Rugby: lo stop a Firenze non pregiudica la terza piazza di Jesi

3' di lettura 16/04/2013 - Brutta battuta d'arresto per Jesi che viene inaspettatamente costretto al pareggio (10-10) dal Firenze quartultimo in classifica. L'aggressività di toscani ha prevalso sui leoncelli che hanno ottenuto il pareggio solo grazie al maggiore tasso tecnico.

La gara si è dimostrata subito difficilissima per Jesi che fin dall'inizio è risultato inefficace nei punti di incontro ed imprecisa nella costruzione del gioco. Infatti solo al 32° ed al 40° del primo tempo, dopo aver fallito alcune facili occasioni, i ragazzi di mister Trillini sono riusciti a segnare prima con Scaloni e poi con Piccinini che finalizzavano, rispettivamente, un'azione partita da mischia ordinata ed un contrattacco dei tre quarti, mete non trasformate sebbene la posizione non sembrava proibitiva. Il secondo tempo inizia con Jesi in doppia superiorità numerica a seguito delle espulsioni (una definitiva ed una temporanea) decretate dall'arbitro per il comportamento troppo aggressivo dei toscani, ma nonostante ciò è proprio Firenze che segna a seguito di un calcio di liberazione non raccolto dalla distratta difesa jesina e catturato invece dall'ala fiorentina che schiaccia in meta. I toscani, galvanizzati dalla segnatura si portano ripetutamente all'attacco e raggiungono il pareggio con un'altra metà scaturita da una rolling maul. Jesi non ci sta a pareggiare e generosamente si porta in avanti ma con scelte di gioco errate tanto che le azioni di attacco vengono fermate dalla difesa locale. Anche l'ultimo tentativo di portarsi in vantaggio va a vuoto con un calcio di Feliciani dalla lunga distanza che esce di un soffio.

La prestazione dei leoncelli non ha sicuramente convinto, soprattutto sotto il punto di vista della tenuta mentale, anche se a loro parziale giustificazione va segnalata la eccessiva aggressività dei toscani che il direttore di gara non ha saputo controllare, nonché la perdurante assenza di alcuni titolari e le precarie condizioni fisiche di alcuni degli atleti scesi in campo. La battuta d'arresto, comunque, non ha pregiudicato il terzo posto in classifica, ancora saldamente in mano ai leoncelli, ma ha invece consentito al Terni di allungare rendendo assai difficile il raggiungimento del secondo posto. Tale situazione dovrà essere attentamente esaminata dallo staff tecnico per trovare le dovute contromisure in vista della partita casalinga di domenica prossima contro il temibile Cesena. Una vittoria è necessaria sia per assicurare la posizione di classifica che per il morale in vista dei play off.

Incontri della 9^ giornata di ritorno: Rugby Parma 1931 S.C -vs- Cus Siena Rugby (40-7); Cesena Rugby FC -vs- Rugby Bologna 1928 (9-16); U.S. Firenze 1931 -vs- Rugby Jesi 70 (10-10); Imola Rugby -vs- U.R. San Benedetto (93-14); Città di Castello Rugby -vs- Rugby Terni (16-45). RIPOSA: Rugby Forlì 1979

Classifica: Rugby Parma (77), Terni Rugby (68), Jesi Rugby (63), Bologna 1928 (53), Imola (51), Forlì (43), CUS Siena (40), Firenze (29), Cesena* (22), Unione San Benedetto* (18), Città di Castello (11).

Prossimo turno (21.04.2013): Rugby Terni -vs- Rugby Forlì 1979; Imola Rugby -vs- Città di Castello Rugby; U.R. San Benedetto -vs- U.S. Firenze 1931; Rugby Jesi 70 -vs- Cesena Rugby FC; Rugby Bologna 1928 -vs- Rugby Parma 1931 S.C.. RIPOSA: Cus Siena Rugby








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-04-2013 alle 17:47 sul giornale del 17 aprile 2013 - 1150 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, rugby, rugby jesi 70

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/LRL





logoEV