Canti: esco dall'IdV e passo alla Città Futura, ma senza un partito

stefano canti 1' di lettura 30/12/2012 - Praticamente in contemporanea con l'uscita di Enzo Monachesi dall'Italia dei Valori anche il Portavoce senigalliese Stefano Canti del partito ne esce e passa con La Città Futura.

La motivazione, in entrambi i casi, è la decisione di Antonio Di Pietro di non presentare il simbolo dell'IdV alle prossime elezioni politiche, ma di inserire i candidati dell'IdV nella lista "Rivoluzione Civile" di Ingroia.

Monachesi, come la maggior parte degli esponenti dell'IdV marchigiano hanno aderito al movimento di Donadi "Diritti e Libertà". Stefano Canti ha preso una strada diversa: "Stimo Donadi, che è stato mio dirigente, ed apprezzo il suo movimento, ma non è quello il mio movimento. Ho preferito aderire a La città Futura, ma lo farò senza aderire ne ai Verdi, ne a Sel ne ai Comunisti Italiani".






Questo è un articolo pubblicato il 30-12-2012 alle 19:19 sul giornale del 31 dicembre 2012 - 3186 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, politica, idv, La Città Futura, stefano canti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HLe


Eppur si muovono...quando la poltrona traballa, o te la sfilano da sotto le natiche, si corre alla disperata ricerca almeno di una sedia...il trasformismo val bene una cadrega!

E per qualcuno è ormai una moda viaggiare in tutto l'arco politico accasandosi una volta qui e una volta là...l'importante è accasarsi perchè sarebbe dura, per qualcuno, uscire fuori dalla stanza dei bottoni...

"noi dell'italia del valori" scompare: finalmente!!! come faremo senza costoro?? dei loro comunicati sul nulla!! cerca una nuova casa il Canti. Non credo che una formazione politica seria possa prenderselo.
saluti

Viva il balleto macabro delle poltrone!!!

Marlive e piccolino anch'io avrei risposto così, non conosco la persona, ma è sicuramente giovane.
Gli do fiducia e gli dico: Continua a far politica per cambiarla in meglio, stai attento però perche c'è un grosso rischio: ci si stanca a lottare e ci si potrebbe allineare ai vecchi marpioni pur di non uscirne.
Hai la faccia intelligente, fai come i camionisti, se senti l'abbiocco FERMATI SUBITO ED ESCI.

A me sembra che il giovanotto abbia già capito molto bene come funziona!

Mo' ve lo piate voi e so affari vostri a gestirlo!

Certo che anche se giovani ci si abitua subito ai metodi della vecchia politica.
Se voleva uscire lo poteva fare da tempo, sapendo dall'interno com'è l'idv, come al contrario hanno fatto tanti altri in tutt' Italia.
Per coerenza dovrebbe anche lasciare il posto nel consiglio di amministrazione dell' ex Irab, visto che non rappresenta più la quota di quel partito. Ma qui sarebbe chiedere troppo.....

E' vero come capogruppo di "Città Futura" gli ho offerto una poltroncina...quella per bere insieme una birra! E' l'unica cosa che può offrire il movimento "Città Futura"!!!

Icarus, hai ragione chi viene eletto o nominato in quota ad un partito, se si cambia SCHIERAMENTO, la cosa può succedere, bisogna lasciare quello che si è ottenuto.
Troppi hanno cambiato senza lasciare le cariche, io la chiamerei: TRUFFA CONTRO IL POPOLO ITALIANO

Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV