Jesi Città Europea dello Sport: all'asta di beneficenza i memorabilia dei grandi sportivi jesini

Elisa di Francisca firma il guanto da competizione Un’iniziativa benefica, quella su Etwoo.it - il portale italiano delle aste di Beneficenza - per celebrare la nomina di Jesi Città Europea dello Sport. Una manifestazione online che vedrà coinvolti i più noti sportivi Jesini che hanno reso la città di Jesi grande nel mondo.

Hanno aderito all’iniziativa, donando i cimeli della loro carriera, Roberto Mancini, Valentina Vezzali, Elisa Di Francisca, Giovanna Trillini e Alice Bellagamba.

Le aste dei memorabilia saranno online a partire dal prossimo lunedì 7 aprile, e sono già visibili sul sito di www.etwoo.it - il portale della aste di beneficenza - fondato a Jesi, da un gruppo di ragazzi jesini, che si sta sempre più affermando in Italia come realtà innovativa ed essenziale nel mondo della raccolta fondi e dello sport.

Daniele Orazi è il cofondatore del portale di Etwoo.it: “Siamo orgogliosi di aver ideato e realizzato un’iniziativa per celebrare questa importante ed ennesima vittoria della città di Jesi nello sport. Voglio ringraziare non solo i testimonial per aver donato i propri memorabilia, ma anche brand Trevalli che ha permesso la realizzazione dell’iniziativa, coprendo tutte le spese di gestione che essa comportava e garantendo così la donazione pari al 100% di ogni asta come da nostra prassi e politica gestionale”.

Riccardo Mollaretti, segretario generale Etwoo.it: “il legame con la nostra città è grandissimo ed è per noi un vero piacere essere riusciti a coinvolgere tutti i grandi sportivi di Jesi in un’inziativa che avrà grandi riscontri sulla comunità jesina e sul territorio nazionale”.

La aste saranno disponibili online durante i prossimi tre mesi. I primi cimeli che saranno venduti all’incanto sono: una maglia storica della Sampdoria di Roberto Mancini della stagione 84/85, un giubbetto elettrico di Valentina Vezzali, un guanto storico di Elisa Di Francisca indossato in pedana nelle competizioni internazionali, la divisa di Giovanna Trillini indossata alle Olimpiadi di Pechino 2008 e una cena in compagnia di Alice Bellagamba che si svolgerà a Jesi nel mese di maggio.

Tutte le somme ricavate da questa iniziativa di aste saranno devolute nella loro totalità ad organizzazioni ONLUS/ONG italiane e del territorio di Jesi. A beneficiare infatti di alcune delle prime aste saranno le associazioni OIKOS di Jesi, Intervita (Ong di Milano) e Istituto Giannina Gaslini di Genova per finanziare i seguenti progetti:

- Costituzione di una nuova comunità per minori da parte di OIKOS JESI

- Acquisto di un ventilatore “Twin Stream” per l’Istituto Gaslini, una nuova tecnologia di ventilazione utilizzata durante gli interventi chirurgici di neonati e lattanti

- Progetto Frequenza200 di Intervita per riportare entro il 2016 oltre 5000 bambini sui banchi di scuola.

Questa iniziativa fortemente voluta da tutti i vari protagonisti, e come già detto sostenuta dalla Trevalli, azienda leader nel settore lattiero caseario, avrà una ripercussione concreta sulle Onlus/Ong che beneficeranno del 100% del ricavato di ogni asta.

Le associazioni beneficiarie del progetto “Le aste dei campioni”, non dovranno sostenere alcun costo aggiuntivo per l’espetamento delle aste, così come gli utenti che si aggiudicheranno i cimeli, potranno partecipare in libertà, senza dover sostenere ulteriori costi.

Un sistema, quello ideato da Etwoo.it per incentivare la partecipazione alle aste raggiungendo allo stesso tempo il massimo risultato in termini di raccolta fondi per la organizzazioni benefiche. L’appuntamento è quindi su Etwoo.it a partire dal prossimo 7 aprile alle ore 9.30 con “Le aste dei campioni” di Jesi.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2014 alle 19:49 sul giornale del 06 aprile 2014 - 2271 letture - 0 commenti

In questo articolo si parla di attualità, roberto mancini, giovanna trillini, elisa di francisca, portale, etwoo.it, jesi città europea dello sport 2014, aste di beneficenza

L'indirizzo breve di questo articolo è http://vivere.biz/16C

Suggerisci un altro argomento per questo articolo:

Licenza Creative Commons
Rilasciato con licenza
Creative Commons.
Maggiori info:
vivere.biz/gkW

Vuoi commentare questo articolo?


In caso di dati non veritieri o incompleti il commento verrà sconsigliato.