Chiaravalle: centinaia di persone portano l'ultimo saluto alla maestra Giuliana

La maestra Giuliana nel ricordo degli allievi e dei genitori 30/08/2012 - La maestra Giuliana Rossi insegna tanto a tutti anche nel giorno del suo funerale. Insegna che la bontà, la soavità, la solarità sono qualità che bisogna saper esprimere anche nei giorni di malinconia e duratura tristezza.

Insegna che i suoi bambini, che le posano uno ad uno un tenero fiore sulla bara, sono i migliori testimoni di una vita da insegnante tesa alla trasmissione di valori forti come l’amicizia, la solidarietà, l’affetto, la conoscenza. Don Stefano, il giovane sacerdote che officia la messa, tramite il Vangelo di Matteo e le Beatitudini, evidenzia come Giuliana Rossi fosse prima di tutto un’educatrice, una maestra e quanto forte sia il legame che la unisce ai suoi piccoli scolaretti che seguono con tanta partecipazione e con inusuale ordine e silenzio, per bimbi così piccoli, una funzione funebre che fa traboccare di persone e di affetto la chiesta di S.Maria in Castagnola. Giuliana ha seminato bene e con grande generosità. Si vede dall’immenso dolore, però sempre composto, che attanaglia il marito Carlo, i figli Roberto e Marco, le nuore, i familiari: persone che la conoscevano bene e che non potevano non amare la dolcezza, la tenerezza, la disponibilità di una donna cui le colleghe di scuola, visibilmente commosse e con la voce rotta dal pianto, i genitori, la preside, riservano pensieri nobili e dolcissimi. Carlo, Roberto e Marco hanno volti affranti, rigati da lacrime inconsolabili ma hanno comunque la forza di stringere mille mani: sono loro talvolta a far coraggio a chi piange Giuliana. Centinaia e centinaia di persone, i giocatori della Biagio Nazzaro in divisa, amici, parenti ed anche anonimi sconosciuti accompagnano il feretro verso il cimitero. Gli occhi di Giuliana si sono chiusi ma il suo sorriso, il suo ricordo, non si spegneranno.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-08-2012 alle 14:20 sul giornale del 31 agosto 2012 - 2299 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/DhY