Singolari proteste contro la 'movida': secchiate d'acqua contro bambini di 3 anni

clown 5' di lettura 23/06/2012 - Avrebbero dovuto essere presenti tutti quanti, quelli che sono abituati a stracciarsi le vesti nelle proteste, quando i rumori ed i disagi derivanti dalla cosiddetta “movida” senigalliese, accusano i vari “Tizio Caio”, per essere troppo “teneri” nella sua gestione, ma vengo ai fatti.

Venerdì sera alle 22.20 circa, di fronte alla BNL in fondo a Corso 2 Giugno, una cinquantina di cittadini, di cui una buona parte bambini anche piccoli, se ne stavano belli e rilassati a guardare il divertente spettacolo di strada, di un noto clown senigalliese (Matteo, a cui il sottoscritto esprime tutta la solidarietà possibile).

All'improvviso, nel bel mezzo dell’intrattenimento fatto di bolle di sapone e giochi di prestigio, una valanga d'acqua e' scesa dall'alto, bagnando tutti quanti. Quando dico "valanga", spero che i lettori vorranno credere a me, ed a quanti come me, hanno avuto la sfortuna di ritrovarsi sotto di essa, perché questa non era affatto un normale gavettone, fatto con un secchio, una bacinella, o un catino. Ma proprio una grossa e imponente quantità di acqua. Talmente voluminosa che i presenti poco dopo, sono arrivati addirittura ad ipotizzare fosse partita da un idrante.

Gli stessi, colpiti da quella che si e' dimostrata poi essere una protesta per il "rumore" derivante dallo spettacolo stesso del clown, o dalle persone a spasso per la "Festa della musica", si sono molto infuriati, ed hanno pensato bene di chiamare la Polizia, quantomeno per scoprire CHI, tra i residenti dei palazzi antistanti la banca, avesse avuto la brillante idea di fargli il mega-gavettone in questione.
La polizia intervenuta, purtroppo non ha potuto fare un bel nulla di nulla, visto che nessuno - incredibile ma vero! - dei presenti è riuscito ad individuare con certezza, gli autori di questo gesto.

Posso personalmente anche accettare un gavettone senza prendermela più del dovuto, ma l’atto in sé, occorre dirlo, getta discredito sull'intera città di Senigallia. Città che teoricamente dovrebbe essere aperta al turismo ed offrire intrattenimenti e divertimenti sia per loro che per i residenti, ma che come i fatti dimostrano abbondantemente, risulta poi apparire come incivile e sgradevole a causa di qualche mentecatto patentato.
Risultato finale, la Polizia si e' presa i nomi ed i cognomi di coloro che hanno subito la singolare protesta a base d'acqua, e gli stessi se ne sono dovuti tornare a casa alle 23.00, in quanto avevano i vestiti completamente bagnati. Tra questi ovviamente il sottoscritto, e mia figlia di 23 mesi, che si e' fatta il viaggio di ritorno anticipato a casa in bicicletta, completamente bagnata.

A mio modesto parere, tutti sono liberi di protestare, per i loro più diversi motivi, che possono poi essere condivisibili o meno. Ma c'è modo e modo. Mettersi a tirare l'acqua ad altre persone e soprattutto bambini piccoli, per disperderli e fare in modo che questi non creino quel rumore che tanto può disturbare, alle 22.30 di sera, in pieno centro storico di una città turistica, mi pare, ad occhio e croce, la protesta di un incivile che andrebbe ricoverato con bel “Trattamento Sanitario Obbligatorio” in reparto di Neurologia, possibilmente con le pareti imbottite. Incivile e maleducato che e' stato assolutamente fortunato (o abbastanza scaltro) a non farsi vedere, perché posso assicurarlo ai lettori, quelle 50 persone che hanno subito la sua singolare protesta contro la “movida” di bambini che circolano a piede libero dentro dei passeggini, ci hanno pensato a lungo se chiamare la Polizia, o farsi giustizia da soli.

Ovviamente come cittadino, non faccio altro che riportare i fatti tale e quali, ed i commenti di coloro che hanno subito questo gesto.
Commenti anche rabbiosi di persone che vengono nella nostra città per un po’ di sano svago, che non condivido nella loro totalità, proprio perché non mi va che quella che è anche la MIA città, venga rappresentata da questo genere di personaggi dalla lamentela compulsiva.

Come privato cittadino, non sono nemmeno uno di quelli che voleva “farsi giustizia da solo”, anche se la voglia, vedendo mia figlia letteralmente fradicia, mi era venuta eccome. E non sono nemmeno uno di quelli che si voleva rivolgere alla Polizia, proprio perché so per esperienza diretta, che il loro operato andrebbe concentrato in faccende ben più gravi di uno sgradevole gavettone di protesta.

Resta il fatto che, come mi ha detto una persona che mi ha espresso il suo sdegno per l’episodio, viviamo in una città dove se organizzi eventi, sbagli perché questi portano inevitabilmente dei disagi ai residenti, e se non fai, sbagli perché Senigallia diventa una città poco attrattiva. Riassumendo: “Se fai, sbagli...Se non fai, sbagli pure di più”.
La persone non si accontentano mai, ed i rompiscatole, qualsiasi sia la loro posizione in merito al fare o al non fare, sono dietro ogni angolo (in questo caso sui tetti, visto che l'acqua del gavettone di protesta contro i bambini, e' arrivata da molto in alto!).

