Sacelit: entro marzo i lavori per sottopasso, ciminiera e parcheggio

10/03/2014 - La giunta approva il progetto preliminare per la sistemazione messa in sicurezza della Sacelit Italcementi. Grazie all'incasso delle polizze fideiussorie, a seguito del blocco dei lavori di riqualificazione da parte della proprietà (che fa capo all'imprenditore Pietro Lanari), il comune può ora procedere con i tre interventi urgenti che serviranno a dare una funzionalità all'area in attesa di tempi migliori per la ripresa in mano del progetto di rinascita della Sacelit.

Il comune, con un milione di euro, procederà con l'abbattimento della ciminiera, il completamento del sottopasso e con la realizzazione di un parcheggio da 500 posti. A far decidere al comune per l'abbattimento della ciminiera è stata la perizia tecnica che non ne assicura più la stabilità. Già entro fine mese dunque la ciminiera, eretta nel 1950, verrà demolita attraverso il taglio di tronconi da circa 5/6 metri ciascuno che verranno poi asportati da apposite gru.

L'area sottostante la ciminiera verrà poi livellata con un rullo compressore e annaffiata per togliere la polvere. Opera attesa da anni è poi il nuovo sottopasso ciclopedonale di via Mamiani che finalmente sta per vedere la luce. L'opera, dopo il completamento dell'imbocco dalla statale ad opera delle Ferrovie dello Stato, attende di essere completata nella parte dello sbocco sul lungomare Mameli. Un'operazione che spettava alla proprietà della Sacelit ma che ora realizzerà il comune. Il progetto prevede la realizzazione delle delle fondazioni per la pavimentazione, la posa in opera di griglie per lo scarico delle acque meteoriche, la realizzazione della condotta di scarico, il completamento della rete elettrica per l'impianto di illuminazione, il posizionamento di pannelli per la copertura e il posizionamento della segnaletica orizzontale per la pista ciclabile di collegamento con il centro storico, dall'uscita del sottopasso fino alla Porta Lambertina.

Da questa estate il lungomare Mameli avrà un nuovo maxi parcheggio da 500 posti che verrà realizzato tramite l'abbattimento del muro di cinta tra l'area Sacelit e via della Darsena in modo da consentire l'ampliamento delle sede stradale. Sarà inoltre realizzato anche un muro di sostegno su pali con una recinzione in rete metallica ombreggiata. Il parcheggio sarà collegato da un ingresso pedonale a via Mamiani e al piazzale Bixio. Tutti i lavori saranno completati entro il 16 giugno.








Questo è un articolo pubblicato il 10-03-2014 alle 23:55 sul giornale del 11 marzo 2014 - 2854 letture

In questo articolo si parla di attualità, sacelit, giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ZHE


Spero che almeno dipingano il sottopasso di un colore vivace: meglio sarebbe stata una piastrellatura variopinta, ma i costi sarebbero saliti troppo.
Tutto ma non i colori smorti e tetri: per dire, il sottopasso di P.le Libertà, piastrellato e quindi lavabile dallo scuro dei gas di scarico, sarebbe stato perfetto se fosse stato di un altro colore (ma parlo per me).

Ma Daniele veramente pensi che ci sarà bisogno di verniciarlo? Vedrai che il primo maleducato di turno, con la bomboletta lo renderà subito accogliente. Aspetta che venga aperto, poi vedremo.

La penso come radiofaro, conviene lasciarlo grezzo e spendere i soldi per tappare qualche buca.....

Anche per quello preferivo il piastrellato alla semplice parete dipinta, Radiofaro.
Qualche forma di "street art" mi piace, ma non così tanta.
Spero a questo punto che nel computo dei lavori ci sia anche un bel sistema di videosorveglianza.