Blitz nell'area sosta rom: foglio di via obbligatorio per dieci nomadi

Carabinieri 1' di lettura 25/07/2013 - Blitz dei Carabinieri nel campo rom di via Podesti. Ieri mattina i militari della Compagnia diretta dal comandante Lorenzo Marinaccio, insieme alla Polizia Municipale, hanno eseguito mirati controlli nell'area lungo la statale nord dove sostavano diversi camper e roulotte occupati da alcune famiglie di etnia rom.

Dagli accertamenti è emerso che tutti (dieci adulti in totale) erano pluripregiudicati per reati contro il patrimonio e per furto. Rintracciata anche una vettura già segnalata a La Spezia perchè utilizzata per commettere alcuni furti.

Al termine delle attività investigative, i Carabinieri hanno chiesto l'emissione d'urgenza al Questore del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno a Senigallia per tutti e dieci i rom, di età compresa tra i 40 e i 18 anni, residenti a Torino, Roma, Teramo e Perugia. Alcuni di loro erano già noti alle forze dell'ordine in quanto il 1 ottobre 2012, a Piediripa di Macerata i Carabinieri di Montemarciano arrestarono per ricettazione i fratelli Fabio e Claudio Hudorovic.

I due furono arrestati in flagranza di reato mentre stavano vendendo 12 selle da cavallo provento del furto commesso al Circolo Ippico Girasole di Montemarciano nel luglio precedente. I militari non escludono che i dieci rom possano essere responsabili di alcuni furti commessi nella zona. Nel delle perquisizioni però non sono stati trovati oggetti provento dei furti denunciati.






Questo è un articolo pubblicato il 25-07-2013 alle 21:37 sul giornale del 26 luglio 2013 - 4081 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, carabinieri, militari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PUJ


bene, un pò di pulizia ci voleva! continuate così!

Poveracci... Tanto continuerete a dar loro gli spiccioli?

Come se il foglio di via obbligatorio li rispedisse al paese loro... Certa feccia andrebbe prelevata di peso e messa a raccogliere pomodori nei campi con le catene ai piedi, forse allora sei sicuro che non combinano più niente

Col foglio di via obbligatorio li mandi via da Senigallia. Questo vuol dire che da domani saranno liberi di continuare la loro attività in altre città. " Vantano" un'importante lista di reati. Eppure sono liberi di circolare in quasi tutto il territorio italiano. Qualche tempo fa in un supermercato ho visto dei rom che venivano portati via dai carabinieri: praticamente se la ridevano, come nulla fosse, consapevoli che non gli potevano far niente.

Sono certo che i commentatori che mi hanno preceduto hanno usato toni così pesanti perché queste persone sono pluripregiudicate, non perché rom.
Ma, mi chiedo, se sono pluripregiudicati... Perché non sono in prigione? Hanno già scontato tutte le loro condanne?

Concordo con dragodargento
@ilaria87 magari li hanno rispediti sì al loro paese...l'Italia!!
Rom non significa x forza stranieri, possono anche essere cittadini italiani sai? Poi che lo stile di vita nomade si associ a furti e truffe, purtroppo in molti casi (come in questo) è una realtà.
Soprattutto però spero che 87 non sia l'anno di nascita xché uno di 26 anni che parla di catene ai piedi è preoccupante...
se questo è il nostro futuro...aiuto!




logoEV