Trecastelli: l'opposizione a Conigli, 'Imboccata una strada senza vie d'uscita'

faustino conigli 3' di lettura 23/07/2014 - L’accorato appello che la scrivente opposizione aveva rivolto al sindaco Conigli non ha suscitato nel primo cittadino alcun ripensamento. Il consiglio comunale del 15 luglio si è svolto a colpi di maggioranza come se niente fosse, con buona pace del più elementare diritto ad un pieno e consapevole confronto democratico.

Sembra strano, ma a circa un mese dall’insediamento del neo sindaco, è già possibile tracciare un bilancio che definire fallimentare risulta a dir poco eufemistico.
Il primo atto coniato dal sindaco Conigli è rappresentato dall’inimmaginabile ordinanza contingibile ed urgente n. 19 del 21/06/2014(meglio conosciuta come “ordinanza Rodano”) rispetto al quale è imminente la presentazione di un esposto alla competente Procura della Repubblica c/o il Tribunale di Ancona, affinché valuti se sussistano i presupposti per l’esercizio dell’azione penale.

Come se nulla fosse, il sig. Sindaco è poi venuto meno al basilare principio “conoscere per deliberare” principio inalienabile di democrazia elaborato onde consentire un’attività consapevole di tutti i consessi di democrazia anche decentrata. Difatti, è bene che tutti i cittadini trecastellani sappiano che il sindaco Conigli non è solo il governatore di Trecastelli ma, per legge, riveste anche il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale, ossia di colui che dovrebbe tutelare la dignità di ogni singolo consigliere.

Vi pare normale che ad un consigliere venga concessa la disponibilità di tutta la documentazione (150 pagg.) relativa al previsto consiglio comunale solo il giorno prima? Vi sembra corretto, considerato un ordine del giorno “farcito” con ben 13 punti da trattare, che i consiglieri non siano, di fatto, messi nelle condizioni di presentare quegli emendamenti, alle tanto generiche quanto deludenti linee programmatiche, previsti dallo Statuto Comunale?

Sapete cosa ci è stato obiettato sia dal sig. Sindaco che dal capogruppo di maggioranza Liana Baci? Che i termini previsti dallo Statuto erano stati rispettati e che quindi non v’era alcuna anomalia.
Ci rendiamo conto, sig.ri cittadini, in che mani è finito il Comune di Trecastelli?
Facciamo così, dato che lo statuto comunale prevede che la documentazione ai consiglieri possa essere messa a disposizione “almeno 24 ore prima” della seduta consiliare, al prossimo consiglio si presenti un ordine del giorno formato da 60 punti ed il giorno prima ci vengano consegnate 1000 pagg. di documenti!

Tutto regolare no?
La situazione è non solo grottesca, ma soprattutto allarmante!
L’attuale maggioranza, peraltro- e lo si precisa con un certo rammarico- costituita da diversi giovani, pare aver smarrito quella “bussola democratica” che dovrebbe guidare l’agire amministrativo!
Quello che occorre spiegare al nostro governatore ed alla sua maggioranza è che le regole possono definirsi rispettate quando l’osservanza delle stesse è non solo formale ma anche sostanziale, proprio perché il loro rispetto va valutato con il criterio essenziale della diligenza ed alla luce del principio della buona fede!

Sig. Sindaco, se in questi cinque anni di amministrazione(sempre che siano effettivamente cinque) vuole evitare di prendere continui “pesci in faccia” cambi decisamente rotta, che così non si va da nessuna parte!


da Nicola Peverelli e Giuseppina Fattori
Gruppo Trecastelli ai Cittadini e Solidarietà Partecipazione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2014 alle 19:06 sul giornale del 24 luglio 2014 - 1228 letture

In questo articolo si parla di politica, ripe, sindaco, faustino conigli, Giuseppina Fattori, trecastelli, Nicola Peverelli, trecastelli ai cittadini, Solidarietà Partecipazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/7DM


Fabio Paniconi

24 luglio, 18:00
"Sembra strano, ma a circa un mese dall’insediamento del neo sindaco, è già possibile tracciare un bilancio che definire fallimentare risulta a dir poco eufemistico."rnrnFai prima a dire che non ti va giu che ha vinto Fausto, che scrivere questi articoli che non aiutano nessuno, ne tanto meno trecastelli.rnrnSe poi magari spieghi pure cos'e ordinanza Rodano per i comuni mortali, magari possiamo discuterne.

