Una poesia dedicata agli jesini per l'appuntamento con Jesi in rima

1' di lettura 08/08/2014 - Si rinnova come ogni sabato l'appuntamento con la rubrica di poesia firmata da Marinella Cimarelli. Una poesia dedicata alla jesinità, quella di oggi sabato 9 agosto, per augurare un buon nuovo giorno: "Oltre il muro".





Oltre quel muro uno scorcio si scorge

del ritratto di vita che pullula e sorge

col nuovo mattino…più chiaro a levante

mentre un’eco di voce lontana, distante

rallegra la Piazza.. il Corso.. il Mercato

e come d’incanto tutto è tornato

al compito nuovo, all’impegno del giorno,

mentre gli uccelli fanno ritorno

al nido nascosto tra i rami frondosi,

battendo le ali vivaci e gioiosi.


Il loro trillare nel cielo d’estate

sopra le Mura da poco sfiorate

dai raggi del sole cocente d’agosto,

come un tesoro da tempo riposto,

scoprono note di musica lieve

che posan leggere come fiocchi de neve…


lungo le strade ed i Viali alberati

le Corti, i Giardini ed i luoghi Incantati

di una città dagli antichi Natali

una Jesi orgogliosa di radici Imperiali

lasciate con l’orma di Federico II°

seppure facessi il giro del mondo

nessun luogo mi sarebbe più caro di questo

e se il mio parlare non appare modesto

è perché dentro al cuore io sento armonia

Jesi è dolcezza, ricordo e allegria…


Ora la gente si riversa per strada

e sono sicura che ovunque essa vada

porta nel cuore la sua bella città

la memoria, il mestiere e quella lealtà

che non sa tradire le proprie radici

o cari Jesini, che siate FELICI!


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 08-08-2014 alle 22:32 sul giornale del 09 agosto 2014 - 1612 letture

In questo articolo si parla di cultura, poesia, jesi, poesie, cristina carnevali, articolo, marinella cimarelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/8oc

Leggi gli altri articoli della rubrica Jesi in rima





logoEV