Nuova Senigallia: 'Su Tares e Imu a Senigallia i cittadini hanno fatto bingo'

Marcello Liverani 09/01/2014 - “Tares” e “Mini IMU”, la politica vessatoria fatta di “lacrime e sangue” in primis dal Governo nazionale e poi “ben impacchettata” dalle amministrazioni locali è servita sul piatto d’argento!

Mentre molti comuni in Italia sono riusciti a non far pagare nessuna delle due tasse ai propri abitanti, a Senigallia i Cittadini hanno fatto “Bingo” grazie alla politica del “fare cassa” a tutti i costi dell’attuale amministrazione, che poi è quella che viene votata da sempre.

Andiamo per ordine, ribadiamo ancora una volta che tutti i voli pindarici del Sindaco con i vari comunicati dove, arrampicandosi sugli specchi, continua a dare la colpa al governo nazionale, sono tentativi sterili di vendere il solito fumo. Il nostro Sindaco è furbo, intelligente e anche bravo quando scrive o rilascia interviste, ma noi non portiamo l’anello al naso.

Nel caso dell’IMU l’amministrazione con fare “furbetto” aveva portato l’aliquota sulla prima casa dallo 0,4 allo 0,6, pensando così di “gabbare” il Governo nazionale visto che questi aveva detto che avrebbe rimborsato lui il mancato introito causa l’abolizione, ed invece il Governo ha risposto “picche” a tutti i Sindaci “furbetti”, rimborsando ai comuni solamente l’aliquota dell’anno prima, e direi anche giustamente, io stesso avrei fatto la stessa identica cosa. E ora quel 0,2 di differenza indovinate un po’ chi lo paga? NOI Cittadini! Così ora chi prima non pagava nulla sulla prima abitazione, qualche cosa sarà costretto a pagare. E tutto questo grazie alle furbate degli abitanti del “Castello Fatato”.

Per la Tares anche qui vale lo stesso discorso, si poteva non pagare o poteva essere molto più bassa e invece la paghiamo, e anche molto salata! Differentemente da come ci è stato detto sempre nei comunicati “specchietto per le allodole”, i decreti 201/2011 e 35/2013, istitutivi della Tares, non imponevano di passare alla nuova tassa ma lasciavano “discrezionalità” ai comuni che potevano rimanere col vecchio tributo, purché avessero, come nel caso di alcuni, bilanci sani e fossero in grado di coprire i servizi che ricadono sotto la Tares senza aggravi di entrate. Sbagliamo o “qualcuno” sono tre anni che ci sbandiera il “virtuosismo” di Senigallia? A cosa serve essere virtuosi se poi mi “bastoni” per bene?

Ovviamente a Senigallia questo non è accaduto, e la “mazzata” non è stata tenera, ci sono stati aumenti rispetto all’anno prima che hanno raggiunto il 67%. Attenzione anche a questo passaggio, perché della grossa cifra che dovremo pagare, solo una piccola parte è quella che va direttamente nelle casse dello Stato, tutto il resto rimane a questa amministrazione che ha imposto aliquote a… caso!

Tanto per meglio farvi capire, nel caso di chi vi sta scrivendo gli è arrivata da pagare la cifra di 137 euro, e la quota che va direttamente allo Stato è di soli 12 euro (Servizi Indivisibili), che si ricava dalla moltiplicazione dei mq che sono 40 con lo 0,30 centesimi. Se poi vogliamo aggiungerci anche il Tributo Ambientale Provinciale (Province che non aboliscono e che ci continuano a costare), che è di 5,97 euro, ecco che il totale arriva a 17,97, che scalato dai 137 iniziali fa 119,03, ed è questa la cifra che il nostro comune ha stabilito. Poteva essere molto più bassa, ma ovviamente per fare cassa non ha abbassato nulla.

Attenzione anche ai vari “commenti”, sempre tramite comunicati, che alcune “Sturmtruppen” del “Generale Sindaco” si sono precipitate a fare e che sicuramente continueranno nell’opera del “tanto fumo ma niente arrosto”. Tutta “fuffa”, solo parole senza senso, solo scusanti e arrampicate sugli specchi senza precedenti, un gran bel politichese e nulla più. Devono difendere l’indifendibile a tutti o costi, capirai, stanno rischiando la cadreghina, il che per loro non è poco! Chi invece ha perfettamente spiegato quello che è avvenuto a Senigallia con la Tares, è stato il Consigliere Paolo Battisti di Partecipazione al quale va tutto il mio plauso per essere stato, lui si, di una precisione unica! Ovviamente è stato attaccato dalle “Sturmtruppen”, ma era più che logico perché il “Castello Fatato” si sta sgretolando come un castello di sabbia, quindi bisogna “negare” e “difendere” – “difendere” e “negare”..

Senigallia città sicura, Senigallia città virtuosa, Senigallia città che prende per bene per i fondelli i Cittadini tramite l’attuale amministrazione! Un bel primato, non c’è che dire. E i cittadini sono sempre più “leggermente” incavolati, ed hanno giustamente preso d’assalto l’ufficio tributi per avere spiegazioni e far correggere gli errori. Neanche in questo caso specifico l’amministrazione è riuscita ad andare incontro ai cittadini aumentando le persone negli uffici, i giorni nei quali ci si può recare e gli orari. NO, neanche questo, è più forte di loro riuscire a pensare anche una sola volta in maniera positiva per il popolo! File chilometriche dalle 7.00 della mattina a giorni alterni! Poi dopo non vi lamentate cari amministratori se siete costretti a chiamare le Forze dell’Ordine per “sedare” le incavolature dei cittadini, penso che siano più che legittime, e troppo bravi sono i senigalliesi! Per 20 giorni, quelli che mancano alla scadenza della Tares, si potevano anche far lavorare cinque giorni e non tre a settimana, dalle 8,00 alle 18,00!

