Multe: Brunaccioni, 'Nessuna distinzione, severi con tutte le infrazioni'

multa o contravvenzione 2' di lettura 18/10/2013 - L'articolo sulla multa ricevuta da Renato Pizzi, nel periodo in cui veniva realizzata la Ztl in Piazza Saffi ha sollevato alcune provocazioni e domande da parte dei lettori, così abbiamo deciso di porre le questioni emerse al Comandante dei Vigili Urbani di Senigallia, Flavio Brunaccioni.

Sull'episodio citato nell'articolo precedente Brunaccioni ha sottolineato che chi parcheggia in una Ztl, anche se 'in costruzione', dovrebbe fare attenzione alla segnaletica verticale che prevale sempre su quella orizzontale. In ogni caso, dice Brunaccioni, non si fanno distinzioni tra comportamenti ugualmente scorretti, tutte le infrazioni vengono multate. Il parcheggio lungo le piste ciclabili, ad esempio, viene costantemente sanzionato, ma non si riesce a fare le contravvenzioni a tutti.

Probabilmente, ha sottolineato, nella percezione delle persone c'è la tendenza a vedere un comportamento inflessibile nei propri confronti piuttosto che verso gli altri, anche se c'è chi, a multa ricevuta, ammette l'errore. Le persone vorrebbero che i vigili fossero magnanimi per i propri comportamenti scorretti e integerrimi per gli errori degli altri. Il compito dei vigili è quello di far rispettare tutte le norme e in caso contrario di applicare una sanzione.

Anche in questo periodo di crisi, in cui per qualcuno potrebbe essere un problema pagare, non si possono fare 'sconti': chi guida un motociclo o un'automobile conosce il codice della strada e dovrebbe mettersi nella condizione di non dover pagare una multa. Inoltre ricorda che a questo proposito è già intervenuto il Governo stabilendo una riduzione del 30% se si paga la sanzione entro 5 giorni. Purtroppo a volte, dice, il vigile viene visto come antipatico, ma se le norme vengono rispettate c'è un beneficio per tutti.






Questo è un articolo pubblicato il 18-10-2013 alle 17:56 sul giornale del 19 ottobre 2013 - 4275 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vigili urbani, redazione, flavio brunaccioni, multa, contravvenzione, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Th8


Francesco Esposto

18 ottobre, 18:18
"In ogni caso, dice Brunaccioni, non si fanno distinzioni tra comportamenti ugualmente scorretti, tutte le infrazioni vengono multate. Il parcheggio lungo le piste ciclabili, ad esempio, viene costantemente sanzionato"
Mi permetto di dire al caro Brunaccioni che nei periodi estivi, SJ, Fiera e Cater_raduno la ciclabile (se così si può definire) veniva costantemente occupata da autovetture. Nonostante ripetute telefonate nessuna multa elevata. Sempre la solita risposta dal centralino: "si sà che quando ci sono questi eventi la gente parcheggia su marciapiedi e ciclabili e noi non possiamo fare nulla".

Finiamola di prenderci in giro.

Se non fosse che il 90% delle volte le multe sembrano fatte per far cassa o per far vedere che i vigili ogni tanto lavorano. Forse è dovuto alla carenza di personale ma quando vengon fatte a chiazze di leopardo dove tutt'intorno è il marasma generale, trovarsi la multa sul parabrezza fa indignare.
Se poi sul parabrezza non c'è ed arriva direttamente a casa... (E fate anche questo senza neanche scender dall'auto di servizio perché piove o fa freddo) fa indignare ancor di più.

Giusto elevare contravvenzioni ai furbastri, ma due cose: 1- che i vigili non vadano in coppia (così possono controllare una maggiore superficie) 2- che non siano previste compartecipazioni/indennità aggiuntive per le contravvenzioni elevate (così non c'è interesse privato in atti d'ufficio).

Cindivido tutti i messaggi messi in rete ....cmq Solite risposte da chi sta da quella parte .... Ma mai un pizzico di umanità .....o dire che le multe servono x comprare i loro indumenti macchine o qualche buco nelle casse del comune .... Come ad esempio premi ad assessori che non merita ..... Servissero x aiutare la cittadinanza ......!!!?

"Il compito dei vigili è quello di far rispettare tutte le norme e in caso contrario di applicare una sanzione."

Interessante.

Allora domando:

Come mai sul lungomare vanno a 100 (con limite a 50), cosi come sulla complanare e vanno a 80 sulla statale (tratto urbano)?

Alla prova dei fatti non TUTTE LE NORME vengono fatte rispettare.

Anzi, la guida pericolosa, la mancata distanza di sicurezza e l'eccesso di velocità non vengono MAI fatte rispettare.

Ma non scriviamolo, perchè altrimenti qualcuno potrebbe pensare che non facciano il lavoro per cui vengono pagati....

per eliminare tutte le polemiche, basterebbe che i soldi delle multe non siano incassate dai comuni, ma dallo Stato!
ma perchè bisogna sempre metetre in dubbio la lealtà di chi le fa e mai l'uso tutto italico di fregarsene delle regole?

Dave Stirling

20 ottobre, 10:17
Ci auguriamo che i Vigili siano "tolleranti", e quando non lo sono attacchiamo con "e allora fatele tutte, anche a chi supera i limiti sulla complanare". E allora non chiediamogli di essere tolleranti...
Facciamo che quando ci beccano e siamo effettivamente in torto stiamo zitti e paghiamo?

radom Utente Vip

20 ottobre, 15:52
La solita storia tutta italica. Sono in contravvenzione, si vabbè ma perchè non vanno a caccia di delinquenti. E' in contravvenzione qualcun'altro, allora che accidenti fanno, perchè non gli portano via macchina, patente casa magari anche il gatto.
Nessuno è perfetto. Tutto si può migliorare ma perchè in questo paese nessuno ha l'umiltà di ammettere di aver sbagliato in qualcosa e quindi la sanzione che gli viene addebitata magari è giusta.
Poi può anche accadere che chi applica la sanzione può sbagliare, per carità, nessuno è infallibile, esiste apposta la facoltà di ricorrere con l'annessa richiesta di risarcimento del danno lamentato.