Ciò che fa letteralmente infuriare il sottoscritto, è che qui non si parla di una manica di ubriaconi che, disturbano con la loro musica a tutto volume, o che urinano per strada strafatti di alcool, o vomitano dove gli capita. Qui si parla di bambini che stavano comodamente seduti a semicerchio intorno ad un clown, e l'unico "rumore fastidioso", erano le loro risa ai intrattenimenti o alle bolle di sapone fatte da Matteo.

Caro “Mr. X”, chiunque tu sia, lamentati e protesta con chi di dovere (comune, polizia, carabinieri, vigili, ecc, ecc) se lo ritieni opportuno. Ma non prendertela con persone la cui colpa, e' solo quella di volersi godere una serata estiva, o con bambini il cui unico torto, è quello di essere attratti dagli spettacoli giocosi di un clown.
Soprattutto, VEROGNATI un pochino per ciò che hai fatto.
Il cittadino Paul Manoni






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2012 alle 19:53 sul giornale del 25 giugno 2012 - 8865 letture

In questo articolo si parla di attualità, clown, paul manoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/AL8


Roberta

23 giugno, 21:34
Certamente il gesto è condannabile, perchè anche se era solo acqua era tanta, proveniente dall'alto, e poteva fare anche ulteriori danni. Però mi scusi, che ci fa una bambina di appena due anni ancora sveglia alle 11 di sera? Mia madre, forse perchè vecchia maniera, a quell'ora mi teneva a letto già da un pò...

Lungi da me giustificare l'incivile gesto del mega gavettone, ma questa è la seconda estate in cui abito al centro storico e fino all'anno scorso sorridevo con sufficienza quando sentivo i residenti lamentarsi dei rumori...ho cambiato idea.
Certe sere non è facile trattenersi...

Un'azione che non ha nessuna forma di giustificazione.
Tutti hanno caldo in questi giorni, ma da che mondo é mondo d'estate DEVE far caldo.
La cosa é ancor più stupida perché basta un ventilatore.
E poi non venissero a dire che lo spettacolo di un clown di strada e dei bambini fa un casino tale da meritare un "gavettone"....

Piccola nota: in effetti da piccolo non andavo mai a letto più tardi delle 22, nemmeno in vacanza.
Invece qui alle 23 ancora erano in giro!

Paul hai la mia totale solidarietà. ll gesto è schifoso e vigliacco. Ovviamente viene dalla Senigallia "bene" quindi non ci sarà indignazione, non succederà nulla di nulla (basta già leggere tra le righe di qualche commento). Vorrei vedere se l'avesse fatto un tunisino che abitava dall'altra parte del fiume..

al di la di questo è evidente che non c'è più rispetto per nessuno; per nessuna, e sottolineo NESSUNA, ragione si può arrivare ad un gesto del genere; non importa il caldo o la grande e insopportabile pressione sonora del tuo possente amplificatore (sono passato alle 21:30 e avevi un volume bassissimo).

Mi viene in mente ....... ma una bella casa in campagna no eh?

Se leggete bene non erano le 23 ma le 22.20 circa.
Una bambina portata a spasso con il passeggino a volte si addormenta sullo stesso.
Adesso rimaniamo nel tema principale che non è a che ora una persona porta a letto la figlia ma la testa di un malato di mente che ha tirato talmente tanta acqua (io ero presente) e dall'alto del palazzo che la stessa rischiava di far male ad un bambino piccolo se preso in pieno.
Mi sorprendono le forze dell'ordine che arrivate non hanno potuto (o voluto) far nulla; magari una suonata ai campanelli l'avrebbero potuta fare.
Da notare che tra tutte le persone c'era chi diceva che avevano tirato l'acqua dal palazzo di destra e chi da quello di sinistra.
Alla fine l'unica persona che è rimasta all'asciutto è stata proprio il clown Matteo che non ha potuto finire lo spettacolo e con i presenti che si sono dispersi nessuno ha messo niente nel cappello.

A chi ha compiuto questo gesto (gesto da vigliacchi) o a chi protesta perchè la musica da fastidio voglio dire: "Volete abitare in centro, non volete avere traffico sotto casa, vi da fastidio se non potete parcheggiare la macchina sotto casa, volete la stessa imu di una casa a Roncitelli, volete tutti i vostri comodi sulla pelle di tutti i 42.000 cittadini senigalliesi". Concludo con un'affermazione ironica nonostante condanno qualsiasi tipo di violenza: a volte due "buccatoni" (termine senigalliese) a coloro che "vogliono" possono essere salutari

mino Utente Vip

24 giugno, 15:13
Certo che i poveretti che abitano in centro a Senigallia sono proprio sfortunati!
Talmente poveretti da non potersi permettere neanche un condizionatore per tenere chiuse le finestre, se i troppi spettacoli estivi dovessero dare fastidio!
Ma c'è sempre l'alternativa di andarsene a vivere in un condominio in periferia...

Paul Manoni

24 giugno, 15:29
Ringrazio tutti per l'attestata solidarietà nei miei confronti, che andrebbe ovviamente elargita a tutti coloro che sono stati bersaglio di questo gesto da conigli. Passo velocemente alle repliche:

@Roberta
Tra impegni familiari di una famiglia composta da 5 individui, impegni lavorativi, e la stanchezza che si può accumulare lavorando 6 su 7 per oltre 10 ore al giorno, si possono contare sulle dita di una sola mano, le volte in cui si riesce ad uscire di casa ed arrancare verso il centro storico per fare una passeggiata in bici. Venerdì sera, era una di quelle volte...Adesso, oltre al gavettone, mi dovrei pure sciroppare la tua paternale falso moralista, sul come educare mia figlia o su che ora dovrei portarla a dormire? Ho scritto questo articolo per indicare la luna...Tu ed altri state commentando la forma del mio dito. Fammi un pò il piacere, va.

