Monte San Vito: lista civica, Giunta Sartini, non ti smentisci mai!!

Lista Civica Insieme per Monte San Vito 4' di lettura 23/12/2012 - Alla luce del piano delle opere pubbliche approvato dalla Giunta Sartini (delibera nr. 116 dell'11 Ottobre 2012), nonché a seguito delle considerazioni che abbiamo già espresso in merito alla situazione dell’edificio scolastico “F.lli Grimm” (scuola materna del Capoluogo), torniamo sull’argomento e diamo conto delle informazioni acquisite nel frattempo.

Con un’interrogazione indirizzata al Sindaco Sartini, infatti, abbiamo chiesto spiegazioni in merito ai lavori effettuati presso questa scuola. A che cosa sono serviti questi lavori? Hanno permesso l’adeguamento alla normativa antisismica oppure no?

In definitiva: l’edificio della “F.lli Grimm” è oggi sicuro?

Per meglio mettere a fuoco la questione, aggiungiamo che l’adeguamento antisismico, come proposto dal tecnico che si è occupato della scuola “F.lli Grimm”, coincide con un intervento “pesante” che come tale prevede la demolizione e la ricostruzione di una porzione dell’edificio, nonché la realizzazione di un pilastro mancante e l’effettuazione di più interventi su pilastri vari. La relazione formulata dal tecnico nel 2011, infatti, dimostra forti carenze sismiche da eliminare, espresse numericamente con un indice di vulnerabilità pari a 0.23. Tant’è che questa relazione, come si vede, fotografa la situazione di un edificio con risorse appena sufficienti a sopportare un sisma con “tempo di ritorno” pari a 30 anni (il "tempo di ritorno" coincide con il valore medio del tempo che separa un evento sismico da quello successivo, e cresce al crescere della grandezza dei terremoti). Infatti l’intervento indicato dal tecnico, per la realizzazione del necessario adeguamento, è finalizzato a far sì che l’edificio raggiunga ben altra capacità di resistenza, cioè la capacità di fronteggiare eventi sismici con “tempo di ritorno” pari a 280 anni.

A tal proposito, abbiamo sempre rimarcato l’urgenza di risolvere compiutamente il problema, perché la messa in sicurezza della scuola è una PRIORITA’ e come tale va riconosciuta.

Come sopra detto, occorre intervenire in maniera puntuale e “pesante”, tant’è che l’edificio della “F.lli Grimm”, dobbiamo ricordarlo, necessita di essere messo in sicurezza con un intervento che costa 350.000 euro. Detto ciò, veniamo al punto…. perché questo significa, come più volte abbiamo detto, che per la sicurezza dell’edificio serve un intervento DIVERSO da quello realizzato. Ciò nonostante, l’Amministrazione Sartini non se ne occupa e anzi rimanda al 2014 l’adeguamento antisismico.

Già in occasione del piano delle opere pubbliche 2012/2013/2014, come da confronto avvenuto in sede di Consiglio Comunale, chiedemmo attenzione per il problema della "F.lli Grimm". Lo facemmo nell' ambito di un confronto dove all'Amministrazione, oltretutto, si diceva di dedicare spazio e tempo non soltanto alla questione della scuola materna, ma più in generale alle diverse urgenze della comunità. Inascoltati, parlavamo sia della messa in sicurezza dei plessi scolastici, sia della residenza protetta per anziani (ex casa di riposo). Già nel corso di quella discussione (Dicembre 2011/delibera di Consiglio nr. 132), chiedemmo che l'intervento per la "F.lli Grimm" fosse riconosciuto appieno nella sua importanza, che fosse anticipato e quindi spostato all'annualità 2012. Ma la maggioranza (Pd, Idv, Psi, Mre) rispose di NO.

Oggi che per l'intervento alla "F.lli Grimm" viene riconfermata l'annualità 2014, riteniamo di dover tornare sulla questione.

Naturalmente, a cominciare dall'esito degli approfondimenti che abbiamo fatto, ovvero dalle risposte ottenute. Risposte che confermano le nostre considerazioni di sempre.

E’infatti lo stesso tecnico a dirci che:

1. I lavori effettuati presso la scuola materna “F.lli GrimmNON sostituiscono l’intervento di miglioramento sismico. Riguardano, cioè, il problema delle fessure presenti nell’edificio, hanno lo scopo di contrastare la sensibilità delle fondazioni all’umidità del terreno, ma non permettono un intervento specificatamente antisismico. Sebbene contrastata l’insufficiente profondità di posa di alcuni pali, resta la necessità di procedere affinché l’edificio possa compiutamente fronteggiare le azioni sismiche;

2. L’edificio della scuola materna “F.lli Grimm” è oggi “più pronto” di fronte all’eventualità di un’azione sismica, ma non ha visto modificarsi l’indice di vulnerabilità, che è rimasto dello stesso valore certificato con le verifiche sismiche del 2011”.

Dunque è vero tutto quanto dicevamo: serve un adeguamento a cui l’Amministrazione non provvede, e noi riteniamo giusto darne conto, nonostante le accuse che tanto spesso ci vengono rivolte. Non si tratta di allarmismo. Piuttosto, vogliamo rappresentare un problema esistente, perché è fuor di dubbio che non lo si possa trascurare. Ci sono delle esigenze da affrontare e appunto per questo non possiamo accettare che vengano rimandate.

Altro non facciamo che dire il vero, tant'è che restiamo a disposizione di quanti vorranno visionare le risposte fornite alla nostra interrogazione.

Ci preoccupa l'azione amministrativa della Giunta Sartini. Ci preoccupa fortemente e peraltro in vario modo. Abbiamo una coalizione di governo targata Pd-Idv-Psi-Mre che non cura le vere esigenze di Monte San Vito e per di più, come s'è visto tante volte, se ne allontana. Arranca visibilmente, dedicandosi ad azioni non prioritarie che però, in tutta evidenza, ritiene vantaggiose in termini di immagine, sebbene costosissime e distanti dai veri problemi.

Né ritiene di ascoltare quello che la cittadinanza, spesso sgomenta, ha da dire.

Giunta Sartini……… non ti smentisci MAI!!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-12-2012 alle 11:15 sul giornale del 24 dicembre 2012 - 1550 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san vito, Insieme per Monte San Vito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HA6





logoEV