radom Utente Vip

24 luglio, 19:22
E del segretario comunale, ne vogliamo parlare? Che intenzioni ha il sindaco, si andra' ad una convenzione tra comuni, magari con Senigallia, cosi' sara' ancora piu' forte la dipendenza da altri o in un sussulto di dignita' il neo eletto provvedera' per una gestione autonoma? In attesa di vedere la riforma della pubblica amministrazione targata renzi che dovrebbe abolire la figura del segretario.

Ho assistito al Consiglio Comunale incriminato! Sinceramente non é stato un bello spettacolo! La capogruppo di minoranza Giuseppina Fattori in effetti sembrava un gigante sia per conoscenza degli argomenti sia per capacità di interloquire e ribattere alle osservazioni. 10 anni da Sindaco non sono trascorsi invano! Sicuramente la maggioranza deve andare in consiglio maggiormente preparata sui costi delle delibere (assessore al bilancio) sui lavori in corso (ass ai LLPP ) sulle motivazioni politiche delle scelte fatte (sul odg sulla pianta organica).
Tracciare un bilancio dopo poco più di un mese mi sembra pretestuoso e presuntuoso. Un tempo un governo si giudicava dopo 100 giorni, speedy Renzi ha accorciato ad 80, ma fare i bilancia dopo un mese mi sembra davvero troppo! Se la maggioranza deve dunque scrollarsi di dosso qualche ruggine di inesperienza e qualche ragnatela di paura, anche l'opposizione, a mio avviso, dovrebbe correggere un po' il tiro!
È divertente vedere che le opposizioni, marcianti divise in campagna elettorale, si ritrovano con un unica voce in Consiglio Comunale ( e la voce è sempre quella della Fattori e mai quella di Peverelli) Era così che doveva andare? È per questo che siete stati votati?
Dopodiché Giuseppa Fattori ha iniziato da dove aveva smesso prima della fusione: magari da un consigliere comunale ci si aspetta che faccia politica e non che frequenti troppo la procura della Repubblica anche se, visto l'idillio, magari ci sarà tanto lavoro per il consigliere Peverelli.
In sostanza vorrei che la maggioranza comunicasse meglio e che la minoranza comunicasse meno e su cose più sostanziose!
Ah, dimenticavo, la consegna della documentazione: consigliera Fattori, da ex sindaco, non gli sarà mai successo di aver pronta la documentazione all'ultimo? E che ha fatto? Ha rinviato il consiglio? Ma su via, siamo seri! Noi Trecastellani (paraponziponzipo') ci aspettiamo molto da Voi, da tutti Voi! Ascoltate Palmiro Cangini e mettetevi a lavorare

Caro Luca, o Intruso come meglio credi, se ho parlato poco è perché io lavoro ed un solo giorno per leggere e studiare 150 pagg. di doc.ti non mi bastano. Evidentemente è un mio limite e me ne scuso. Cmq sei un pò distratto perché avrò parlato poco ma un mio emendamento sui criteri di scelta dei rappresentanti degli enti partecipati è stato approvato all'unanimità(ma và!). Quanto alla Procura della Repubblica il mio lavoro sarà poco perché ciò che è accaduto costituisce un caso di scuola e penso che sia giusto che dei magistrati imparziali valutino(sempre che per te la legalità sia un valore altrimenti tutto è permesso, ma non viviamo nel paese delle banane!)
Nicola Peverelli

Elena Morbidelli

25 luglio, 12:49
In un paese democratico ci deve essere una maggioranza e un'opposizione' altrimenti non ci sarebbe democrazia. Vorrei sollecitare da semplice cittadina un ritorno ad una buona politica, ma per far questo e'necessario un dialogo e secondo me, visto come e' andato l'ultimo Consiglio, la Maggioranza non ha voglia di dialogare con l'opposizione. Innalzando un muro contro l'opposizione cosa cerca di ottenere? Il bene del paese che e' chiamata a governare? Non penso proprio!




logoEV