@Melgaco
Io, se fossi nei residenti del centro storico, così a disagio per i naturalissimi rumori di un centro storico, di una città che vive di 3 mesi di turismo su 12 all'anno, rumori per altro abbondantemente regolamentati, adotterei una soluzione semplice, semplice. Venderei il mio appartamento nel mio palazzo storico, che potrebbe sicuramente fruttarmi una "paccata" di quattrini, e con il ricavato, mi ci comprerei una bellissima villa isolata ed nella prima periferia di Senigallia, dove il rumore più fastidioso nelle calde notti estive, e' solo il dolce "cri-cri" di qualche grillo.
Tradotto, significa che "la botte piena e la moglie ubriaca" non si può avere sempre, ed il centro storico di una città che in Estate sfiora i 100mila abitanti, non appartiene SOLO ai residenti. Visto che ci sono delle regole ben precise e scritte che regolamentano "i volumi" ed i decibel, sia nella loro "potenza" che nei loro orari, ognuno deve fare dei sacrifici, per il bene della città. I residenti si devono sciroppare il rumore della movida estiva, i turisti o coloro che si vogliono divertire (o lavorare...Si pensi a bar, locali, ristoranti, ecc, ecc), devono sacrificarsi a rinunciare a divertirsi, ed accettare l'abbassmento dei volumi, e lo spegnimento della musica nei tempi prestabiliti. E' così difficile da capire?

@Daniele
Se si e' stressati per il troppo caldo, si compra un condizionatore che renda più sopportabili le notti. Se si e' costretti a vivere a contatto con le campane dell'orologio comunale, il mercato del giovedì, la fiera di S.Agostino o la Festa della musica, nel tempo, anno dopo anno per una vita, forse sarebbe più opportuno comprare degli infissi o insonorizzare alcune stanze di casa, prima di mettersi a dare da matti, annaffinado altre persone. Io almeno farei così...Perchè se i rumori (chiamiamoli così) li senti oggi, li sentirai anche domani, dopodomani, fino alla fine dell'Estate. Cosa vuole fare Mr. X, annaffiare tutti quanti tutte le sere??? Mi auguro di no...Per lui, non per i suoi eventuali e futuri bersagli.

@onlymusica
Grazie. Puntuale commento, anche se non ne farei una faccendda da "Senigallia bene" VS "Tunisini"...Per me e' solo una questione di convivenza civile tra tutti i cittadini di tutte le categorie, in quelli che si configurano come spazi comuni e condivisi. Ognuno ci mette del suo, con la dovuta buona educazione, e si campa bene tutti quanti. Chi la fa fuori dal vaso, alla fine e' quello che all'interno della società risulta, come volevasi dimostrare, essere il sociopatico di turno.

@wese
Grazie per il commento che condivido in toto...Sospetto che abbiamo la stessa visione della vicenda, perchè anche tu eri li, e oltre a testimoniare quanto ho raccontato, puoi anche capire l'arrabbiatura collettiva.
La Polizia alla fine, cosa volevi che facesse, dal momento che nessuno poteva indicare con esattazze e certezza, da dove fosse partita l'acqua. Eravamo tutti rivolti allo spettacolo di Matteo e concentrati sui suoi giochetti per i bambini...Non stupisce che il getto d'acqua, non lo abbia visto proprio nessuno dei presenti, dal momento che e' arrivato dall'alto e ci ha sorpresi tutti quanti.
Visto che rimarrà un Mr.X impossibile da individuare, mi auguro che il prossimo anno, alla Festa della Musica invitino un band Heavy Metal. Che gli organizzatori piazzino il loro palco proprio di fornte alla BNL, e che la loro assordante musica venga suonata fino alle ore 01.59 e 59 secondi...Voglio proprio vedere se il nostro caro "coniglietto" si mette a tirare gavettoni ad un gruppo di motociclisti metallari alti 2 metri, che hanno appena fatto il pieno di birra. :D

@mino
Concordo e l'ho scritto. Grazie.

Con simpatia,

Paul

Questo è il gesto di una persona inutile, una persona che definire persona è fargli un complimento.
Di imbecilli, ne è pieno il mondo, la vergogna è che troppo spesso vengono preservati dall'ordine costituito.

Augurare una estate infernale a questo imbecille è il minimo che si possa fare, che tu possa tribolare, girare e rigirare nel tuo letto, sognare il bobo nero che ti gratta dietro l'orecchio.
Nessuno ha il diritto di rovinare i sogni ai bambini.

@Paul
Io sono in affitto.
Cornuto e mazziato.

Comunque non voglio passare per quello che si augura il coprifuoco (sono un nottambulo e comprendo le esigenze di una città turistica)...tuttavia mi pare che qualche manifestazione (a cominciare dalla festa della musica sulla cui qualità e sul cui appeal "turistico" mi permetto di dubitare) sia eccessiva.
Mi pare anche più giusto usare spazi diversi per qualche concerto (lungomare, nuova zona porto e perché no qualche spazio appositamente attrezzato in spiaggia), in modo da limitare l'impatto in zone abitate. Il Foro Annonario è perfetto (non ci sono abitazioni a ridosso), ma piazza del Duca o piazza Roma non mi sembrano adatte ai concerti

