Maiolati Spontini: consegnati gli “Spontini d’oro” al gruppo missionario, a Cesaroni e a Elce Fabbretti

I premiati dello Spontini d'oro 3' di lettura 27/12/2012 - Chiesa di Santo Stefano gremita, ieri sera (26 dicembre) a Maiolati Spontini per la consegna della civica benemerenza “Spontini d’oro”, il riconoscimento voluto dall’Amministrazione comunale e destinato a quanti contribuiscono “alla crescita sociale e civile del Comune”.

Alla cerimonia per la terza edizione dell’onorificenza era presente anche il vescovo Gerardo Rocconi, insieme al sindaco Giancarlo Carbini che ha presentato l’iniziativa come “un grazie da parte di tutta la comunità a quanti operano in silenzio e con disinteressata dedizione”. La benemerenza è intitolata a Spontini “genio musicale e grande esempio di munificenza e di generosità”.

Una bella atmosfera, grazie al folto pubblico intervenuto, e una commozione palpabile, da parte dei premiati, hanno contraddistinto la cerimonia. I destinatari della benemerenza, tutti del mondo della volontariato, sono stati il Gruppo missionario di Maiolati Spontini, Lorenzo Cesaroni e Corrado Elce Fabbretti. Gli insigniti sono stati selezionati dalla relativa commissione consiliare sulla base delle segnalazioni e delle proposte di candidature pervenute al Comune.

Per il Gruppo Missionario hanno ritirato la civica benemerenza le signore Davina David e Annamaria Magrini, che hanno ricordato con particolare commozione alcune delle volontarie e fondatrici del Gruppo. Lorenzo Cesaroni, un giovane di 31 anni, fra l’altro componente della famiglia più numerosa del Comune (ha sei fratelli), è stato premiato per l’attività di volontario dell’associazione italiana guide e scout d'Europa cattolici. “Ha impegnato il proprio tempo e la propria energia a vantaggio degli altri”, ha spiegato il sindaco, che non ha mancato di sottolineare la curiosità di come Lorenzo sia zio di Samuele Cesaroni, il bimbo nato in casa dopo 38 anni dall’ultima volta di un parto fra le mura domestiche nel Comune. Il signor Fabbretti ha ricevuto la civica benemerenza perché “disponibile, preciso, puntuale, paziente. Si è sempre prodigato per gli altri con la gentilezza e il sorriso”. Doti tanto connaturate che, al momento di ricevere il premio, ha ripetuto la propria convinzione di “non aver fatto nulla di particolare, anche perché è stato più quello che ho ricevuto che quello che ho dato”.

I calorosi applausi del pubblico hanno ribadito la bontà delle scelte della Commissione dello Spontini d’oro: scelte fatte tutte all’unanimità. La serata si è svolta insieme al concerto della Filarmonica Gaspare Spontini diretta dal Maestro Gabriele Bartoloni, in occasione dei festeggiamenti della festa del patrono di Maiolati Spontini capoluogo.

Nella prima edizione, i personaggi premiati furono gli scomparsi Alfio Borgiani, storico maestro di Moie, e la fondatrice della sezione locale dell’Unitalsi Maria Ridolfi Ottavini, insieme a una coppia, Giuseppe Gattei e Carmela Filippone, impegnata nel sostegno agli anziani della Casa di riposo di Maiolati Spontini. Nel 2011, le benemerenze andarono alla volontaria Rita Cardinali e all’artista Dionisio Cimarelli. Quest’ultimo è intervenuto alla cerimonia di ieri, mentre nella scorsa edizione non era potuto essere presente per i suoi impegni a Shangai in Cina e aveva delegato al ritiro del premio la mamma Maria Dragoli.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-12-2012 alle 12:01 sul giornale del 28 dicembre 2012 - 3180 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HFe