Minorenne sorpreso a rubare all'edicola del Torrione

furto 1' di lettura 09/03/2013 - E’ stata ancora una volta la collaborazione dei cittadini a permettere l’arresto del ladro: questa volta si tratta di un minorenne di origini bengalesi sorpreso in flagranza mentre rubava al’interno dell’edicola “Anto e Roby” presso il centro commerciale “Il torrione” in via dei Telari.

L’allarme è scattato ai carabinieri alle 4.00 di sabato mattina quando una telefonata segnalava l’episodio: i militari giunti sul posto hanno verificato che una vetrata era stata rotta ed all’interno, ancora intento a cercare cosa razziare hanno individuato il diciassettenne, addosso al quale, a seguito della perquisizione, sono stati trovati arnesi da scasso, alcuni gratta e vinci e 100 euro in contanti, sottratti dalla cassa.

Il giovane, già gravato da precedenti penali, è stato affidato alla madre e riaccompagnato presso la propria abitazione di Jesi, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, in attesa del processo, la cui data non è stata ancora stabilita.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-03-2013 alle 17:40 sul giornale del 11 marzo 2013 - 2240 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furto, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Kpz


Se è minorenne e nonci sono precedenti, come si usava un tempo, più dell'intervento della magistratura è preferibile la convocazione della famiglia e un sonoro ceffone.
Potrebbe sembrare violento ma siccome trattasi di un cittadino straniero, con sicure problematiche famigliari economiche che non potrà permettersi le spese legali, è una soluzione altamente educative.
Quando si parla di schiaffone ovviamente non deve trattarsi di violenza gratuita che lascia segni permamenti ma qualcosa che sicuramente lasci un segno morale.




logoEV