Io mi sono tanto stufato di scrivere; la festa della musica è una manifestzione che è stata sempre , di sua connbotazione tranquilla e che mai ha offertro lacun espediente ad alcunché e mi pare quasi che a pposta si girino le cose al contrario, ora una cosa è il rumore, un'altra è gente violenta e raggonate che scorrazza lungo tutto il territorio comunale per non dire peggio e nello specifico episodi prima in città e ora al lnbgomare si verificano a ruota, perché non c'è un senso civile e la civiltà non è un' eccezione e qua si tratta di un gesto incivile, increscioso, vorrei però che si risalisse a chi l'ha compiuto nulla è vaso comunicante , cosa è una bella dose questa di energia mediatica, al di là dell'episodio in sé, per giustificare altre situazioni di risse schiamazzi bicchieri rotti gente in mezzo alla strada e non mi riferisco alle famiglie attenzione a dove si guarda e a chi si guarda attenzione a non parlare con femmine "proprietà" di altri... episodi di cronaca quotidiana e del week end emersi e sommersi e i bambini cosa c'entrano in tutto questo e i comunicati di parole che a cosa servono... Una cosa l'ho vista ieri, il prolungamento dell'isola pedonale perché macchine e pedoni il sabato sera al lungomare creano confusione e tragaedia vista l'affluenza e la non disciplina, che c'entrano i bambini con questo? Vanno in discoeca o al lungomare o prendono i cocktails ? Di pochezza non pressapochismo ma di pochezza ce ne è a valanghe purtroppo e io sono tant stanco di scrivere cose... si individuino i responsabili di tali gesti soprattutto, anche di chi tira l'acqua dalle finestre, il problema non è l'infastidimento delle persone perché è sabato, ci sobno i tappi per le orecchie volendo, ma il vandalismo la spacconaggine e tanto peggio , considerando che una persona che nomino , Sergio Marcantognini, mi dice che se ci soo persone che hanno una certa cultura non posso pretendere che si comportino diversamente, ma stare alla larga, episodio di piazza simoncelli, in poche parole io posso interpretarlo come consiglio di "farmi i fatti miei e vivere cenbto anni?"... a parte che ciò non mi interessa... Ieri pure in comune di Monetmarciano c'era un disordine pazzesco, poi, non so perché, non sobno sceso a fare due passi a Senigallia, insomma ci sono atmosfere ce non mi piaciono comne a Fano e non riguardano solo il contesto giovanile 15 -40 ma oltre, stranamente l'affluenza ieri al lungmare alighieri non era cime altre vokte in cui non si vede nemmeno la strada di sabato alle 2, 30, ma cnhe fino alle quattro, io posso chedermi , alla fne di tutto ciò, il perché e il per cosa e a cosa serve fare parole dire che la criminalità è statisticamente a livello delle alre città , ma chisseneimporta, l'altro ieri nel palazzo dove abito al quarto piano, anzi mercoledì scorso, alle due del pomeriggio sono entrati in un appartamento non invitantem se no esce si deve girare a 360 gradi e questa non è una paranoia, è un sentimento di tanti... Che si oensi a non fare business sugli alcolici o anon protestare per non poter dare bicchieri di vetro a gente al banco... necessità di vita proprio... Non so che altro dire, che su apposta mi riferivo al trattamento mediatico del caso, non al caso, vorrei sapere chi ha tirato l'acqua senza iornie che sono irritanti e studiate e senza comuicati che non aggiungono nulla, levano... L'inciviltà non si deve ridurre a episodi come allo stadio , i soliti dieci venti, ma vah'... sì i soliti dieci o venti conosciuti da tutti sì i capi , così va negli stadi e spesso hanno problemi penali che non riguardano la violenza , ma di altro tipo, i capicurva, su... Mi sforzo troppo, che si dica piuttosto perché di punto in bianco la gestisposrt che fa capo all'amministrazione che è sosteuta dal partito democratico, abbia preso possesso del tratto di spiaggia libera più vicino e agevole rispetto a chi vuole coniugare la vita in centro e il mare... cosa verso cui si fanno tanti proclami, una spiaggia che è esistita sempre, un aposaldo, spazio per il surf... Ma che si fa dop autoscntro? ma sarà un po' pericoloso... Ribadisc che esistono agglomerati urbani da gestire e non "città", ogni cosa è uguale, deve rispettare i parametri nrmali e legali dello stato italiano, dovunque e della comunitò europea del rispetto del pubblico insomma dei rsidenti non quelli he tirano i gavettoni non dei cittadini un comune è un ente un comparto amministrativo e comprende le sue frazioni , è u ente amministrativo di un territorio così come dovrebbe esserlo lo stao, che altro?E questo vale per tutte le istituzioni, sarebe così facile evitare casi che non hanno alcun motivo per esistere anche questi modi mediatici, non esiste mediaticità la mediaticità è di per sé straegia del far pensare non esiste modo di comunicae, ma comunicare, non strategia della comunicazione uffici stampa oppure i soliti commentatori di questo sito che forse non hanno troppi altri interessi olre a scrivere qua cose davvero originali e propositive...proprio sì.

Gesto da vigliacchi. E le forze dell' ordine non mi sembra si siano sprecate..
Fuori luogo, inopportuna e odiosa, l' osservazione di chi ha giudicato il fatto di portare i bambini fuori la sera. Non erano le 3 di notte, non erano in discoteca, e nemmeno in un locale a luci rosse, ma in pieno centro cittadino in cui c' era un clown che si cimentava in uno spettacolo per bambini...

questo è quello che si ottiene dando sempre ragioni hai cittadini... e non zittendoli mai.. appena sentono un rumore. siamo una citta' turistica ... ma oltre a non sapere gestire il turismo. da anni abbiamo dtrutto quella che alcuni chiamano "movida" ...

per megalco.... le piazze sono state inventate per fare eventi... luogo di aggregazione... da sempre hanno servito per comizi..feste.. concerti... se volete la comodità della spiaggia davanti alla finestra... del corso per passeggiare ..all'uscita della porta... sapete a cosa andate in contro. altrimenti a passo ripe si sta benissimo...

sai cos'è .. a te la festa della musica piace pure.... ma se la facevano più in la era meglio..così fino alle 22 te la godi e poi non ti rompe i c...


siamo senigalliesi c'è poco da fare

Questo è un gesto da vigliacchi e basta.

