Giorgio Pegoli: la politica di comunicazione turistico-culturale del Comune è gestita da dilettanti

1' di lettura 13/08/2014 - Tra i più noti fotoreporter di guerra italiani, Giorgio Pegoli senigalliese doc, dopo aver confessato nei giorni scorsi, in un riuscitissimo incontro a Brugnetto di Trecastelli al collega giornalista, già Rai, Giovanni Martines Augusti, le sue avventure di guerra in quarant’anni in tour per tutti i fronti del mondo.

Ha dichiarato il suo forte disappunto sulla politica comunale che, a parer suo, ostacola in tutti i modi le iniziative di privati ed associazioni private di grande rilevanza storica, come quella ad esempio dell’Arma di Cavalleria. Il tutto per favorire iniziative di dubbia provenienza professionale organizzate da finti giornalisti ed inviati , come, ad esempio la mostra sulla Siria di Enea Discepoli appoggiata e sponsorizzata dal comune nella Bliblioteca Antonelliana.

Intanto prosegue la sua mostra con grande successo “Venti Guerra nelle Marche” a Palazzo Augusti Castracane per il settantesimo anniversario del passaggio del fronte. L’esposizione resterà aperta fino al 30 settembre ogni venerdì sabato e domenica dalla 10 alle 13 dalle 17 alle 22 a Palazzo Augusti Castracane di Brugnetto di Trecastelli Senigallia per prenotazioni e visite 392.0096452 - info@lemarchedelcuore.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-08-2014 alle 08:57 sul giornale del 14 agosto 2014 - 2600 letture

In questo articolo si parla di cultura, giorgio pegoli, redazione, fotografia!

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/8v0


E qui vorrei che qualcuno mi racconti il retroscena. C'è una mostra che Pegoli (o qualcun altro a lui noto) ha proposto al Comune ed è stata rifiutata? E perché?

L'articolo è firmato "redazione", di quale redazione si tratta? Di quella di VS o di quale altra?

Pio Nevil

27 agosto, 03:36
Pegoli? Ma se da tutti, particolarmente quelli del settore, lo considerano il beniamino dell'Assessorato Alla cultura e del MSIF.Più volte quelle strutture gli hanno oganizzato mostre, perfino all'estero. La cultura a Senigallia? Tante, in città e periferia, particolarmente in estate,le iniziative organizzate o patrocinate dal Comune, che diventa perfino difficile seguirle tutte.Calleria? e perchè no sull'artiglieria, genio pontiri, fanteria ed altri corpi dell'Esercito Italiano?




logoEV