Questa è la situazione, quindi per ricapitolare entro il 24 gennaio dovremo pagare la “Mini IMU” ed entro il 31 gennaio la TARES, sempre che non partano i ricorsi a raffica come molti cittadini avrebbero detto di voler fare visti gli errori nelle bollette, tanto questo Comune li perde quasi tutti i ricorsi, quindi perché non farli?. Che dire…i “Sudditi” ringraziano Il Sindaco e le sue “Sturmtruppen”, sempre molto attenti a “mazzolare” per bene la popolazione!


da Lista Civica “Nuova Senigallia”
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-01-2014 alle 21:58 sul giornale del 10 gennaio 2014 - 4113 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, Marcello Liverani, imu, tares, nuova Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/WTF


mi ricordo che lo slogan era che "la raccolta differenziata ci farà risparmiare perché pagheremo solo l'effettivo grigio"

ma quanto incassa il comune dalla rivendita di plastica,carta e vetro? sarebbe interessante, come sarebbe interessante avere dei raccoglitori privati in giro, magari ai supermercati come c'è in germania, così il comune non ci guadagna due volte, e noi avremmo soldi in mano per il nostro virtuosimo.

Maurizio Tonini Bossi

10 gennaio, 14:15
Che peccato che a te, caro amico Marcello,ti è preclusa ogni possibilità di amministare la nostra città meglio di quanto si stà facendo ora; spero non me ne vorrai; non sono io ne altri a chiuderti la strada, è la storia e le sane tradizioni di questa Città, a meno che tu non ti vorrai unire a noi uomini "sinistri" !!!

Ciao My_Sena
Purtroppo il Comune non guadagna nulla nella rivendita, perchè il realtà (se ricordo bene) è il consorzio di raccolta che guadagna da quella vendita, scalando quel valore dall'importo di contratto per la raccolta e smaltimento.
In soldoni il consorzio vende e incassa il differenziato e in cambio il Comune paga di meno per il servizio.

Questi i commenti, sui miei profili di FB, di chi ha letto l’intervento del Sig. Maurizio Tonini Bossi che ringrazio per la pubblicità gratuita che mi ha voluto fare:

1) Innanzitutto si commenta da solo!!! Ma ci vuole un bel coraggio Sig, Tonini Bossi a scrivere: e' la storia e LE SANE TRADIZIONI DI QUESTA CITTA'.......

2) Storia e sane tradizioni...di questa città. .........miiii e quali .....!!!!!!!!!!!!!!!!!! Mah senza parole si ve fe che stanno bene ....loro ........e qui e cosi l importante e che stanno bene loro....... io invece vorrei vedere Marcello sindaco perché no .......vai Marcello..........

3) Marcello sindaco!!!!

4) Ecco perche io non essendo originaria di Senigallia non mi sentiro' mai parte di questa comunita'!

5) Io non sono nata qui ma all’estero sono a senigallia sposata con un senigalliase ma lui non è cosi.........

6) un messaggio. del genere lo può scrivere (come scrive), uno che non amministra neanche se stesso...

7) SEL non c'è bisogno di aggiungere niente! Ahahaha

8) Quando ci sono le elezioni Marcello;-);-);-);-);-);-);-);-);-);-);-);-) nn vedo l’oraaaaaaaaa

9) Purtroppo a Senigallia c'è un problema di paraocchi

10) Solo paraocchi......oppure parac.........!!!!!!!!!!!!!!!!!@@@@@@@

11) Nel mio piccolo hai il mio appoggio! !

12) non so Voi...ma più leggo commenti del genere e piu sono contenta della mia anima nera......
Marcello tu vai avanti per la tua strada che non sei solo...
a senigallia non vivono solo (…omissis…) PRIVI DI CONTENUTO!!!!!!!!

13) "Se questi sono i personaggi che devo temere allora dormo sonni tranquilli"
Io non aggiungo nessun commento, perche' con le Sue parole ha detto tutto.
Bravo Sig. Marcello Liverani avanti cosi'.....
piu' le persone hanno consenso....
e piu' diventano fastidiose per qualcuno....
e Lei diventa giorno dopo giorno....un gran BEL fastidioso.

14) È un troll venuto male come dire, un trolsel..

15) Un simile commento mi lascia senza parole!!!!!

16) ahahhahah incredibile!!!! ma con che coraggio riesce a scrivere queste (…omissis…)!!!!

17) Parole prive di significato. Non le ascoltare.

18) con tutto il rispetto e l' educazione, mandalo a (…omissis…)

19) Questa sicurezza politico mafiosa farà sicuramente il tuo gioco perché più si crederanno onnipotenti più faranno rumore quando cadranno................... una cosa è certa, a parte i cittadini prezzolati, la maggioranza non ne può più...............

20) Vergognoso!!! non e' degno di nessun commento....

21) Il Sig. Tonini Bossi ha praticamente scritto che il popolo senigalliese è ottuso visto che comunque vada voterà sempre a sinistra.

22) gradirei conoscere questo unto dal signore

23) Penso che sia questo tal Maurizio ad essere rimasto indietro con "la Storia e le sane Tradizioni!

24) Hanno paura !!!!!!!!!!! AH AH AH !!!!