Calcio: Biagio Nazzaro travolgente a Cagli, i commenti a freddo di mister e direttore sportivo

Il match del girone di andata tra Biagio e Grottammare 2' di lettura 30/10/2013 - Non poteva andare meglio per i ragazzi di mister Gianangeli, che ne fanno addirittura cinque contro una stordita Cagliese nell'ottava giornata del campionato di eccellenza disputata domenica 27 ottobre in trasferta.

Mister Franco Gianangeli, che è andato a Cagli da ex allenatore (nella stagione 2008/2009), commenta così la vittoria: “La squadra ha mostrato maturità e lo spirito giusto per raggiungere i 45 punti, soglia minima per la salvezza. Non si è mai gongolata, il gol dei locali è arrivato quando già ne avevamo messi in sacco 4, ed è stato frutto di una nostra superficialità. Devo ammettere che la squadra scende in campo da qualche domenica a questa parte con una mentalità positiva che si tramuta in atteggiamento offensivo. Non parlo di singoli perchè se le cose vanno bene è la squadra intera ad avere i meriti, l’atteggiamento con cui siamo arrivati a Cagli domenica ha fatto sì che si incamerasse un risultato più che soddisfacente. Vero, andare da ex fa sempre un certo effetto, ma ora sono il tecnico della Biagio e c’è posto solo per la mia squadra”.

Domenica prossima, 3 novembre verrà riaperta la tribuna coperta, in occasione della partita contro la Folgore Falerone.
Oltre al match c’è la giusta curiosità per seguire la Biagio e speriamo che i tanti supporter rispondano sì alla chiamata della società e della squadra, che ha bisogno del loro sostegno”.

Soddisfatto ma senza fare voli pindarici anche il Direttore sportivo, Domenico Idà: “Siamo andati a Cagli con la mentalità giusta, senza cullarci, abbiamo trovato subito il gol con Cantarini poi la squadra è stata brava a tenere il risultato. A differenza della partita a Monturano, dove poteva essere cifra rotonda, oggi la palla è entrata dentro. Ora non devono crearsi esagerati entusiasmi, perché il campionato è duro, basta vedere i risultati di domenica, il Tolentino che ha vinto a Grottammare. Domenica prossima, con la riapertura della tribuna e i risultati che hanno creato entusiasmi speriamo di vedere la giusta risposta della città. A causa della chiusura molti non erano più venuti allo stadio. L’obiettivo è sempre raggiungere la salvezza, poi vedremo cosa potrà fare di più questa squadra”.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2013 alle 18:15 sul giornale del 31 ottobre 2013 - 744 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, biagio nazzaro, cristina carnevali, franco gianangeli, domenico idà

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/TPK





logoEV