Fusi Pecci su Vendola, Orlandoni: 'Dichiarazioni manipolate da Pontifex'

giuseppe orlandoni 22/12/2012 - In merito agli articoli di stampa apparsi su vari quotidiani on line relativi alle presunte dichiarazioni del vescovo emerito mons. Odo Fusi Pecci apparse sul sito Pontifex.roma.it si fa presente quanto segue. Mons. Odo Fusi-Pecci è il vescovo emerito di Senigallia, non più responsabile della diocesi dal 1997 ed ha 92 anni.

Dopo che il sito Pontifex.roma.it ha riportato alcune sue dichiarazioni virgolettate in merito alle unioni omosessuali definite manifestazioni del demonio e Vendola un pervertito, abbiamo interpellato Fusi-Pecci che riferisce di non aver minimamente detto quelle frasi, né che sono in linea con il suo pensiero. L’intervista telefonica che gli è stata fatta è stata manipolata a causa della sua difficoltà nell’udito. La differenza tra le richieste degli omosessuali e l’insegnamento della Chiesa – come tutte le differenze di idee – fanno parte della convivenza nella stessa società, ma non possono e non devono essere occasione di discriminazioni e di offese.

Il vescovo di Senigallia, Giuseppe Orlandoni tiene a dire: “Sono molto amareggiato di quanto pubblicato dal sito Pontifex.roma.it. Il vescovo emerito Fusi Pecci si è sempre distinto per la sua mitezza, per la capacità di saper annunciare con verità il Vangelo senza mai condannare alcuna persona. Nella nostra diocesi è amato e ricordato proprio per il suo ministero autorevole ed accogliente al tempo stesso. Evidentemente c’è chi, per creare divisione e sollevare polemiche strumentali si è approfittato per estorcere dichiarazioni la cui durezza ha poco a che fare con il suo pensiero”.

Dispiace profondamente la sofferenza che si è creata a causa di questa notizia non vera rimbalzata di giornale in giornale. Sarebbe bastata una verifica in diocesi per non montare alcuna questione.
“Più volte ho richiamato gli operatori dell’informazioni alla sobrietà e alla verifica di quanto rilanciano – dice ancora di vescovo Orlandoni – ma evidentemente questo appello è caduto nel vuoto. Confido nella capacità dei lettori di saper distinguere la buona informazione da quella, come in questo caso, mediocre e senza alcun scrupolo nel ferire sensibilità e rispetto della verità”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-12-2012 alle 16:46 sul giornale del 24 dicembre 2012 - 6738 letture

In questo articolo si parla di chiesa, attualità, giuseppe orlandoni, senigallia, diocesi di Senigallia, vescovo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HAr


Commento modificato il 08 gennaio 2013

E adesso mi aspetto le bordate dei dietrologi, e di quelli che dicono che questo è un articolo per correggere un danno, e di quelli che sanno il vero pensiero del Vescovo emerito, e di quelli che poi su questa cosa rilanceranno le ennesime accuse a tutta la chiesa urbi et orbi etc.
Ormai è la prassi: siamo pur sempre il Paese di Peppone e Don Camillo.

PS: Auguri e tante camomille a tutti!

Paul Manoni

22 dicembre, 17:21
@Daniele

Perchè "dietrologi"???
Basta andare su Pontifex anche oggi, per vedere come il sito CATTOLICO, non smentisca affatto le parole di Odo, ma anzi rincari la dose, come tradizione e dottrina cattolica prevede.

http://www.pontifex.roma.it/index.php/editoriale/il-fatto/13591-stupore-per-le-parole-del-monsignore-su-vendola-ma-siamo-ancora-cattolici-

Dall'articolo...

"Ho notato un certo stupore per le chiare parole del vescovo emerito di Senigallia su Vendola e sulle unioni gay. E, francamente, non capisco. Monsignor Fusi Pecci è un vescovo vecchia guardia, di quelli abituati al sì, sì, no, no. Insomma, non gira attorno al problema. Il Prelato non ha espresso valutazioni politiche su Vendola, ma si è limitato a dire che, secondo la morale cristiana, l'unione tra due uomini o due donne è depravata."

Insomma, quando Bruno Volpe, Odo Fusi Pecci ed Orlandoni si metteranno d'accordo tra loro, basta che lo fanno sapere presto...!

Altrimenti tra dichiarazioni e contestualizzazioni, dietrofront e supini servi della Chiesa che nel difendere la loro religione, fanno figura barbine nei blog di mezza Italia, si rischia davvero che le pecorelle scappino tutte, e che diventi davvero difficile rincorrerle a quell'età!!

Dai, sù. Odo Fusi Pecci, "non sente" e se sente quelle cose le ha dette "a sua insaputa"...Tutta colpa dei giornalisti komunisti!

