Campanile sui controlli nei parcheggi: 'Servono a garantire la sicurezza. Nessun lucro sulla sosta'

gennaro campanile 2' di lettura 06/02/2014 - Riciclo dei ticket per la sosta. "Scelta personale. I controlli sono necessari per garantire sicurezza ed evitare disagi agli automobilisti, assolutamente nessuna forma di lucro”. A dichiararlo è l'assessore alla mobilità Gennaro Campanile che tiene a precisare e rassicurare i cittadini senigalliesi.

Il fenomeno del riciclo del ticket, a quanto ci risulta, non è molto diffuso- osserva- Tuttavia se, al momento del ritiro della propria auto, avanzano ancora minuti o ore di sosta e l'automobilista vuole regalarlo ad altri o 'renderlo' ai parcheggiatori è una scelta individuale ed autonoma”. Scelta personale di chi, invece di fare un'offerta libera o di acquistare oggetti dal parcheggiatore abusivo, per evitare di essere infastidito decide di rendere il ticket per la sosta.

Il ticket, già pagato, non è identificativo dell'auto e quindi cedibile ad altri- sottolinea- Perciò, ribadiamo, che ognuno è libero di fare ciò che vuole. Per noi non è un problema. Storia differente, ovviamente, per chi si affida a My Cicero”.

Il servizio di sosta intelligente avviato dal Comune in fase sperimentale ed innovativa, che permette di pagare solo per il tempo reale in cui si è stati fermi, di non avere più il problema delle monete, della ricerca del parcometro e delle multe per un leggero ritardo e di prolungare o interrompere la sosta in qualunque momento, è infatti direttamente collegato alla targa. “E quindi-rimarca l'assessore- non cedibile ad altri”.

Un'opportunità in più per cittadini e turisti che, però, non ha avuto particolare successo: solo il 5% degli automobilisti ha utilizzato questo tipo di pagamento. “Si tratta di quegli utenti abituali della tratta Ancona-Pesaro che hanno un approccio più evoluto- dice- Siamo ancora mentalmente troppo legati alla monetina. Il pagamento on line ancora viene considerato solo per l'acquisto di un oggetto o di un abito. In ogni caso sono dati in linea con quelli di Ancona e Pesaro, comuni limitrofi che hanno avviato il servizio prima di noi, e legati ad una fase di sperimentazione ed innovazione che ha inevitabilmente bisogno di tempo per la diffusione”.

Nessuna preoccupazione quindi per l'Amministrazione nonostante il piccolo calo registrato nelle entrate (-5%) sulla sosta. “E' una percentuale minima ed irrilevante a fronte del periodo in cui viviamo e delle promozioni messe in atto durante il periodo natalizio- conferma Campanile- che non ha nulla a che vedere con i controlli nei parcheggi cittadini”. “Quella è normale attività sul territorio al fine di garantire sicurezza e tranquillità agli automobilisti ed ai cittadini- conclude- Sono controlli necessari per evitare situazioni spiacevoli e di disagi o fastidio”.






Questo è un articolo pubblicato il 06-02-2014 alle 11:07 sul giornale del 08 febbraio 2014 - 2861 letture

In questo articolo si parla di attualità, gennaro campanile, parcheggio, ticket, Sudani Alice Scarpini, sosta, assessore allo sport e al turismo, My Cicero

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/X8x


Se è possibile recapitare all'assesore Campanile ... Un mio suggerimento ....che nonstante io utilizzi il servizio my cicero.... Scecondo me i cittadini non lo utilizzano x scarsa pubblicità ....
Non mi vorrei sbagliare ma è stato detto una volta e poi non più ....!!!?
Se ciò viene usato poco ... Provate a fare più pubblicità ... Dei volantini attaccati ai parchimetri ...un lampeggio su sito ... Magari ... Vi che dovrebbe funzionare anche x pagare lo ztl ....
Ammenoche poi i gestori dei parchimetri non si arrabbino .......!!!!!!????

Vorrei far notare una cosa!
Avete cominciato col parlare di un nuovo sistema di regolamentazione e pagamento della sosta, siete finiti ad argomentare sull'intento dell'amministrazione (lucroso o meno) per poi dare una bella lustrata all'immagine del parcheggiatore abusivo che agli occhi del lettore disattento appare stia facendo un servizio utile alla collettivitá!

COMPLIMENTI!

Vorrei tanto poter parcheggiare senza dover pagare il pizzo all'amministrazione comunale ed al parcheggiatore abusivo di turno.
Vorrei tanto poter tornare al parcheggio e trovare l'auto sana e senza danni.

Per accaparrarsi i preziosi bigliettini spesso corrono tra le auto portandosi appresso buste e zaini pieni di cianfrusaglie da vendere... A volte anno anche cassette della frutta piene di oggettini, che spesso vengono appoggiate sulle auto in sosta....

carissimi dov'è realmente il problema?
Che notizia si voleva dare?

Poi non dimentichiamo che le strade son pubbliche già paghiamo tasse e balzelli per la loro manutenzione ed allora perché dover pagare anche per la sosta? Sarebbe più logico, per garantirne l'uso a tutti, prevedere zone disco orario.
Non è neanche logico permettere ai privati di lucrare sulla sosta, appaltando la gestione del servizio.

Perché non scriver questo?

mario mario

09 febbraio, 00:19
Commento sconsigliato, leggilo comunque




logoEV