Per la "movida" basta rispettare le regole e tutti sono felici.

Non mi spiego invece perché al Mammamia tutto è concesso: sabato dalle 01.00 alle 4.58 hanno ininterrottamente suonato a volume talmente alto che a distanza di 2km ( lungomare Cesano ) si poteva ascoltare nitidamente la musica e le voci del vocalist. FINO ALLE 4.58

Chi copre questo locale e tollera certi abusi?




Un gesto veramente infame quello subito. Chissà perchè il coraggioso cittadino, cavaliere dell'acqua, non ha avuto il coraggio di metterci la faccia? Erano solo le 22.30... questa è inciviltà. Ha ragione Paul, un bel concerto heavy metal il prossimo anno, a ridosso della banca, dove è avvenuto il fatto. Proporrei gli Slayer....

Consiglierei al vigliacco di spendere un po' di soldini ed insonorizzare il suo app.to del centro! Inizierei con la sostituzione degli infissi esterni.

Kit Utente Vip

25 giugno, 10:41
Sinceramente dare contro alla forze dell'ordine che non hanno trovato chi a tirato l'acqua mi sembra eccessivo.Che dovevano fare? perquisire tutte le abitazioni del palazzo? solidale con chi è stato colpito. Speculare sulla bambina di 2 anni che era in giro con i genitori, alle 22:20 di una sera d'estate con l'afa, sinceramente mi sembra un po' antipatico.

Per il prossimo anno, insieme al divieto di andare in bicicletta lungo il corso di senigallia, metterei anche il cartello con il divieto di secchiate d'acqua. Se i diritti dei proprietari dei locali, della gente che è venuta a senigallia, contano meno di quelli del segretario PD di senigallia, direi che da oggi in poi il segretario si può assorbire tutta la tassazione di questi egual cittadini.

Non voglio commentare il gesto dell'imbecille e del suo gavettone. Merita una denuncia e forse i vigili un giretto nelle case avrebbero dovuto farlo.

Detto ciò, non sono d'accordo con chi dice che siccome siamo una città turistica allora è legittimo far star svegli per tre mesi i cittadini che abitano in centro o i turisti che alloggiano sul lungomare di fronte ai locali che hanno deciso che l'unico modo di far soldi è spaccare i timpani a turisti e residenti e innaffiare di alcol i giovani.

La musica si può fare, ci mancherebbe, ma sparata a mille non è più neanche musica, è frastuono. E concedere deroghe per consentire ai locali di proseguire con la musica sparata a mille oltre l'una di notte è arrogante inciviltà dei pubblici amministratori. Pare quasi che stordire con musica e alcol sia diventata la loro parola d'ordine, forse per annebbiare le menti, visto che il loro governare è tutto un curare le apparenze e per nulla la sostanza. Credo anche che invitare le persone che giustamente protestano a trasferirsi altrove sia un atto di indecente inciviltà, arroganza, provincialismo ed egoismo che di per sé qualifica chi rivolge l'invito. Ognuno ha diritto di abitare dove gli pare, in democrazia, senza per questo dover subire angherie.

Io credo che divertimento e rispetto dei diritti di tutti possano convivere, come in effetti sono sempre convissuti, a Senigallia. Fintanto che una giunta a corto di idee, progettualità, rispetto per gli elettori - tutti, e non solo chi ha messo nell'urna la croce sul nome "giusto" - continuerà a pensare che l'offerta turistica vincente è questa! Con buona pace degli alberghi che si svuotano per tanta confusione più da borgata di periferia popolata da tamarri ubriachi che da città ospitale e decorosa!

Un'ultima considerazione. Invito il presidente della regione Marche, Gian Mario Spacca, ha emettere una DGR per escludere la gratuità delle cure ai tanti ricoverati per eccessi alcolici e coma etilico al Pronto Soccorso di Senigallia. Non si tratta di incidenti occasionali e imprevedibili, ma di singola volontà degli individui di eccedere. Volontà che deve essere rispettata, per carità: ognuno decide di ammazzarsi come vuole, ma i cui effetti economici NON POSSONO e NON DEVONO ricadere sulla collettività!!!

Off-topic

Be... qui esageriamo e poi mi incazzo come una bestia...
"una DGR per escludere la gratuità delle cure ai tanti ricoverati per eccessi alcolici e coma etilico al Pronto Soccorso di Senigallia."

