Confamily (Confindustria): aiuto a 39 famiglie con mille euro ad ogni beneficiario. 127 domande pervenute

Confindustria Schiavoni e Casali 2' di lettura 09/08/2013 - Confamily Onlus, la prima fondazione nata nel sistema Confindustria a sostegno delle famiglie in difficoltà economica della provincia di Ancona, in coerenza con la sua mission e tenendo fede a quanto annunciato nei mesi scorsi, ha erogato la prima tranche di contributi alle famiglie.

“Le risorse sono state raccolte grazie alla generosità di tutti coloro che vi hanno contribuito, aziende e privati – ha detto Claudio Schiavoni, Presidente Confindustria Ancona e tra i soci fondatori di Confamily Onlus - e aspettiamo ancora i contributi derivanti dal 5 x1000, che ci saranno comunicati non prima di due anni. Ma nel frattempo siamo partiti: con i fondi raccolti siamo riusciti a dare un piccolo ma concreto aiuto a 39 famiglie. Sappiamo bene che non è e non può essere la sola risposta, ma riteniamo che Confamily possa migliorare un po’ la vita delle persone in stato di difficoltà”.

Analoga soddisfazione ha manifestato Giuseppe Casali, Presidente di Confamily Onlus: probabilmente gli aiuti che la Fondazione oggi è riuscita ad erogare sono poco più di una goccia d’acqua in mare ma il fatto che Confamily Onlus sia a tutti gli effetti operativa è motivo di grande soddisfazione.” Dall’apertura del bando il 12 aprile scorso i Consiglieri hanno vagliato le 127 domande che sono pervenute. Avendo a disposizione un fondo di beneficenza di 39.000 euro sono stati distribuiti assegni da 1.000 euro solo ai primi 39 soggetti che hanno raggiunto i più alti punteggi. Il punteggio è stato attribuito sulla base di un algoritmo che teneva conto dell’ISEE, del numero di componenti del nucleo, della situazione lavorativa e di eventuali spese straordinarie sostenute dal nucleo familiare. Tutti i beneficiari risiedono nella regione Marche e hanno svolto l’ultimo (o attuale) lavoro presso aziende con sede nella provincia di Ancona.

La Fondazione Confamily, partita ufficialmente nel maggio del 2012, persegue esclusivamente finalità di beneficenza e si propone principalmente di svolgere attività di erogazione di un contributo in denaro a favore delle famiglie dei lavoratori dipendenti di imprese private della provincia di Ancona che, oltre a trovarsi in situazioni di straordinarietà dello stato lavorativo (es. licenziamento, mobilità, CIG), abbiano gravi difficoltà economiche. E’ un’iniziativa ad elevato valore sociale promossa da Confindustria Ancona inizialmente con la collaborazione di 7 aziende del territorio: Baldi s.r.l., Casa Vinicola Gioacchino Garofoli s.p.a., Cat impianti s.r.l., I.M.E.S.A. s.p.a., Metisoft s.p.a., Nautes s.p.a., Spe.ga.m. s.r.l. (gruppo Sole e Bontà), alle quali si sono poi aggiunte altre realtà imprenditoriali aderenti a Confindustria Ancona.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-08-2013 alle 11:10 sul giornale del 10 agosto 2013 - 1178 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, confindustria, Confindustria Ancona, casali, schiavoni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QuZ





logoEV