Chiaravalle: Rabboni si avvicina alla meta dopo due mesi di viaggio, tra 10 giorni da Papa Francesco

1' di lettura 10/08/2014 - Ulisse prosegue il viaggio verso la sua Itaca. Roberto Rabboni è partito due mesi fa e continua il suo pellegrinaggio in canoa ed in Calabria e poi in Campania è stato accolto con grande calore.

Corrado Gamberini della Lega Navale di Porto Recanati monitora la situazione quotidianamente. Molte le funzioni religiose che sono state organizzate nelle sedi delle varie tappe: a bordo della canoa Rabboni trasporta una statuetta della Madonna di Loreto benedetta dall’arcivescovo Tonucci che sarà consegnata a Papa Francesco il 20 agosto.

Roberto ha raccontato il piacere di incontrare il Papa e consegnargli i messaggi raccolti durante il viaggio. Dalle sue parole traspare l’amore che ha per il mare, accompagnato dall’amore che ha verso la sua famiglia di cui inevitabilmente, visti i tempi lunghi di traversata, comincia a sentire la mancanza.

Molti giornali, tv e radio del Sud hanno dato grande risalto all’impresa del chiaravallese e dei suoi compagni di pellegrinaggio che sono stati fin qui Roberto Bulegato, Michele Monteverdi, Tommaso Fenucci, Fabio Toccaceli, Alessio Santinelli, Lorenzo Moretti, Matteo Freddi, Luca Bramucci, Nikita Bulegato.

In questi giorni Rabboni sarà raggiunto dalla moglie Catia che sarà l’ultima sua compagna di paiagate fino ad Ostia, da dove il 20 agosto raggiungeranno a piedi San Pietro per l’attesissimo incontro con Papa Francesco.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-08-2014 alle 18:36 sul giornale del 11 agosto 2014 - 1279 letture

In questo articolo si parla di attualità, canoa, gianluca fenucci, pellegrinaggio, roberto rabboni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/8qv





logoEV