Allora mia carissima io vorrei che quelli che guidano sopra i limiti di velocità e si spaccano la testa non sia garantita la gratuità delle cure, visto che andare oltre il limite di velocità è una scelta precisa di chi la compie. Voglio che la gratuità delle cure sia tolta a chi viene investito fuori dalle strisce pedonali, perchè poteva attraversare sulle strisce. A chi si spacca i tendini giocando a calcietto nonostante non sia allenato, oppure a chi prende un insolazione sapendo benissimo che alle 13, sotto il sole e senza il cappello, non devi stare. Ma anche a chi prende un tumore a causa del fumo di sigaretta, visto che c'è scritto sul pacchetto che fa male. Ma allo stesso tempo voglio che questi cittadini smettano di pagare le tasse perchè se io pago e poi non ho diritto alle cure perchè qualche bigotta di provincia ritiene che solo le sue tasse vanno al servizio sanitario, io queste tasse non le voglio più pagare.

radom Utente Vip

25 giugno, 14:23
Già ho avuto modo di esprimere tutto il disprezzo possibile per quel demente criminale che ha tirato le secchiate d'acqua a dei bambini. E' semplicemente folle.
Per il resto sottoscrivo ogni parola di Mariangela.
Condivido in pieno l'idea che quei poveri soggetti che ogni sabato notte si riducono in quelle condizioni, si vedano presentato il conto delle spese sostenute per tirarli fuori dai guai.
Un pò come quei turisti incoscienti che si infilano nei casini andandosi a cacciare nei posti più starni e poi lo stato deve sborsare centinaia di migliaia di dollari per cavarli dai guai.
Finiamocela di fare quello che ci pare salvo scaricare poi le spese sulla collettività.

NICOLO' GUIDARELLI

25 giugno, 14:39
BRAVI! belli i commenti davvero!!!TEO come fratello ho saputo oggi della cosa! L'unica cosa che posso dirti è che, come te, gli avrei spaccato istintivamente la faccia, ma poi riflettendo provo compassione per costui e tutti coloro che stanno a criticare l'orario di "nanna" di una bambina: si lamenta solo chi non è in grado di gioire delle cose pure ed innocenti della vita, percui mi fanno compassione..voi criticate, Paul ha scritto.Io vivo in centro da 7 anni e trovo molto più incivile la gestione di eventi ben più grandi dove se hai bisogno di un'ambulanza non possono portarti via perché non vi è spazio davanti ai portoni, dove non puoi uscire di casa con tuo figli oe il passeggino perché nessuna autorità garantisce e capisce che le persone accettano la manifestazione ma ci vivono anche! Ora, credo vi dobbiate vergognare per appoggiare il gesto di una persona contro l'innocenza del divertimento: dietro a quella maschera ci sono sacrifici, lavoro, studio e concentrazioe e tante ma tante delusioni come questa...VERGOGNATEVI SIGNORI o se no datemi il vostro indirizzo di lavoro che vengo personalmente a prendervi a secchiate!!!IGNORANTI CAPRONI! ANZI privi del dono più grnade della vita: LA GIOIA!

Paul Manoni

25 giugno, 15:11
Uff...Me ne date di spunti, riflessioni e beghe a cui rispondere!
Procedo, ma non so se riuscirò ad accontentare tutti.

@Enea
Grazie per l'implicita solidarietà. ;)

@Meglaco
Cornuto e mazziato per niente direi. Se sei in affitto, ci riesci anche prima a levare le tende verso altri lidi, e trovarti un appartamento senza "terribili disagi". Te lo dico perchè e' semplicemente ciò che farei io (e che ho fatto peraltro). Meglio che campare una vita di fastidiosi disagi, notti insonni e morire di un'accidnete dietro allo stress della sopportazione della nostra mediocre e provincialotta movida, mi cercherei un'altra tana. Sospetto però, che chi abita in centro non lo fa e non lo farà mai, altrettanto semplicemente per un motivo...La comodità. ;)

@Tommaso
Abbia pazienza, magari non ti interessa nemmeno, ma non posso rispondere ad un tuo commento. Già sono lungo di mio, se dovessi risponderti in maniera adeguata, starei alla tastiera fino alle 23 di stasera.

@Gabmest
Grazie anche a te. Ad onor del vero la Polizia ha fatto già parecchio quella sera, venendo tempestivamente, e ritengo che non si potesse fare di più. siccome sono biologicamente bastardo dentro, tornando sul luogo del delitto ieri, penso di aver individuato il palazzo preciso da cui e' partito il gavettone, ma di certo non mi sono messo a suonare i campanelli a caso, di 6 famiglie che magari non centrano nulla con ciò che e' successo. Pazienza...Le oltre 2000 letture di questo articolo e gli attestati di solidarietà e sdegno, possono essere abbastanza appaganti della mia personale vendetta. ;)

@My Sena Gallica
Grazie. Ma il problema in questo preciso caso, non e' la Festa della Musica, che peraltro e' stato un successo indiscutibile, e quindi un merito per tutti gli organizzatori. Vorrei precisare infatti, che di fronte alla BNL, dove e' successo quanto riportato nell'articolo, non c'era nessun locale con la musica a palla, e nemmeno un palco o un gruppo di musicisti a suonare a tutto volume.
C'era lo spettacolo di un artista di strada, che faceva bolle di sapone, che non sono proprio come delle grancasse, delle chitarre elettriche o delle trombe, con davanti un gruppetto di persone (circa 50/60) di cui la maggior parte bambini.
Il gavettone non e' stato fatto per protestare contro il volume di un concerto quindi. Men che meno per protestare contro la festa della Musica, visto che a mio avviso, i rumori provenienti dai palchi allestiti, era sostanzialmente irrisori da di fronte la BNL.

@Un cavaliere
Puntualmente e precisamente l'hai detto...Basta rispettare le regole.

@dioniso
Adoro i Metallica, gli Iron Maiden ed i Tool, ma gli Slayer andrebbero benissimo! :D
Probabilmente non ci ha voluto mettere la faccia, perchè coloro che sono stati colpiti dalle sue eroiche gesta, gli avrebbero fatto lo scalpo...Letteralmente.
Per carità, non farne una questione politica che se no, non ne usciamo più...!
Essere stumentalizzati brutalmente dal "Tizio-Caio" di turno, e' proprio una cosa che vorrei evitare.

