Musica alta sul lungomare alle 3 di notte: le proteste di alcuni turisti

12/08/2013 - Un'ospite dell'Hotel Baltic ha inviato una mail di protesta per i rumori molesti che provenivano da un locale del lungomare Alighieri alle 3 di sabato notte.

Sono le 3 del mattino e non si riesce a chiudere occhio. In qualità di ospiti vorremmo far presente il nostro enorme disappunto per l'impossibilita di dormire a causa di una festa che tiene musica a tutto volume fino a quest'ora.

Capisco sia sabato sera, ma il volume andrebbe almeno abbassato a un'ora decente. Gli ospiti pagano per riposare e stare bene o per essere costretti a rimanere svegli per il volume assordante che viene da fuori?






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-08-2013 alle 12:14 sul giornale del 13 agosto 2013 - 3465 letture

In questo articolo si parla di attualità, turista, Roberta Alberti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QBj


considerate, cari lettori, che il comune di senigallia il 4 luglio 2013 ha perso una causa al TAR che impone il rispetto di decreto minsteriale del 97 in materia di emissioni.....ma il comune fa finta di nulla e dell'ordine ricevuto da TAR se ne frega altamente.....
Caro turista dell'hotel Baltic...senigallia non è per te che vuoi trascorrere una vacanza nel segno del riposo e questa amministrazione non te lo dice.....ora lo sai

Andrea Pieralisi

13 agosto, 12:02
hahahahahahahahahah poveretto e noi presso lungomare Alighieri 22 palazzi Pieralisi cosa dovremmo dire ! ! ! ! ! ! Il COMUNE DI SENIGALLIA E I VIGILI (unnici a poter controllare i locali) SONO COMPLETAMETE LATITANTI..... DA SEMPRE ! ! ! !

Commento modificato il 13 agosto 2013

Da una parte ci sono una serie di turisti giustamente innervositi (eufemismo) per via del rumore ad orari inconsulti: molta gente ormai fa serata alle 3 come fossero ancora le 22.
In più ci si mettono pure i nostri lungomari che mediamente sono più "stretti" rispetto a quelli di altre città turistiche di mare, per cui le fonti di "rumore" restano vicine alle strutture recettive.

Da un altro punto di vista gran parte dei rumori (non tutti) sarebbero ridotti se tutte le strutture recettive avessero potuto spendere cifre importanti per mettere impianti di climatizzazione e infissi aggiornati agli standard acustici attuali, che sono decisamente migliori rispetto a quelli (inesistenti) di prima del 1995, così che i clienti possano riposare tranquillamente dentro le loro camere, isolati dall'esterno.
Anche se sparissero i "rumori" notturni resterebbe pur sempre la linea ferroviaria che passa proprio dietro gli alberghi/residence e che proprio silenziosa non è... (per non parlare delle vibrazioni del terreno).

Cari turisti, purtroppo a Senigallia comandano le lobby...la lobby del turista ancora non esiste, quindi...a buon intenditore poche parole!
Questa è Senigallia....