La bassezza del livello che è stato raggiunto con questo teatrino, che non muta di una virgola l'intolleranza e le discriminazioni della Chiesa nei confronti della minoranza omosessuale, rimarra incisa nella storia di questa città, che ha inevitabilmente pagato il prezzo più alto, finendo sui giornali di tutta Italia. Non per le sue spiaggie. Non per il suo Turismo. Non per la sua bellezza...Ma perchè un Vescovo affetto da palese DEMENZA SENILE, l'ha fatto fuori dal vaso insieme ai suoi compri di merende di PointifeSS.

Complimenti.

Commento modificato il 28 dicembre 2012

Daniele_Sole sei forse tu un profeta?
Hai azzeccato la previsione, il primo è subito arrivato e non poteva essere che lui: Paul Manoni.
Se si insulta la Chiesa pronti Paul prende la vespa e va a tutto gas ma purtroppo anche a testa basta e quindi non va diritto, attento che sbandi: ti concedo (ma non ammetto) che il vescovo Odo abbia sbagliato, perchè dire che la Chiesa sbaglia, l'errore è di un vescova fra l'altro ultranovantenne, non fate di tutta un erba un fascio.
E poi che il vescova possa aver macchiato l'immagine della città?
(Qui Paul arriva ai più alti livelli della sceneggiata Meroliana).
Mica tutti, scusate la ripetizione, fanno di un erba tutto un fascio come te inoltre Odo è da anni un vescovo in pensione vive a Senigallia ma se non sbaglio è nato a Cingoli (chissa se anche li avrà inciso una macchia indelebile.....)
Basta per favore basta è quello che sembra dire il vescovo Orlandoni vedendo l'azzeccatissima foto inserita inquesto comunicato.

Paul Manoni

22 dicembre, 21:04
@latotola
Certo, adesso è addirittura La Chiesa che viene insultata, come no!
Leggiti o rileggiti 1984 di Orwell. Il "bipensiero" è descritto piuttosto autorevolmente e dovresti riuscire a capirlo.

E visto che ti trovi, rileggi pure il mio commento, che forse qualcosina non l'hai capita. Ma solo qualcosina.

La sceneggiata l'hanno mandata in onda i tuoi amichetti, non certo io.

La foto di Orlandoni che usa VS è quasi sempre quella...Dev'essere che comincia ad abituarsi a dire basta.

ghost Utente Vip

22 dicembre, 21:48
Sarò sicuramente un "dietrologo" come di ce Daniele Sole, ma questo articolo puzza tanto di dichiarazione per "raccattare i cocci del vaso" ...

Commento modificato il 22 dicembre 2012

Paul Manoni come detto sull'art. dell'esponente del Pdl Cecconi Massi.
NO comment.

Qualcuno mi ha chiesto la dimostrazione dell'esistenza di Dio, impossibile accontentarvi, la fede è un dono non ha bisogno di dimostraqzione, ma per chi vuol avere risposte consiglio di leggere uno dei libri di Antonello Zichichi: "PERCHE' CREDO IN COLUI CHE HA FATTO IL MONDO" con pochi soldi (13,60 euro) e qualche ora di tempo potrebbe trovare l'ispirazione.

Paul Manoni

23 dicembre, 07:18
latotola
Per "fede" si può "credere" anche agli unicorni, alle sirene, ai draghi, ed ai ciclopi. Per "fede" si "credeva" all'esistenza di Zeus, Odino o Manitou. Per "fede" si può perfino "credere" alla Teiera di Bertrand Russell che orbita tra la Terra e Marte intorno al Sole. Tu non la vedi...Devi avere "fede" e "credere" che esista. Non cercare quindi di dimostrare ciò che non può essere dimostrato.

Per smontare i vaneggiamenti di Zichichi, che CREDE in un creatore, è sufficente applicare il Principio di Guglielmo di Ockham. Cambia letture quindi. Dalla Hack, ad Hawkins, da Odifreddi a Piero Angela, passando per Premi Nobel come Steinberger, Axelrod, Kroto, Dulbecco, Benacerraf, Pauling, Crick, Medawar, Curie, Watson, Dirac, Boyer, Feynman, Gell-Mann, Weinberg, Hauptman, Levi Montalcini, Lehn, Monod e Skou, sono certo che puoi trovare letture scientifiche migliori.

E ciò non toglie che le tue argomentazioni sono fallaci. Il tipo di fallacia a cui stai facendo ricorso, si chiama "ricorso alla popolarità". Sfrutti la leva dell'approvazione della vulgata per Zichichi. La maggior parte della gente approva X ed ha emozioni favorevoli verso X (dove X=Zichichi), quindi X dice il vero. I panni del teologo ecumenico li vesti magistralmente.

