Chiaravalle: Fenucci, cronache da una città in declino.

Gianluca Fenucci 3' di lettura 22/12/2012 - "La Montali si è fatta liquidare con urgenza, il giorno successivo alle sue dimissioni, ben 8.300 euro di indennità. Il Pd chiede al commissario di rivedere scelte che ha votato due mesi fa. La città è sempre meno sicura".

“Il Natale è alle porte ma a Chiaravalle c’è ben poco da festeggiare. Le notizie che riguardano la nostra città sono a dir poco preoccupanti ed alcuni episodi, pur nella loro diversità, sono molto gravi. Ad iniziare dalla cartuccia di arma da fuoco posizionata all’interno del presepe installato in piazza Risorgimento, sotto al palazzo municipale. L’episodio non deve essere minimizzato e non c’è nulla da sottovalutare in un evento molto grave. A parte l’inciviltà e la pericolosità dell’autore del gesto, si deve rimarcare che il presepio è posizionato proprio in pieno centro storico, nella zona più popolata e centrale di Chiaravalle. Ci sono telecamere posizionate nell’area e, se fossero efficacemente funzionanti, avrebbero potuto fornire utili indicazioni per risalire al colpevole. Ma sembra proprio che così non sia: le telecamere sono praticamente inservibili. Ed allora torna alla ribalta il problema dell’ordine pubblico che il consigliere comunale De Angelis ed il sottoscritto avevano sollevato da mesi: occorre potenziare il servizio di polizia municipale e dotare gli agenti di ulteriori mezzi anche perché gli episodi di microcriminalità nel territorio comunale si moltiplicano ed i cittadini hanno diritto a vivere serenamente.

Altro tema all’ordine del giorno, l’esternalizzazione del servizio delle mense. Ebbene il PD chiaravallese chiede un incontro urgente con il commissario prefettizio per evitare l’esternalizzazione della mensa! Ci sarebbe da sorridere se non ci fosse da piangere: chi ha deciso di intervenire con questo provvedimento di esternalizzazione è stato proprio il PD che ha sostenuto a spada tratta l’amministrazione comunale ed il sindaco Montali. Ebbene, ora il PD chiede al commissario di rivedere quelle stesse scelte che aveva sostenuto e poi votato e ci sembra un evidente sintomo di idee molto confuse ed altrettanto labili.

Dulcis in fundo, una “chicca” che riguarda il sindaco Montali.

All'albo pretorio on line del comune di Chiaravalle vengono pubblicate quotidianamente le determine dirigenziali, spesso anche nello stesso giorno della firma degli atti. Ieri è stata pubblicata una determina di quasi 2 mesi fa, datata 30 ottobre 2012.Il titolo è "liquidazione dell’indennità di fine mandato della dott.ssa Montali". Cioè, il nostro ex sindaco si è fatta liquidare, il giorno immediatamente successivo alle sue dimissioni, 8300 euro di indennità, "vista la necessità e l’urgenza" recita la determina. Forse per pudore o per vergogna il sindaco ha poi deciso di far pubblicare la notizia all’albo pretorio ben due mesi dopo sperando, magari, che durante le feste in pochi fossero interessati a leggere i provvedimenti comunali. Questa è la realtà di una Chiaravalle in declino: ben vengano le elezioni sperando in qualcosa di effettivamente diverso e trasparente”.


da Gianluca Fenucci
ex consigliere comunale di opposizione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-12-2012 alle 16:44 sul giornale del 24 dicembre 2012 - 1836 letture

In questo articolo si parla di chiaravalle, Popolo delle Libertà, gianluca fenucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HAp





logoEV