Stop alle visite ai nei e presto nuovo primariato vacante: Volpini, 'Sanità depauperata'

fabrizio volpini 2' di lettura 30/01/2013 - La sanità senigalliese affetta da un lento ma progressivo depauperamento dei servizi. L'allarme è lanciato dall'assessore al ramo Fabrizio Volpini che tiene alta la guardia su una preoccupazione da tempo diffusa fra gli addetti ai lavori e soprattutto fra i cittadini.

Dai primariati che restano ancora vacanti, alla mancata sostituzione di macchinari che bloccano le visite mediche. Segnali importanti di una sanità che vacilla.

In questa fase iniziale di costituzione dell'area vasta, la nostra ex zona territoriale 4 è lasciata troppo indietro -lamenta l'assessore Volpini- è ad esempio scandaloso, oltre che bisogni attendere otto o nove mesi per un controllo, che lo strumento utilizzato per le visite dermatologiche ai nei non sia più idoneo all'utilizzo e che, non essendo stato sostituito perchè costa 6 mila euro, le stesse visite sono state sospese. Da qualche tempo ecco quindi che al Poliambulatorio non si effettuano più esami così importanti per la prevenzione dei melanomi”.

Ma non solo. Anche se la scorsa settimana è stato nominato, dopo mesi di vacatio, Arduino Samorì quale nuovo primario del reparto di Medicina, di fatto i primariati considerati strategici ancora vacanti sono troppi. E da aprile alla lista dei reparti ancora senza primario di otorino, laboratorio analisi e radiologia se ne aggiungerà un altro. “Tra qualche mese anche Cardiologia non avrà più un primario (per via del pensionamento del dirigente Nino Ciampani ndr) -osserva Volpini- mi risulta che in ospedali simili al nostro come Jesi e Fabriano siano già state espletate le procedure per le nomine dei nuovi primari di cardiologia. Non vorrei che questo reparto facesse la fine di quelli di Otorino, Radiologia e Laboratorio Analisi, che da mesi attendono la nomina dei nuovi primari. Si tratta di reparti strategici che non possono restare senza guida”.

Il timore è che si assista ad un lento depauperamento dei servizi e delle risorse, anche umane, dell'ex zona territoriale 4. “Traspare un depotenziamento dei servizi, sia a livello di Poliambulatorio che di presidio ospedaliero -conclude Volpini- e questo stride con le situazioni più floride che vivono ospedali di rete come il nostro come quello di Jesi e Fabriano. Ovviamente questa discrepanza non va nella logica dell'area vasta in cui c'è la necessità di razionalizzare ed eliminare eventuali doppioni”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-01-2013 alle 23:55 sul giornale del 31 gennaio 2013 - 4156 letture

In questo articolo si parla di sanità, cronaca, fabrizio volpini, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/IQl


Queste dichiarazioni di Volpini lo caricano di ridicolo perchè assomigliano a quelle che da anni fa la gente comune di Senigallia e della valle del Misa solo che la gente comune le fa avendone tutto il diritto; Lui invece, essendo uno dei più importanti responsabili di quello che succede, dovrebbe saper dare risposte a questi problemi. Quindi a Volpini bisogna dire che non c'è bisogno che ci avvisi di quello che sta succedendo perchè la gente lo sa già. E' ora che i responsabili della sanità senigalliese e della valle del Misa facciano qualcosa affinchè questo non succeda, ci vogliono azioni politiche forti, non solo chiacchiere. Ci stiamo avvicinando alle elezioni, probabilmente è proprio questo il momento di impuntarsi per ottenere qualcosa che eviti l'oblio del nostro ospedale

Se un'azienda è gestita male si può dire che il proprietario non ha saputo gestire adeguatamente tale azienda.
Le ASL sono aziende particolari, gestite dalla politica. In questo caso si potrebbe dire che i politici, tra cui Volpini, non sanno fare il loro mestiere e a rimetterci sono tutti gli abitanti di Senigallia e del suo entroterra.

Francescocon, che c'entra Volpini?
L'Asur è di competenza regionale, non comunale.

L'ASUR è si di competenza Regionale, quindi loro fanno e dispongono come meglio credono, ma allora CANCELLIAMO la figura dell'Assessore Volpini (così risparmiamo anche) se non ha voce in capitolo o è ininfluente.
Diversamente invece, pur essendo di competenza Regionale, l'Assessore di competenza è quella persona che dovrebbe "incavolarsi" e "sbattere i pugni" sui tavoli per far valere le valenze e le ragioni locali!
Invece cosa accade? Accade che l'Assessore Volpini ci informa dei disservizi, e come dice giustamente CEPPO, i disservizi li conosciamo tutti benissimo, quello che invece a noi sono sconosciute sono le "risposte" che dovrebbe dare la politica ai disservizi e che invece non da.
L'Assessore Volpini, politico di lungo corso, è lo specchio dell'inutilità della politica e deisuoi sitemi fino ad oggi attuati.
Forse si andrà meglio in Italia quando, andando a votare, si avrà il coraggio di mandare a casa tutto il vecchiume politico che ragiona e opera sempre contro il popolo, eleggendo persone nuove e normalissimi cittadini che, sicuramente, affronterebbero i problemi molto meglio, rompendo lobby e interessi della politica.
Cosa difficile questa, perchè tutti i partiti continuano a mettere nelle liste i loro dinosauri, e non persone normali, ben mascherando il tutto con una apparente democrazia chiamata PRIMARIE, che oltre che levare ogni volta 2 euro a NULLA SERVONO!
Quando si capiranno questi intrecci e giochi politici allora forse si potrà cambiare, ma se si continuerà con i paraocchi perchè indottrinati a fare sempre quello che i partiti decidono e quindi senza usare la propria testa e la propria materia grigia, questi saranno i risultati.
Spigatemi poi il senso del comunicato dell'Assessore Volpini che non ha fatto altro che fare un "elenco della spesa", spesa che era già stata ampiamente documentata diversi mesi fa, e l'elenco prevedeva tutti i disservizi.
Oggi, anzichè darci risposte, l'Assessore Volpini ci rifà l'elenco...non c'è che dire, siamo super informati e MAL GUIDATI!
Mi raccomando ora, il 24 e 25 febbraio, continuate pure a votare i DINOSAURI della politica, così andremo dritti dritti allo scatafascio!

scusa dragodargento
ma Volpini è un esponente politico della stessa "area" che gestisce, come detto qui sopra, la ASL a livello regionale?
In politica, finora, ha contato e conta chi ha saputo ottenere il massimo per i propri elettori (purtroppo, mi tocca ricordare il famoso "zio Remo").
Siccome Volpini è assessore anche con delega alla sanità in un comune importante come quello di Senigallia, e il risultato è quello da lui stesso descritto in questo articolo, dovrebbe trarne le conseguenze anziché fare la lista di quello che non va.
Se per te non c'entra nulla non fa niente, ognuno è libero di pensarla come vuole.

@Marlive. Ma si è messo a fare propaganda per il Movimento 5 Stelle? :O

Quoto Ceppo. I problemi sono conosciuti (anzi previsti e propagandati) da anni. Sarebbe il caso di avere delle risposte....e non delle promesse pre-elettorali




logoEV