La rassegna 'Concerto a Palazzo' chiude con il compositore Paggi

Il compositore jesino Giovanni Paggi 2' di lettura 12/04/2014 - "Concerto a Palazzo" chiude in bellezza con un grande evento culturale. A conclusione di una progressione mozzafiato che da dicembre ha animato regolarmente la vita musicale di Jesi con appuntamenti di altissima qualità presso i più bei palazzi storici della città, la rassegna “Concerto a Palazzo” chiude in bellezza la stagione invernale domenica 13 aprile con un autentico evento culturale dagli spiccati significati storici e artistici.

Con inizio alle 17.30 nella Sala maggiore di Palazzo Baldeschi Balleani, è infatti in programma musica del compositore jesino Giovanni Paggi (1806-1887), oggi pressoché sconosciuto, ma all’epoca acclamato da teatri e sale da concerto in tutto il mondo. Paggi è stato un grande concertista, un autentico “virtuoso” dell’oboe, ma anche un abilissimo compositore, apprezzato per una raffinatezza di scrittura che unisce solido mestiere e grande eleganza.

Diverse sue partiture sono conservate presso il Fondo Musicale della Biblioteca Comunale “Planettiana” di Jesi e l’appuntamento del 13 aprile, dal titolo significativo "Benvenuti in Casa Paggi", è un originale concerto che ripropone l’atmosfera intima e rarefatta dei salotti privati dell’alta società dell’epoca, offrendo in prima esecuzione moderna composizioni originali del Maestro scritte per canto e pianoforte proprio per quel tipo di ambienti internazionali: di scena artisti specialisti del genere d’arte come la soprano Rosita Tassi e il baritono Davide Bartolucci, con Andrea Zepponi al pianoforte.

Si tratta di un evento davvero imperdibile per tutti gli appassionati e i cultori della grande musica e della storia locale, che segna il definitivo recupero del musicista e della sua arte quale patrimonio culturale condiviso della modernità, anche grazie al cd che verrà tratto dalla registrazione della serata: un impegno e un risultato importante il cui merito che va ascritto alla Fondazione “Lanari”, che promuove “Concerto a Palazzo” in collaborazione con Comune di Jesi, Regione Marche e varie istituzioni del territorio, tra cui la stessa Fondazione Federico II che ospita l’evento presso la sua sede di Palazzo Baldeschi.

A fine concerto, come sempre, momento conviviale con il "Vino d'onore" offerto dall'Associazione Italiana Sommellier Delegazione Jesi-Vallesina e la degustazione di cioccolateria del laboratorio artigianale "Dolcevita" di Luigi Loscalzo. Info: 0731-4684; 338-8388746.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2014 alle 23:12 sul giornale del 13 aprile 2014 - 1433 letture

In questo articolo si parla di jesi, spettacoli, concerto a palazzo, giovanni paggi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/2uV