Primarie Pd: Beatrice Brignone, 'Io parlamentare a progetto'

beatrice brignone 2' di lettura 27/12/2012 - Ho 34 anni, un marito, due figli, una laurea in giurisprudenza e un contratto a progetto in una società informatica. La mia decisione di candidarmi alle primarie per i parlamentari, nasce proprio da un progetto politico che ha inizio con questo monito: occuparsi del Paese.

Il Paese che vorrei. Il Paese che vorrei ha una classe politica che vive un incarico pubblico come un servizio a tempo determinato: due mandati sono più che sufficienti per portare avanti un progetto di Paese, poi si torna con soddisfazione al proprio lavoro e alla propria vita privata. Il Paese che vorrei ha bene in mente l’articolo 54 della Costituzione, per cui, chi ricopre funzioni pubbliche, deve adempiere tali funzioni con “dignità e onore”, non è sufficiente il solo rispetto della legge, come per un cittadino qualsiasi.

Il Paese che vorrei declina la politica al femminile, favorendo i nidi pubblici e aziendali, i congedi di paternità obbligatori, il part-time e il telelavoro, le case del parto e i consultori e affronta con serietà il drammatico dilagare della violenza sulle donne. Il Paese che vorrei investe in scuola, cultura, innovazione, ricerca e merito. Il Paese che vorrei considera ambiente, acqua e salute beni comuni da proteggere con forza. Il Paese che vorrei mette al centro la dignità del lavoro, e, in cima alle priorità, la lotta alla precarietà prevedendo un contratto unico con uguali diritti, un salario minimo e un reddito di cittadinanza.

E nel Paese che vorrei non bastano le primarie, ma servono anche le “doparie”, perché una volta eletti si renda periodicamente conto dei propri risultati agli elettori e se ne accetta l’esito. In un Paese in cui la politica non funziona, bisogna cambiare la classe politica e in un paese che ha la classica politica più anziana del mondo, devono farsi avanti quanti credono che sia arrivato il loro momento. Questo è il nostro tempo. Questo è il paese che vorrei. Vi chiedo di sostenermi con un voto alle primarie per i parlamentari del 30 dicembre per portare avanti, tutti insieme, un progetto. Un parlamentare a progetto: Beatrice Brignone.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-12-2012 alle 20:55 sul giornale del 28 dicembre 2012 - 5751 letture

In questo articolo si parla di attualità, beatrice brignone

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HGu





logoEV