Incrocio tra via Mercantini e viale Anita Garibaldi, Tonini Bossi: 'Incrocio inverosimile'

Incrocio tra via Mercantini e viale Anita Garibaldi 1' di lettura 25/06/2012 - Ho atteso a lungo che, da solo, i miei interrogativi trovassero delle risposte: ho osservato, perplesso e a lungo, percorrendo quel tratto di strada molte volte al giorno, l’incrocio tra via Mercantini e Viale Anita Garibaldi.

Perfetto nella semaforizzazione, un asfalto nuovissimo, liscio come un biliardo, segnaletica orizzontale e verticale ineccepibile; nonostante tutto questo in Via Mercantini, come ho evidenziato nelle foto allegate, immediatamente dopo l’attraversamento di Viale A.Garibaldi presenta un ostacolo/ restringimento della carreggiata; new jersey stradali in plastica sono stati collocati inspiegabilmente in modo tale da ridurre della metà la larghezza stradale di Via Mercantini; esattamente al centro dell’incrocio i veicoli sono obbligati ad effettuare una serpentina, un percorso anomalo ed innaturale; le foto evidenziano questa strana anomalia, mai vista in nessun altro incrocio semaforizzato e semplice nella sua geometria.

Incapace di capire mi sono quindi rivolto all’Ufficio strade del Comune ed ho avuto cortesissime risposte dal funzionario responsabile; alcuni abitanti del luogo si sarebbero lamentati per una presunta pericolosità dell’incrocio a causa delle eccessive velicità di percorrenza; l’anomalo intervento, fuori da ogni logica e contrario ad ogni norme del codice stradale sarebbe quindi stato adottato quale dissuasore di velocità, creando, al contrario, solo sconcerto e stupore ed anche qualche pericolo in più.- Sono stato comunque informato che si tratterebbe di un esperimento il quale, comunque risulta fallito ed illogico: con questa illogicità infiniti sarebbero gli incroci stradali che andrebbero “mutilati” come nel caso in esame.- Credo che i cittadini abbiano motivo per lamentarsi non tanto degli incroci perfettamente regolamentati ma degli automobilisti “pirati”; credo anche sarebbe stato logico dare queste spiegazioni anzichè adottare provvedimenti assurdi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2012 alle 23:35 sul giornale del 26 giugno 2012 - 2655 letture

In questo articolo si parla di attualità, incrocio, via Mercantini, Maurizio Tonino Bossi, viale anita garibaldi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/AQa


E' veramente ridicola la spiegazione dell'ufficio strade, a volte penso che certe "menti pensanti" vengano scelte con cognizione di causa, perchè solo loro potevano tentare un simile "esperimento" come deterrente alla velocità.
Si rimane basiti ancora una volta...

Maurizio Tonini Bossi

26 giugno, 15:19
- Ringrazio fin d'ora se VS non verrà più storpiare il mio nome: Maurizio Tonini Bossi.-
- Sono stato fermato da una persona che mi ha espresso il suo sconcerto per l'incrocio inverosimile che ho criticato; ma quello che mi ha maggiormante sconcertato è stata la telefonate di una signora la quale ha voluto che io sapessi nome e cognome della persona che, a suo avviso, avrebbe promosso/ suggerito, quel sciagurato intervento per presunti suoi benefici personali; non mi sarà difficile verificare questa che, sinceramente vorrei restasse una semplice illazione; intendo dire che ho qualche difficoltà per accreditare questa notizia.- Mi farò risentire appena ne saprò di più (o di meno)!!!!

Non sarà difficile sapere il nome della persona, basta sapere chi abita all'angolo di quella via ..... e guarda caso è .....

Scusate se "oso" contraddire Tonini Bossi ma io penso che, invece, questo intervento sia assolutamente necessario e il perchè è dovuto alle alte velocità con cui passano le macchine quando arrivano al semaforo e trovano il verde. Occorre che, in qualsiasi modo, gli automobilisti che provengono da Ancona e trovano una serie di verdi consecutivi capiscano che a quel semaforo è da un pezzo che avrebbero dovuto rallentare. Questo intervento è molto simile a quello effettuato all'incrocio tra via Venezia e Via Mercantini dove i frutti sono sotto gli occhi di tutti. Diamo il tempo affinchè questa prova abbia un significato e poi valutiamo con serenità i pro e i contro. Secondo me è giusto criticare ma non condivito il tono da ultime crociate di Tononi Bossi

Ceppo, se vieni da Ancona e passi per le Saline non trovi nessun semaforo se non quello vicino alla Coop ed è distante da questo incrocio.
Altre strade con semafori in fila non ce ne sono.
Se provieni da Via Garibaldi c'è il senso unico e sicuramente rallenti perchè ci sono le radici dei pini che te lo fanno fare.
Sinceramente anche io pensavo a qualcosa di provvisorio ma così è un obbrobrio.




logoEV