Michela Brambilla a Mario Monti: 'Ma che fine ha fatto il cagnolino Empy?'

21/10/2013 - Su Monti la Brambilla dice: “Salvatore dell'Italia? Almeno dimostri di aver salvato un cane dell'Eurozona. Ci dica che fine ha fatto Empy".

L'onorevole Michela Vittoria Brambilla incalza da lontano il senatore Mario Monti e dice: "Non gli chiedo più conto dell’Italia, ma almeno mi dica che fine
ha fatto Empy. Insomma, dato che Monti non ha certo salvato l'Italia, a differenza di quanto afferma, almeno ci dimostri di aver salvato un cane
dell'Eurozona".

L’on. Michela Vittoria Brambilla, animalista doc, non lascia cadere la questione sollevata ieri nel corso della sua partecipazione al programma di Lucia Annunziata e ancora chiede al professor Mario Monti notizie del piccolo maltese bianco “adottato” durante l’ormai celebre intervista con Daria Bignardi.

Ancora Brambilla: “Monti contro Letta, contro Berlusconi, contro Casini, contro la Bignardi, contro tutti: non è strano – premette l'ex ministro del turismo - che l'ex capo del Governo sia politicamente un Robinson Crusoe, abbandonato senza Venerdì su un’isola deserta, costretto a lodarsi da solo come “salvatore dell’Italia”, perché altrimenti nessun altro lo farebbe".

Sottolinea l'ex ministro: "Sul suo operato gli elettori hanno già fornito un giudizio inequivocabile e poco lusinghiero nel febbraio scorso e verosimilmente, se
di Scelta civica qualcosa resterà, completeranno l’opera alla prima occasione. Quindi non insisto".

E conclude: "Ma sul cagnolino Empy, da animalista, non posso transigere. Che fine ha fatto? – chiede l’ex ministro al senatore a vita - Lo ha adottato o no? Nessuno, neanche la Bignardi, le imponeva di prenderlo con sé, né tantomeno di farsi fotografare con lui sul divano e di postare la foto su twitter. Si è servito di Empy per sembrare un po’ più simpatico – per provarci, almeno – e come minimo doveva ricompensarlo con il suo affetto. Non se la può cavare così: paghi il suo debito e ci dia una risposta. Dimostri almeno di aver salvato un cane dell'Eurozona!".








Questo è un articolo pubblicato il 21-10-2013 alle 13:05 sul giornale del 22 ottobre 2013 - 3167 letture

In questo articolo si parla di Alfonso Aloisi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/TmS


grilloparlante

22 ottobre, 11:10
Ci dica la signora Brambilla quanti soldi ha fatto spendere per allargare i suoi uffici al ministero per i beni culturali, appena nominata dal governo Berlusconi responsabile per il turismo "espropiando" gli uffici che prima erano riservati agli ispettori del ministero costretti a traslocare da oggi al domani in spazi privi addiririttura di telefono con notevoli costi per i lavori di adattamento. Quanto ci è costata e quali risultati ha ottenuto signora Brambilla?.
grilloparlante

In fondo la pessima politica attuale è un dato di fatto: la prima repubblica non seppe regolarsi, facendo crescere la corruzione, e fu necessaria Mani Pulite (cioè la magistratura). Conseguenza di Manu Pulite sono stati l'elezione di persone cosiddette "perbene" perchè scevre di esperienza politica: ma cosa ha comportato quella scelta lo vediamo ora, raccogliendone gli amari frutti dopo 20 anni di nulla. Niente riforme, niente leggi chiare, burocrazia elevatissima, giochi di potere per salvare capra e cavoli. Si sperava nei tecnici, ma in fondo anche loro erano solo la punta mentre il resto dell'iceberg era pur sempre un parlamento di "nominati" che li usava come parafulmine (e si è visto con Monti). Il mio unico e solo rammarico è quello di non poter andare via da questo Paese, per evitare di affogare con lui: certo, potrei battermi per un Paese migliore, ma se ciò non è bastato in tutti questi anni allora cosa posso mai sperare di fare nei prossimi? Potevo contare sul M5S, ma è un movimento di cui oggettivamente apprezzo l'intenzione ma non il metodo.