@Michele2008
Secondo me, per 3 gioni di festa della musica o altre iniziative circoscritte in pochi giorni estivi, lo sforzo di sopportare le cose che vengono organizzate per portare gente a Sengallia, potrebbero pure farlo anche senza doppivetri. E' che quando uno e' abituato ai comodi, poi e' difficile che ci rinunci. A buon intenditore, poche parole. Grazie.

@Kit
Io non l'avrei nemmeno chiamata la Polizia, e ribadisco che ha fatto tutto quanto gli era possibile fare...Almeno in quel momento con il Corso pieno zeppo di gente. Ad occhio, anche per via dela conformità dei palazzi in questione, il gavettone può essere partito da un solo posto...Ma questo non poteva certo essere verificato in quel momento. Concordo con te. Le Forze dell'Ordine non hanno colpe o mancanze.

@Marinagela
Grazie per aver dato dell'imbecille all'inbecille. Una denuncia siamo ancora in tempo per farla, e la Polizia a preso tutti i nomi di chi e' rimasto coinvolto. Chissà...Io mi accontento di averlo sbertucciato con questo articolo, letto da oltre 2000 utenti.

Musica, volumi, distribuzione di sostanze alcoliche e quant'altro, e' tutto nero su bianco, bello e regolamentato. Bisognerebbe semplicemente far applicare le regole ed intensificare i controlli...Ma questo non ha nulla a che vedere con lo spettacolino di un artista di strada alle 22.30.
Ingigantire i disagi, che possono anche esserci e nessuno li mette in dubbio, dicendo che "per tre mesi" i cittadini del centro non dormono, non e' opportuno. Le iniziative in centro sono circoscritte e non durano affatto 3 mesi. La Festa della Musica per esempio, dura 3 giorni. I concerti del CaterRaduno, sono pochi, finiscono tutto sommato presto, ed e' poco ragionevole rinunciare alla presenza dei VIP e dei cantanti che si esibiranno, perchè altrimenti qualcuno "và in procura". I sacrifici dei residenti del centro, vengono fatti per il bene comune della città che campa in quei 3 mesi, e per dare modo a TUTTI i cittadini di usufruire di quelli che sono spazi comuni. Piazza del Duca o Piazza Roma, non appartengono ai residenti del centro, più di quanto non appartengono ai residenti delle Saline, del Molinello, di Borgo Ribeca, o di Borgo Molino. Questa almeno la mia opinione.

Nel resto del tuo commento, c'e' più politica che logica, e personalmente vorrei evitarlo accuratamente. L'invito ad andarsene, non e' un invito...E' un parere personale. Io, se dovessi vivere in un posto dove inevitabilmente sarei soggetto a continui e pesanti disagi, me ne andrei. Nessuno dice a chi abita in centro di fare bagagli e trasferirsi in quel di Serra de' Conti. Tutti dicono che un minimo di sacrifici, sono possibili, individuando e facendo rispettare delle regole consdivise. Regole condivise che evidentemente in questo caso non sono state colte, se qualcuno ha avuto la malsana idea di gettare acqua sulle persone, o lamentari per la musica della Festa della Musica (!) alle 00.45, ben prima dell'una di notte di cui parli.

Le foto, come le attestazioni di chi era presente nei giorni della Festa della Musica, smentiscono questa tua logica basta sul fatto che ad essere presenti, fossero solo ubriachi, borgatari di periferia e tamarri. La Festa e' stata un successo totale, come mai ce lo si potesse aspettare. Gente serena e felice a spasso con i bambini, e una città finalmente VIVA. Gli alberghi che si svuotano non dipendono certo dall'offerta turistica di Senigallia o dagli sbornioni di fronte agli alberghi. Dovresti saperlo il perchè le presenze negli alberghi sono calate...Se vai in spiaggia all'ora di pranzo, e dai un'occhiata a quante persone pranzano "al sacco", con cibo che si portano da casa, forse riusciresti a capirlo meglio. Insomma, te lo ricordi che c'e' una crisi economica in corso?

A Spacca, chiedigli di non spendere soldi in inutili Congressi Eucaristici, e di non far svolazzare le Freccie tricolori per il suo monarca Benedetto XVI.
Il suo sbandieramento che la Regione ha speso 1.5 milioni di euro per gli asili nido di tutta la Regione (!), quando hanno speso 7 milioni di euro per una carnevalata di 7 giorni a base di ostie e pellegrinaggi, e' un'offesa al senso civico di qualcunque cittadino. Se utilizzassero i quattrini per tutti, anzichè per i soliti noti, vedrai che ce ne saranno anche per chi e' così idiota da ubriacarsi fino a finire all'ospedale.
Stai attenta tu quindi, nella cabina elettorale, a mettere la croce sul nome giusto.

Con simpatia ed affetto, un caro saluto a tutti.

Paul

è una vera schifezza vogliono la botte piena e la moglie ubriaca chi non tollera i rumori della città ma prendesse casa sul monte croce in arcevia invece di disturbare i cittadini che vogliono godersi uno spettacolo con i bambini!

Dionisio, se bigotta significa che ciascuno di noi dovrebbe assumersi la responsabilità di ciò che fa, accetto di buon grado il tuo insulto. Gratuito e banale, direi. Secondo me puoi fare di meglio...

