Stagione balneare al termine, operatori e albergatori puntano sul turismo estero

stabilimenti balneari 22/09/2012 - La stagione balneare sulla spiaggia di Velluto è ormai alle ultime battute ed è tempo di bilanci. Nonostante la bella stagione dal punto di vista meteorologico e le novità negli stabilimenti balneari dove i prezzi sono rimasti invariati o aumentati dal 5 al 10% in quelli dove il listino era fermo al 2008, oltre i grandi eventi, a Senigallia la clientela è in calo.

Ovviamente la situazione è diversificata nelle diverse zone del lungomare come spiega Giancarlo Ciccolini, presidente Sib-Confcommercio. “Le temperature sono state buone mentre, in generale, è stata meno buona l'affluenza di clienti- osserva- Ribadisco che questo è un quadro generalizzato perchè ogni stabilimento balneare, a seconda della propria collocazione e della tipologia di clientela che ha, ha registrato un numero di presenze diverso. E per ciascuno la stagione, sulla base di questa distinzione e specificità, è stata più o meno positiva”.

Tuttavia in un quadro generale giugno e luglio sono stati mesi con una presenza in calo un po' ovunque mentre ad agosto, dove sono concentrate le ferie e i grandi eventi, la situazione è migliorata. A confermarlo anche gli stessi operatori balneari che per l'estate 2012 si sono attrezzati con bar, piscine, campi da beach, docce calde e diversi servizi aggiuntivi per rendere il soggiorno dei loro clienti più confortevole e piacevole. L'affluenza di bagnanti quindi soddisfa moderatamente gli operatori turistici che lamentano principalmente un'assenza di turisti stranieri contro una clientela proveniente dall'entroterra concentrata per lo più nel weekend e nel mese di agosto.

Un segno 'meno' confermato anche dal presidente dell'associazione Alberghi e Turismo Marco Manfredi. “Le presenze registrano un segno meno ma il pericolo è scampato. La perdita registrata in questa stagione estiva si aggira attorno all'8-10%, per lo più concentrata nei mesi di giugno e luglio. Ad agosto infatti il livello di prenotazioni e presenze si attesta a quello dell'anno scorso- chiarisce- Che sarebbe stato un anno difficile lo sapevamo e lo avevamo messo in conto, soprattutto perchè la clientela di Senigallia è prevalentemente italiana”.

Gli eventi organizzati nel corso della stagione estiva sulla spiaggia di Velluto portano turisti e presenze importanti sul territorio ma non bastano per albergatori e operatori balneari che chiedono, rispettivamente, una destagionalizzazione del turismo e una distribuzione più equa sul territorio delle manifestazioni. “Bisogna lavorare in sinergia. Tutti gli operatori, le associazioni di categoria e l'amministrazione, nessuno escluso, devono operare in sinergia e creare eventi per destagionalizzare il turismo- sottolinea Manfredi- Occorre investire sul turismo estero, essendo attrattivi e bilanciando il rapporto prezzo/qualità”. “Al termine della stagione estiva sarebbe necessario un confronto tra tutti gli operatori, le categorie e l'amministrazione per fare un bilancio sull'affluenza e sull'impatto che gli eventi hanno avuto su ciascuna categoria- aggiunge Ciccolini- Infatti gli eventi come organizzati fino ad ora non portano benefici in uguale misura a tutti gli operatori. Diverso è l'impatto che questi hanno su alberghi e territorio”.

Favorevole a tal confronto anche l'assessore alle politiche economiche Paola Curzi che garantisce, per il prossimo anno, una rimodulazione nella distribuzione degli spettacoli e delle manifestazioni ma sottolinea anche la necessità di una collaborazione, seppur minima, da parte di tutti. Nessuno escluso. “Per destagionalizzare e mantenere il flusso turistico importante che Senigallia registra occorre il contributo di tutti- dichiara Paola Curzi- E poi è essenziale valutare gli spazi adatti per ogni occasione”.






Questo è un articolo pubblicato il 22-09-2012 alle 16:50 sul giornale del 26 settembre 2012 - 2573 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sudani Alice Scarpini, stabilimenti balneari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/D8G


Bene, allora iniziate subito ad incontrarvi per organizzare la prossima stagione e i prossimi impegni.
Ragionerei sull'anticipo (se possibile) di Pane Nostrum, oppure creare un qualche altro evento: perchè il "buco" tra il 31 agosto e il 15 settembre è molto grande.

Visto che Agosto e' stato ottimo e Giugno e luglio non cosi' bene, e'ora che il Summer Janboree venga spostato a uno di questi mesi, anche perche' ho constato di persona che molte sere al Jamboree c'era cosi tante gente a Senigallia che era impossibile visitarlo e goderselo bene, o trovare un bar da sedersi. Inoltre amici miei hanno
dovuto pagare troppo per un hotel mediocre durante questo evento.
A Lei Signor Sindaco la risposta?