Fiore al Pdl-Ppe: 'Uscire dal Vivi Senigallia? L'opposizione pensi agli affari di casa sua'

mario fiore 2' di lettura 02/03/2013 - In merito al comunicato del Gruppo Consiliare Ppe-Pdl che mi cita chiedendendomi di uscire da Vivi Senigallia, volevo fare alcune puntuali considerazioni.

Sono rimasto sinceramente perplesso e sfavorevolmente sorpreso per questa intromissione a gamba tesa nelle scelte di fondo di Vivi Senigallia, tirando in ballo il mio nome in modo non consono e fin troppo in libertà e se da un lato ringrazio per gli apprezzamenti il Gruppo Consiliare verso la mia persona, che comunque attestano il mio continuo e costante impegno, nel mio piccolo, nel ruolo di Consigliere fin qui svolto, dall' altro dico che questo in futuro non sarà più permesso. Questo fatto e' grave nessuno si può permettere di entrare in casa di altri senza neanche bussare. Premesso ciò, mi sento anche pienamente di affermare che il modo in cui mi impegno nel “fare politica locale” aderisce perfettamente alla lista civica Vivi Senigallia di cui faccio parte e di cui mi sento completamente integrato. Il mio modo di interpretare il mandato consigliare è nel fine unico di garantire il bene della città al di là di una specifica ideologia politica.

In questo ho sempre cercato di portare all'attenzione le problematiche vere che riguardano Senigallia, al fine di garantire e di poter puntare sempre al miglioramento delle piccole cose di tutti i giorni, che stanno a cuore ai cittadini.Ho sempre inteso la politica come ruolo attivo, ma cercando sempre di rimanere dentro questi obiettivi, e la lista civica Vivi Senigallia interpreta proprio il mio modo di operare in pieno.Quindi per concludere e per fare chiarezza una volta per tutte sono un moderato e un concreto che guarda solo ai problemi della città e cerca di risolverli e non mi sento appendice di nessuno, neanche di me stesso. Il sottoscritto però ha come valore inderogabile il rispetto degli elettori, la riconoscenza verso una lista che mi ha consentito di diventare Consigliere e un senso di appartenenza forte verso Maurizio Mangialardi il mio Sindaco, a cui mi lega una vicinanza ed una stima che ritengo indissolubile e mai scalfibile, da nessuno,inoltre da ultimo non mi è mai piaciuto essere una bandiera al vento.

Quindi grazie ancora per gli attestati di stima del gruppo consiliare Ppe Pdl ma il mio mandato e' iniziato e terminerà con orgoglio e convinzione dentro Vivi Senigallia in piena autonomia con il rispetto per l avversario e con un unico obiettivo il bene della città. Mi dispiace non sono in vendita e non sono su piazza.Rimando al mittente gli appelli degli amici della Pdl ma ora per favore al lavoro, di parole ne abbiamo spese sin troppe.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2013 alle 10:13 sul giornale del 04 marzo 2013 - 2164 letture

In questo articolo si parla di politica, vivi senigallia, mario fiore, prima commissione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/J9u





logoEV