Violenta lite per una casa di proprietà, denunciato un francese in possesso di un attrezzo metallico

01/08/2014 - Nel tardo pomeriggio di giovedì gli uomini del Commissariato di Senigallia, diretto dal Vice Questore Aggiunto Agostino Maurizio Licari, sono intervenuti in via Metauro per sedare una violenta lite tra due turisti francesi.

Giunti sul posto hanno infatti notato due uomini che gridavano e si inseguivano. Non solo. Gli agenti hanno anche notato che uno dei due aveva in mano una barra somigliante ad un manganello. Pertanto sono intervenuti e, con non poca difficoltà, sono riusciti a bloccare i due ed a tenerli separati nonostante i loro continui tentativi di colpirsi.

A questo punto i poliziotti, che hanno identificato i due uomini in cittadini francesi legati da rapporti di parentela, hanno ascoltato entrambi per cercare di ricostruire l'accaduto. E difatti la violenta lite, nel corso della quale uno dei due, colto da un improvviso stato di ira, ha estratto un attrezzo in plastica con anima di ferro simile ad un manganello percuotendolo contro l'altro, sarebbe nata dalle divergenze sulle modalità di divisione delle quote relative ad una casa di proprietà che si trova a Senigallia. Abitazione che uno dei due, da anni, utilizza per le vacanze estive.

Accertati quindi i fatti gli uomini del Commissariato hanno denunciato l'uomo, che ha colpito l'altro al braccio ed alla mano con l'arma metallica, per il reato di possesso non giustificato di oggetti atti ad offendere. L'attrezzo, del quale il francese aveva tentato di disfarsi alla vista dei poliziotti, è stato recuperato e sequestrato.






Questo è un articolo pubblicato il 01-08-2014 alle 15:21 sul giornale del 02 agosto 2014 - 2227 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, senigallia, lite, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/74v