Discarica abusiva tra Montemarciano e Senigallia, sequestrati 4 ettari di terreno

discarica 13/11/2013 - Quattro ettari di terreno agricolo, adibito a discarica abusiva a cielo aperto, è stata scoperta e sequestrata dalla Polizia Municipale al confine tra Montemarciano e Senigallia.

L'area posta a sequestro dove sono stati rinvenuti rifiuti come scarti di materiale edilizio e proveniente dalle demolizioni delle auto ma anche materiale pericoloso per l'ambiente e la salute dei cittadini. Nei quattro ettari di terreno, dove abusivamente erano state costruite anche strutture e strade, sono state trovate infatti lastre in Eternit.

Pertanto l'intera area e le strutture abusive sono state poste sotto sequestro dalla Polizia Municipale di Montemarciano che ha avviato le indagini.






Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2013 alle 14:50 sul giornale del 14 novembre 2013 - 6084 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia municipale, montemarciano, discarica, senigallia, discarica abusiva, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Upy


è stata fatta qualche domanda a chi è titolare dell'area?

....4 ettari...e se ne sono accorti solo adesso?!?!?
Doveva essere bello nascosto, quel campo.

Quattro ettari di discarica abusiva con tanto di strade e costruzioni annesse e nessuno che abbia avuto un minimo sospetto…mah…chissà perché i “problemi” (che affrontati sul nascere potrebbero essere risolti in poco tempo) vengono a galla solo quando diventano vere e proprie emergenze.

Adesso partiranno le indagini, poi forse ci sarà un processo e forse una condanna…alla fine forse qualcuno sarà chiamato a ripulire la zona in questione, sempre che l’eventuale responsabile/proprietario dell’area abbia i soldi per farlo…magari è nullatenente!!

Ad ogni modo, il disprezzo che alcune persone hanno verso l’ambiente è terrificante. Accatastare su di un terreno agricolo lastre di eternit!! Ma queste persone non hanno figli? Oppure sono semplicemente degli ignoranti?

Purtroppo però non bisogna stupirsi troppo visto che la pratica dell’abbandono dei rifiuti è molto praticata, non è difficile “scorgere” rifiuti abbandonati lungo le strade, nelle scarpate, in mezzo alle sterpaglie…purtroppo tale “pratica” è un po’ troppo tollerata sia dai cittadini che dalle Istituzioni.

Fiore

14 novembre, 11:05
E sicuramente, fra chissà quanto tempo, Montedison docet, la "comunità" dovrà farsi carico delle spese per la bonifica del terreno. Un classico!

Le lastre di eternit sono forse l'inquinante meno pericoloso, io mi preoccupo molto di più per gli idrocarburi e altri percolati vari residui di lavorazioni industriali, quelli penetrano il terreno e vanno in falda, l'amianto se non lo polverizzi è relativamente pericoloso.