Ubriaco al pronto soccorso aggredisce personale sanitario. Mancinelli (Cgil) 'Promesse non rispettate'

Ingresso ospedale pronto soccorso 1' di lettura 13/04/2014 - Caos al pronto soccorso dell’ospedale cittadino di viale della Vittoria nella tarda serata di venerdì. Intorno alle 23 un tunisino di 37 anni residente a Jesi ha fatto ingresso al pronto soccorso e, in preda ai fumi dell’alcol, ha iniziato a colpire gli arredi, porte, un’ambulanza, per poi aggredire anche il personale medico.

Alcuni, assieme ai pazienti che stavano aspettando il proprio turno in sala d’attesa, si sono dovuti barricare all’interno delle stanze di visita. C’è voluta quasi un’ora per riportare la calma al pronto soccorso e bloccare l’uomo.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri, allertati da quanti stavano assistendo alla furia del tunisino. Risultato, 7 persone tra personale sanitario e del 118 sono rimasti feriti. Il tunisino ha smaltito la sbornia ed è stato dimesso soltanto la mattina successiva.

Così Giacomo Mancinelli (Cgil Av2) sull’ennesimo episodio di violenza a danno di sanitari e pazienti: “La promessa fatta da Mezzolani lo scorso novembre di istituire una postazione security ad oggi non è stata mantenuta, e il gruppo di lavoro sull’ultimazione del nuovo ospedale Carlo Urbani, voluto dal direttore Stroppa, non segue affatto il progetto di ospedale modello, per quanto riguarda l’istituzione dei presidi di security e di polizia, quest’ultima proprio per il pronto soccorso”.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 13-04-2014 alle 17:41 sul giornale del 14 aprile 2014 - 1917 letture

In questo articolo si parla di cronaca, pronto soccorso, ospedale, jesi, aggressione, feriti, ubriaco, Giacomo Mancinelli, cristina carnevali, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/2vL


Francesca Mancia

13 aprile, 22:48
Come e' stata istituita una consulenza psicologica presso gli ambulatori medici, perche' non farlo presso l'ospedale? Puo' essere un idea




logoEV