Nicolò Guidarelli

25 giugno, 18:27
E come sempre leggo e rileggo perché la cosa mi sta a cuore dato che Matteo è mio fratello!!! e leggo come l'ignoranza da bar pervade nelle parole di persone quali simbolo della loro intelligenza...e pertanto si va fuori argomento e ci si dilunga su questioni che con il fatto non hanno nulla a che fare...prenderei uno ad uno e vi porterei a vedere i Festival a Ferrara, in altri parti del mondo dove gli artisti di strada vengono rispettati come persone prima che come lavoratori!
La prossima volta rimanete in silenzio e continuate a riempirvi la testa delle c.....e passate in tv,cosi io posso continuare ad avere uno stipendio...evitate per piacere di partecipare agli spettacoli del Circo e giratevi dall'altra parte se incontrate un Clown: la vostra energia negativa può compromettere l'intero spettacolo!!!!! Mangiate il gelato al Foro Annonario e lamentatevi del caldo...

@PAUL GRAZIE DI CUORE PER AVER RESO PUBBLICO L'EVENTO E QUANTO OGNI GIORNO ACCADE A CHI NON RIENTRA NEI CANONI DELLA VITA DI UFFICIO,MALTRATTO E UMILIATO.........

@A TUTTI COLORO CHE DEVONO SPARLARE: INDICATE IL VOSTRO INDIRIZZO ED IO E CLOWN MATTELLIO SAREMO LIETI DI VENIRE NEI VOSTRI UFFICI A RINFRESCARVI!!!!! uhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauhauh POI FATE I PERBENISTI CON IL NASO ROSSO IN GIRO PER LA CITTA' FACENDO FINTA DI CONOSCERE COSA VOGLIA DIRE, SENZA SAPERE CHE MAGARI DIETRO QUEL TRUCCO VI E' UNA PERSONA CHE DA 15 ANNI STUDIA E SI ALLENA PER FARVI RICORDARE UNA COSA: IL SORRISO!!!!!

Tendenzialmente sono d'accordo quasi su tutto quello che ha detto Mariangela Paradisi, (la critica all'amministrazione è un'opinione politica per cui è al sua e si può essere o non essere d'accordo) che mi sembra una lista di considerazioni ispirate al buonsenso.
Senza dubbio il "gavettone" è il gesto di un imbecille che ha perso la pazienza e che, essendo imbecille, non può che commettere atti imbecilli.
Però, leggere certe affermazioni su chi abita in centro, che abitando lì si può permettere chissà cosa, che dovrebbe cambiare zona...... C'è anche chi c'è nato, in centro, c'è anche chi ha fatto sacrifici per comprarsi il suo appartamento. E perché dovrebbe lasciare tutto per colpa di un sistema che non sa più divertirsi se non facendo baccano?

Quello che è successo ha dell'incredibile. Spero che le forze dell'ordine non continuino ad abdicare al proprio dovere... che non si riesca a risalire ai potenziali responsabili è ridicolo.
E permettetemi di dire... io che ho un bimbo di quasi tre anni lo porto a letto quando voglio, gli faccio ascoltare musica quanto e quando voglio (e lo faccio ben consapevole del valore educativo della musica) per favore non spostiamo l'attenzione dal problema reale... l'intolleranza di certi senigalliesi va punita perchè non tollerabile.

Kit Utente Vip

25 giugno, 21:34
.....chi è stato colpito, presenti i referti, poi presenti anche la querela contro ignoti e vederai che salta fuori chi ha tirato il secchio d'acqua!

@Paul
guarda che hai scritto, con altre parole,quello che dicevo io.

Paul Manoni

26 giugno, 04:53
Scrivo il mio ultimo commento perchè non avevo letto quello di Nicolo' Guidarelli, per cui risponderò solo a lui, ed a nessun'altro, visto anche che per ulteriori risposte ad altri da parte mia, e' sufficente rileggere ciò che ho già scritto, sia nell'articolo che nei post.

@Nicolò
Matteo lo conosco sin da quando ha cominciato a fare l'artista di strada ed era alle prime armi. Anzi, praticamente ci siamo conosciuti proprio per quello, visto che veniva ad intrattenere le persone, durante una festa avvenuta ai Giardini Morandi ormai 14 anni fà (!). Tuo fratello ha sempre perseverato e non ha mai abbandonato quella sua...Chiamiamola vocazione, visto che già da allora, parlava della ricerca di luccichio negli occhi degli spettatori, e delle emozioni che voleva suscitare in loro...Lui sa benissimo di cosa parlo. ;)
Oggi a distanza di molti anni, seppure le nostre strade non si sono più incrociate, se non per un saluto o cenni simili, mi ritrovo con una bimba di 23 mesi, che vuole uscire di casa, solo per andare a vedere quelle che con le sue parole stentate, sono le "bolle" o i "balli" di Matteo.
Capisci che per ciò che e' successo, al di là dell'acqua che abbiamo preso l'altra sera, o del gesti idioti di qualcuno, questo articolo di denuncia glielo dovevo a Matteo, come lo dovevo al buon nome della MIA città, e della stragrande maggioranza dei suoi abitanti che a prescindere, sono accoglienti e non intolleranti come l'autore del deprecabile gavettone. Alcuni individui, quando ne vedono altri felici, provano invidia e tentano di rovinare tutto purtroppo.
Con mia figlia, continueremo a seguire gli spettacolini di Matteo, magari già da domani. Non ringraziare me quindi, ma ringrazia tuo fratello da parte mia e da parte di quanti, dalla sua dura scelta di vita, riescono a prendere le cose migliori...La spensieratezza, la serenità ed il sorriso. ;)
Ciao




logoEV