Sanità: Ciccarelli replica alla Amati, 'Risparmiamo sulle funzioni di supporto, non cliniche'

piero ciccarelli 1' di lettura 06/12/2012 - Il direttore generale dell'Asur Marche replica alla senatrice Silvana Amati sulle critiche mosse ad alcune scelte operate dell'Asur in tema di sanità.

La sen. Silvana Amati "sbaglia bersaglio". Così il direttore generale dell'Asur Marche Piero Ciccarelli replica all'intervento della senatrice Pd Silvana Amati. "Fabriano - replica Ciccarelli - sta certamente nell'Area Vasta 2, ma nella stessa Area Vasta insistono l'Azienda ospedaliero universitaria di Ancona, che ha assorbito il vecchio Lancisi, il Salesi, l'Inrca, la casa di cura Villa Igea per limitarsi al capoluogo, senza contare le Strutture di Osimo, Senigallia, Chiaravalle, Loreto tutte inserite nella stessa fascia costiera".

"Come nelle vecchie stadere, il piatto contenente Fabriano è veramente in alto, ma perchè‚ tutto il peso sta nel piatto della costa! È vero che Torrette ha un Servizio di citologia che serve diverse strutture regionali dell'Asur, ma sono sevizi a pagamento. Perchè l'Asur non potrebbe farselo in casa? E perchè non potrebbe farlo sempre in Area Vasta 2, ma mettendo la sede a Fabriano, da dove il servizio potrebbe essere erogato negli altri territori, come oggi avviene con i professionisti di Torrette, che partendo da Ancona vanno nelle sedi periferiche dell'Asur?".

"Se la preoccupazione del depotenziamentò di Senigallia si fonda sulla soppressione della Direzione sanitaria e amministrativa di quella sede -aggiunge Cicarelli- voglio tranquillizzare la senatrice: un direttore sanitario resta nella sede di Senigallia, la funzione amministrativa resta, ma viene prevista una sola Direzione come stabilito dalla legge regionale opportunamente. Si preferisce risparmiare sulle funzioni di supporto, piuttosto che su quelle cliniche".






Questo è un articolo pubblicato il 06-12-2012 alle 18:04 sul giornale del 07 dicembre 2012 - 2059 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, giulia mancinelli, piero ciccarelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/GXx


è giusto lasciare i presidi sul territori

gli amministrativi possono stare ovunque

radom Utente Vip

09 dicembre, 14:29
Forse il sig. Ciccarelli è poco informato sulla situazione dell'ospedale di senigallia. Sarebbe opportuno che chiedesse in giro in merito ai tempi delle visite specialistiche, degli esami e della diagnostica. Considerato lo stipendio che prende una telefonata potrebbe anche farla dal suo telefono e provare a fissare che so, magari una colonscopia? altro che piatto della bilancia in alto a fabriano. il fatto è che con il presidente della giunta, fabrianese, si sta giocando in casa.




logoEV