Fiore: 'Nel successo della Vezzali a Londra c'è anche un po' di Senigallia'

Di Francisca e Vezzali 2' di lettura 06/08/2012 - In questi giorni tutti gli sportivi hanno potuto apprezzare l'impresa compiuta dalle fiorettiste azzurre alle Olimpiadi con Valentina Vezzali, Elisa Di Francisco e Arianna Errigo che hanno conquistato tutto quello che era conquistabile a Londra nel fioretto.

Proprio Valentina Vezzali, sportiva italiana in assoluto più titolata alle Olimpiadi, che ha vinto la settimana scorsa proprio la medaglia di bronzo singola e l'oro a squadre, sappiamo essere frequentatrice della nostra città e grande estimatrice della nostra spiaggia, che spesso viene a visitare. Anche prima di partire per Londra è stata vista far tappa nella nostra spiaggia di Velluto per rifinire gli ultimi allenamenti e sicuramente sceglierà Senigallia per riposarsi dalle fatiche olimpiche, insieme alla sua famiglia.

A tal proposito sarebbe un gesto pieno di significato proporre alla schermitrice azzurra la cittadinanza senigalliese in onore al merito di tutte le sue imprese sportive, che l'hanno portata a conquistare sino ad oggi addirittura 9 medaglie olimpiche. Un gesto per premiare al tempo stesso l'affetto verso la nostra città di una persona che ha saputo sempre personificare i veri valori fondamentali dello sport e al tempo stesso portare in alto in campo sportivo l'Italia, così come testimoniato anche dal fatto che sia stata la portabandiera azzurra a Londra. Un gesto che vorrebbe valorizzare proprio, non solo dal punto di vista sportivo, la nostra città, che possa trovare in ogni campo in Valentina un'icona per quegli stessi principi che ha saputo portare avanti guidandola nei maggiori successi.

Credo che per la nostra città sarebbe un onore e un orgoglio e spero che questa proposta possa essere presa in considerazione. Quindi con convizione propongo cittadinanza senigalliese a Valentina Vezzali.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-08-2012 alle 12:49 sul giornale del 07 agosto 2012 - 5136 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivi senigallia, mario fiore, prima commissione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CxE


radom Utente Vip

06 agosto, 14:07
Piuttosto rinuncio alla mia di cittadinanza.

Onore al merito per la Vezzali.
Vero che viene spesso a Senigallia al mare, come del resto molti suoi concittadini.
Dire però che è stata a Senigallia per rifinire il suo allenamento in vista delle olimpiadi mi sembra una forzatura.
Non credo che né Fiore, né i nostri amministratori, possano accampare meriti sulle vittorie della schermitrice Jesina.

Deve essere il sole ed il caldo. Consiglio a Mario Fiore un cappellino nelle ore più calde e di bere molto (serve anche a tenersi impegnato con altro). E una controproposta: cittadinanza senigalliese onoraria alla Vezzali, ma cittadinanza coatta jesina a Mario Fiore. Un po' per uno!

Farsi belli con il successo degli altri mi sembra troppo.
E' vero che la visibilità per i nostri Amministratori è importante ma facciamolo in cose più serie.

Paul Manoni

06 agosto, 19:08
Cittadinanza onoraria mi sembra un pò troppo anche a me. Adesso non esageriamo.

Però che venga spesso a Senigallia al mare o ad allenarsi, è verissimo.
Ne sono testimone oculare, visto che quando viene, usufruisce della mia stessa palestra, e me la ritrovo a fare esercizi praticamente accanto.

Sicuramente è più per una questione di comodità che per un vero e proprio rifinimento dell'allenamento. Porta semplicementei i suoi figli al mare, e mentre loro passano il tempo a godersi la nostra spiaggia, lei approfitta per non smettere di allenarsi.

Solo con sacrifici di questo genere e drastiche rinuncie al proprio tempo libero, si arriva dove è arrivata lei.

Tompa Bone

07 agosto, 01:09
Anche Francesco De Gregori veniva annualmente in vacanza a Senigallia, e a parer mio la cittadinanza onoraria se la sarebbe meritata molto di più lui. Abbiamo già abbastanza Berlusconiani, con la Vezzali cittadina facciamo filotto.

C'è chi vive di luce propria e c'è chi vive di luce riflessa

E poi si chiama Di Francisca, non Di Francisco

In piu il vero jesino prima di venire in spiaggia mangia il bombolò non va in palestra!

Onore a tutta la squadra femminile di scherma ma tutta questa sviolinata di Fiore mi sembra veramente eccessiva! Senza contare che a me la Vezzali dopo la sua partecipazione, di qualche anno fa, alla trasmissione di Vespa in cui disse: "Io da lei presidente mi farei toccare" mi sta parecchio sulle scatole!

Angelo D.

07 agosto, 09:20
indubbiamente fa caldo ......

ghost Utente Vip

07 agosto, 12:48
Concordo in pieno con Mary63.

angelo

07 agosto, 15:55
brave ragazze, ma sono iesine e sarebbe solo una forzatura farle cittadine senigalliesi! che bisogno ce n'è?

Vedo che anche il clero appoggia l'iniziativa di Mario Fiore...
http://www.viveresenigallia.it/index.php?page=articolo&articolo_id=365914

@Ombra
E' Mario Fiore che si è appropriato dell'iniziativa del clero e l'ha spacciata per propria.

Paul Manoni

07 agosto, 19:36
Il clero cittadino è talmente occupato in questa questione di "vitale importanza", del dare una cittadinanza onoraria alla Vezzali ed alla DiFrancisca, che da oltre un mese non si è accorto che in città ci sono 139 famiglie di ragazzi disabili, prive di assistenza. Non una sola parola spesa in questa deplorevole situazione.
Complimenti alla loro "difesa della famiglia", al loro "alleviare le sofferenze dei bisognosi" ed ovviamente al loro: "Con l'8x1000 avete fatto tanto...Per molti".

Riassunto dei commenti:
cloro al clero e se Fiore spara cazzate la colpa è di Berlusconi




logoEV