Non essere seccato se ci sono individui che non hanno bisogno di dio per essere ispirati o per trovare l'ispirazione. Se le persone voglio "comprare" cio che vendi (dio), saranno loro, di loro libera scelta ad avvicinarsi al prodotto.

Detto ciò. Adesso vado a perdere il mio prezioso tempo con personaggi più pittoreschi, ma sicuramente più interessanti. Buona giornata.

Bona giornata anche a te.
Per ilresto: NO COMMENT.

La fede qui non c'entra niente.
C'è un uomo libero (di chiesa) che è Fusi Pecci e uno schiavo (sempre di chiesa) che è Orlandoni.
Schiavo della peggior religione che possa esserci: il politically correct.
Oltre che schiavo, peraltro, è pure bugiardo, visto che viene clamorosamente smentito.

melgaco..... eccezionale sintesi

Dirò una cosa che sembrerà un po' controcorrente ma io penso che la Chiesa abbia il diritto a dire chi vive secondo i suoi precetti e chi no, ha ragione a dire che Vendola non vive secondo i precetti biblici, invece definirlo pervertito è un'esagerazione forse equiparabile a odio razziale su sfondo di orientamento sessuale; nel darle ragione (alla Chiesa) ricordo però che la condanna vale anche per chi vive more uxorio, chi tradisce il coniuge, chi divorzia, chi fornica e molti altri casi, a meno di voler interpretare la legge biblica per gli amici e applicarla solo ai nemici (ideologici o d'altro tipo). Ad ogni modo credo sia meglio che la Chiesa si sia espressa onde far chiarezza su dove è la tolleranza e dove non è; sarebbe opportuno ora che anche Vendola facesse chiarezze e, con coraggio e intelligenza, prendesse le distanze sia per motivi personali sia nell'interesse di un vero laicismo progressista e social riformatore che dovrebbe rappresentare pubblicamente. Insomma Vendola, dì qualcosa di sinistra invece di fare sempre l'italiano che mette insieme il diavolo e l'acquasanta in un costume tutto italiota di cercare sempre l'inciucio, il trasformismo (nel senso ottocentesco), l'annacquamento ideologico ecc. ecc.
A lui l'ardua sentenza, a tutti intanto buona festa pagana del Sole Invitto dai cristiani rietichettata Natale. Atei, laici, pagani, musulmani e persino cristiani, passata tutti serene festività...

giogo giorgio

24 dicembre, 17:03
Io sono Cattolico, ma non condivido quanto scrive Pontifex, giornale chiaramente conservatore di cristiani-talebani...Chiaro??Buon Natale

io non sono cattolico né cristiano e da buon non credente conosco molto bene sia la Bibbia che la dottrina cattolica; penso che Pontifex abbia ragione; tutte queste sciocchezze che la Chiesa si deve rinnovare, deve stare al passo coi tempi ecc. ecc. ma scherziamo, se la Bibbia è parola di Dio, se la Chiesa è la Chiesa di Cristo ispirata dallo Spirito Santo i precetti che si è data NON SONO NEGOZIABILI, sono quelli una volta per tutti. Se nella Bibbia c'è scritto che i miopi sono impuri, allora sono impuri, fine! Se nella Bibbia si dice che le adultere vanno lapidate, vanno lapidate senza tante chiacchiere, fine. E che, adesso ci mettiamo a discutere con i precetti della divinità?
Se qualcuno non riconosce questi precetti NON è CRISTIANO PUNTO, chi vuol essere cristiano deve rispettare tutto ciò che è nella Bibbia. C'è poco da discutere, o si è seri o si è schizofrenici!
La Chiesa non si deve aggiornare, ammodernare, secolarizzare altrimenti NEGA IL PRESUPPOSTO SU CUI PRETENDE DI ESSERE FONDATA.
Suvvia, ve lo devo dire io da outsider?

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Il nostro Vescovo è stato più volte definito "progressista" e mi sembra dono raro di questi tempi.. è chiaro che ha cercato di "sminuire" la cosa mi sembra normale..
avrà sbagliato? chissà.. è pur sempre un uomo.. questi attacchi mi sembrano fuori luogo..
quanto alle presunte frasi di Fusi Pecci.. da paura se fossero vere..

ciò che invece più fa vomitare è il bigottismo di pontifex.. gente di un'ipocrisia senza limiti.. senza scrupoli direi...e parlano di Vangelo.. ma va va..
buon Natale! :)

Non ritengo il sito pontifex degno della mia attenzione, perciò per quanto mi riguarda tornerà nel limbo dei siti ignoti dov'è stato finora.
Continuerò ad essere un cristiano praticante facendo bene a meno di lui.