Bacci risponde ai parlamentari regionali: “Jesi abbandonata a se stessa da troppo tempo. Costretto ad alzare la voce per avere pari dignità”

Il Sindaco Massimo Bacci 07/08/2012 - In merito alle dichiarazioni rilasciate dai parlamentari Amati, Casoli e Magistrelli, il sindaco Massimo Bacci intende chiarire quanto segue: “Jesi è stata già troppo isolata, per non dire abbandonata a se stessa, negli ultimi 10 anni a discapito di altri territori. E questa è una verità innegabile. È proprio per non esserlo più che il Sindaco è costretto ad alzare la voce. Non pretendiamo favoritismi, lo abbiamo sempre detto, ma rispetto ed equilibrio nelle scelte.

Mi piacerebbe che i senatori Amati, Casoli e Magistrelli indicassero una sola azione svolta durante il loro mandato parlamentare a favore del territorio di Jesi e della Vallesina che si sia concretizzata con fatti e non solo a parole. A questo punto sarei pronto a porgere loro le mie scuse.

Ad ogni buon conto: da parte mia resta la piena disponibilità a collaborare lealmente. Partendo dalla pari dignità di tutti gli enti locali e di tutti i territori. E su questo terreno sarà mia cura operare affinché i parlamentari marchigiani possano incidere realmente in vista della ripresa del dibattito su due temi cruciali per la Vallesina: la sanità e la giustizia”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2012 alle 13:57 sul giornale del 08 agosto 2012 - 1119 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/CAz


angelo

08 agosto, 20:59
iesi è veramente in uno stato pietoso