Terza corsia A14, partono da Senigallia i lavori di riforestazione per abbassare l'impatto di CO2- Video

30/07/2014 - Partono da Senigallia i lavori di riforestazione finanziati da Autostrade per l'Italia nell’ambito delle opere di compensazione per la realizzazione della terza corsia dell’A14 nella tratta marchigiana.

Si tratta di un grande progetto di riforestazione che Regione Marche, con Autostrade per l'Italia ed i Comuni che hanno dato la propria disponibilità, mette in campo quale opera compensativa per la realizzazione della 3° corsia dell'A14”- conferma l'assessore regionale alle Infrastrutture ed alla difesa del suolo e della costa Paola Giorgi.

La riforestazione, iniziativa che per la prima volta viene messa in campo, servirà a riassorbire parte del carbonio prodotto dal traffico autostradale, in linea con gli obiettivi del Piano nazionale di riduzione di gas serra, in adempimento del Protocollo di Kyoto.

Infatti Autostrade per l'Italia investe 11 milioni di euro su 60 progetti complessivi di riforestazione che intervengono su 420 ettari di territorio regionale.

A Senigallia, primo Comune in cui verranno realizzati i progetti di riforestazione, gli interventi riguarderanno due aree pubbliche scelte dall’amministrazione comunale: una alle Saline ed una alla Cesanella. Nel primo caso la piantumazione riguarderà 2, 90 ettari di area con un investimento di Autostrade di 150 mila euro mentre nel secondo, con un’estensione di 4,56 ettari, la spesa è di 220 mila euro. Spesa che varia, pur piantando sempre 45 piante di 10 specie e 43 arbusti di 7 specie, per la tipologia scelta.

Le piante, che verranno collocate nelle diverse aree, sono tutte rigorosamente autoctoni- sottolinea Giorgi- Ma questo non è l'unico elemento positivo di un grande progetto. L'impatto positivo dell'intervento è anche sulla difesa del suolo e sull'assetto del suolo che sappiamo così fragile”.

Ripercussioni positive infine si hanno dal punto di vista economico. “Infatti- osserva l'assessore- la piantumazione, che nei primi 5 anni garantirà un assorbimento stimato in 11 mila tonnellate di carbonio, che saliranno a oltre 26 mila dopo dodici anni, sarà effettuata dai Comuni. Questo produrrà nuovi posti di lavoro”.

Soddisfatto anche il sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi che, nel firmare con l’assessore regionale Paola Giorgi la convenzione che regolerà i rapporti tra Autostrade, Regione e Comune, ha evidenziato l'importanza del progetto per la città e per l'intera regione. “Contribuisce ad abbattere l’impatto ambientale dell’infrastruttura autostradale e- ha dichiarato- a rafforzare la difesa del suolo. Una priorità per il territorio soprattutto a fronte di eventi atmosferici sempre più intensi".

I lavori di riforestazione cittadina a Senigallia inizieranno ad ottobre. Poi, a seguire, verranno realizzati tutti i 60 progetti previsti sul territorio regionale. Entro il 2014 è prevista la stipula delle convenzioni di circa 34 progetti con la predisposizione totale di tutti gli interventi entro il 2015.








Questo è un articolo pubblicato il 30-07-2014 alle 14:26 sul giornale del 31 luglio 2014 - 1685 letture

In questo articolo si parla di regione marche, comune di senigallia, maurizio mangialardi, politica, senigallia, Sudani Alice Scarpini, Paola Giorgi, autostrade per l'Italia, articolo, riforestazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/7Xv


Era ora.
Se poi all'interno quel parco fosse conformato per essere all'occorrenza anche vasca naturale che possa fungere da mini cassa di espansione per il futuro.... (non si sa mai, viste le recenti situazioni)