Assalto alla Cisl, sette Precari United denunciati

i Precari United contestano la Cisl 18/12/2012 - I Precari United assaltano la sede della Cisl in viale Leopardi. Scatta la denuncia per sette di loro, accusati di manifestazione non autorizzata, imbrattamento, violenza privata e interruzione di pubblico servizio.

I sette attivisti dei Precari United, che sabato mattina hanno invaso la sede della Cisl lanciando spazzatura e letami in segno di protesta contro, secondo il loro parere, i responsabili dell'affossamento del bando a favore dei disoccupati e precari che sarebbe dovuto partire a settembre, sono stati identificati dagli agenti della Polizia intervenuti sul posto. A facilitare il lavoro degli agenti le foto del blitz e i testimoni ascoltati sul posto. Sabato mattina, alla manifestazione, hanno partecipato in tanti ma solo sette sono stati identificati. Infatti parecchi dei Precari United indossava una maschera raffigurante la faccia dell'ex consigliere Lorenzo Magi Galluzzi.

I sette identificati e denunciati ora, oltre che dei danni causati alla struttura, dovranno anche rispondere del ferimento al volto del segretario Cisl Maurizio Andreolini.






Questo è un articolo pubblicato il 18-12-2012 alle 16:49 sul giornale del 19 dicembre 2012 - 3897 letture

In questo articolo si parla di cronaca, cisl, Sudani Alice Scarpini, precari united, bando per disoccupati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HpD


Ho quasi "paura" di scivere dopo quello che è succeso l'altro giorno.......
A me piace dire quello che penso e nessuno me lo potrà mai impedire.
Chiamare attivisti certe persone è una cosa almeno strana.
E'giusto, anzi doveroso, protestare per i propri diritti, ma io domenica ho potuto vedere i volti di alcuni impiegati della Cisl, tutti preoccupati, impauriti ed alcuni addirittura segnati dalla violenza.
Quando si fa violenza, anche se si ha ragione si passa immediatamente dalla parte del torto, e chi fa violenza non va chiamato attivista ma a dir poco teppista.
Soliedarietà agli amici della Cisl di zona.

Quando qualcuno usa la violenza va solamente perseguito e condannato secondo le leggi italiane, tutto il resto sono chiacchiere e distintivo.

Commento modificato il 19 dicembre 2012

La manifestazione di legittima protesta si doveva fare, come sempre s'è fatto, con striscioni e cartelli: tutto il resto è un "extra" che doveva essere evitato.
In quanto alle accuse mosse alla CISL, dopo aver visto il video registrato dai ragazzi della contestazione, sto cercando di recuperare da qualche parte il documento "sbandierato" per leggere cosa c'è scritto.
Purtroppo una cosa è certa: le cose scritte restano, ma se la contestazione parte dal "sentito dire", perde molto di potenza.

La figura più ridicola l'ha fatta come al solito il Comune che ha usato parole di condanna, ma si è guardato bene di cacciare questi qua dalla sede assegnatagli...Mangialardi, tutte chiacchiere e distintivo.

Chiarimenti a Melgaco

19 dicembre, 11:11
Un contratto di locazione che preveda lo sfratto se si danneggiano strutture terze e totalmente estranee allo stabile affittato è impensabile a termini di legge. Nemmeno se volesse, il Comune potrebbe addurre ragioni di questo tipo per lo sfratto immediato.

Commento modificato il 19 dicembre 2012

Il problema, caro "chiarimenti a Melgaco", non è buttarli fuori.
E' averli messi dentro.

E' stato fatto l'errore e ora non possono (anzi, non potete) più rimediare.
Un'amministrazione con le palle (e non una come la vostra, che, al contrario, si fa tenere per le palle da costoro), non avrebbe fatto l'errore di metterli dentro e non si troverebbe ora nell'impossibilità di buttarli fuori.

E' inutile che condanniate e poi, con costoro, continuiate a sedervi a un tavolo per trattare sui bandi (lo dice Mancini stesso al megafono che avevate un accordo) o per mettervi d'accordo sulla loro sede o chissà su cos'altro.

Con questi non ci si siede a nessun tavolo e non gli si dà nessun locale di proprietà pubblica.
Altrimenti li legittimate.
E questi sono i risultati.

Chiarimenti a Melgaco

19 dicembre, 16:16
Perchè mi parla come se parlasse a un burocrate locale?
Io, per quel che mi riguarda, legittimo Precari United (e con loro tutti gli altri) anzi sono felice dell'azione di Precari United contro un sindacato giallo e nemico del Lavoro. Io, fosse per me, sfratterei la Cisl dall'Italia e non il Mezza Canaja da lì. Ma per fortuna di molti non sono io a comandare e tocca tenerci la pseudodemocrazia del Padrone.
Ciò non toglie che Lei abbia detto una castroneria, non avendo detto, come rettifica ora, che il Comune non doveva metterli all'arvultura ma che doveva sbatterli fuori.
Io semplicemente Le ho mostrato come ciò che pontificava non stesse nè in cielo nè in terra anche sotto l'aspetto giuridico.
Se non l'avessi ripresa, Lei non avrebbe dovuto correggersi e avrebbe fatto passare per buona la prima affermazione, evidentemente disinformante anche dal punto di vista legale.
E fare disinformazione urbi et orbi (anzi qua solo 'urbi') è cosa comunque non buona, ove fatta non volendo, e addirittura violenza all'intelletto altrui ove fatta scientemente.

Idioti Mezzacanaja

19 dicembre, 18:05
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Autonomen (già Chiarimenti a Melgaco)

20 dicembre, 07:31
Signor Melgaco, non posso leggere il Suo commento perchè mi è impossibile accedere ai commenti sconsigliati.
Se avesse la bontà di riscriverlo senza farselo sconsigliare potrei sapere che dice e dire eventualmente la mia.
L'importante è che sia qualcosa di consistente e documentabile e non qualche altra Sua esternazione estemporanea, che lascia il tempo che trova.
Grazie.

penelope

20 dicembre, 07:59
@ Marlive

Per curiosità: ti riferisci alle leggi dell'Italia repubblicana o di quella repubblichina?

Ma lei è del catasto o parla anche di politica?

Autonomen

21 dicembre, 01:01
Il mio giudizio politico sulla Cisl l'ho dato sopra e in merito a quello speravo in una sua risposta consistente e argomentata che, evidentemente, è venuta meno. Mi consenta, Melgaco, di dirle che sta perdendo colpi: aspettavo una battuta migliore. Il colpo populista non Le è riuscito sul comune che doveva sfrattarli non potendolo non le è riuscito (vede che per evitare la disinformazione servono anche i dipendenti catastali...), l'indagine sul sottoscritto nemmeno, la battuta è debole...oggi non è stata la sua giornata migliore. Speriamo che non finisca il mondo stanotte!