare cattivo esempio.
Così una vecchia mai stata moglie
senza mai figli, senza più voglie
si prese la briga e di certo il gusto
di dare a tutte il consiglio giusto."

@ mariangela
> io la farei andare veramente in una borgata di periferia invasa da tamarri e ubriachi e poi mi dice se ha trovato quello che trova a senigallia.... ma mi faccia il piacere, goda un pò di più.

Lorenzo Franceschini

25 giugno, 12:57
In riferimento al mio commento sulle posizioni dell’avvocato Allegrezza, mi sento in dovere di correggermi in parte. Il riferimento al “terrore della musica e dei microfoni” non intende essere in alcun modo un apprezzamento, certamente inopportuno, sulle scelte educative personali e famigliari.
A tal riguardo, mi scuso per aver potuto dare adito ad eventuali incomprensioni.

Io non sarò un critico musicale, ma tre sere consecutive della stessa solfa ucciderebbero anche Luzzato Fegiz

dimmi quali sono queste serate con la stessa solfa, vogliamo scommettere non erano la stessa solfa? io sono stato in centro 3 sere su tre con i miei amici in giro per la festa e nessun concerto è stato mai ripetuto. Se poi vogliamo dare aria alla bocca per diletto si accomodi pure.

radom Utente Vip

25 giugno, 14:30
Accidenti, va a finire che eravamo a Woodstock e non ce ne siamo accorti. Tanto grandiosa è la festa della musica senigalliese.
Ma fatemi il piacere, è uno spettacolino come tanti altri, serve per fare cartellone, non attira nessun turista, semmai qualcuno lo ha fatto fuggire, però qualche amministratore magari se fatta la sua passerella, che tornerà buona alla prossima tornata elettorale.
Facciamo pure la musica, per carità, anzi facciamone ancora di più, ma non per questo dobbiamo massacrare i residenti.
Avete mai sentito nessuno litigare per la Mostra sulla Madonna di Senigallia? eppure credo che qualche migliaio di turisti li abbia fatti arrivare.
Oppure qualcuno ha manifestato contro le mostre sulla fotografia?
Ci sarà chi ha combattuto il Caterraduno,il SJ, o Pane nostrum?, io credo di no, eppure quante migliaia di presenze hanno incrementato?
E allora per fare del turismo qualificato non c'è bisogno di spaccare i maroni a nessuno.

Dionisio, sei proprio scatenato... addirittura Bocca di Rosa hai rispolverato per me? Che onore!!!

La solfa è stata nell'estate 2011 la pizzica e la taranta (per tre sere di fila a piazza del duca anche dopo l'una quando erano rimaste tre persone ad ascoltare e ballare con le bottiglie in mano)
quest'anno balli popolari (uguali nelle prime due serate...la terza non so perché ero fuori città)

Ma te Melgaco alla festa della Musica ti accontenti della musica di Piazza del Duca? Potevi fare due passi e goderti altri generi in almeno altri 10 punti della città.
Perchè è questo il bello della festa della musica... le piazze e anche gli angoli della città ai giovani, alla loro musica, al loro entusiasmo. Il valore educativo della musica è altissimo e visto che la segretaria del PD parla di Alessandra io mi prendo la libertà di parlare di Giacomo, mio figlio di tre anni... i suoi genitori sono tutt'altro che ubriaconi eppure hanno atteso la festa della musica per far divertire loro figlio, abituato, vorrei dire educato alla musica sin dalla nascita...
Poi succede che una donna si lamenti perchè un gruppo in un concerto ha cantato la parola "bastardo"... chiedendo se le canzoni del gruppo contenessero altre "parolacce"... e allora capisci che ogni fatto diventa un pretesto per criticare. Certo: certa gente non merita la Senigallia bella e viva che io sto vivendo e che amo...

Mariangela...quando una Giunta si inventa lo "sballo positivo", pensi forse che possano venire duchi e principi a Senigallia????
Siamo seri per favore...
Quello di Senigallia NON E' turismo, è solamente un gran bordello che lascia, purtroppo, segni molto evidenti la mattina dopo.
Senigallia NON HA una identità, ma vive scopiazzando, e MALE, da altre realtà turistiche che con noi non hanno nulla a che vedere. Ma vaglielo a spiegare a queste grandi "menti pensanti" che siedono in Comune.




logoEV