Elezioni 2015: Maurizio Perini altro candidato sindaco

Maurizio Perini 1' di lettura 01/10/2014 - E' partita ufficialmente la campagna elettorale in vista delle elezioni della prossima primavera. Ed iniziano a spuntare i nomi dei primi candidati a sindaco. Alle due candidature già annunciate, se ne aggiungerebbe una terza.

Insieme al sindaco uscente Maurizio Mangialardi e al candidato della lista civica Nuova Senigallia Marcello Liverani, ha deciso di scendere in campo anche Maurizio Perini, attuale consigliere comunale dell'Udc. Perini sarebbe al lavoro per mettere insieme una lista di nomi provenienti dalla società civile. Ad oggi infatti l'Udc senigalliese, come gruppo polico, è presente solo formalmente in Consiglio proprio grazie a Perini ma il partito non ha più segretario né un direttivo. Uno smembramento avvenuto poco dopo le ultime elezioni di cinque anni fa.

Stando alle coalizioni che si starebbero delineando, all'appello manca almeno almeno un quarto candidato, espressioni delle forze di centro-sinistra ruotanti attorno a Rifondazione Comunista. Il partito infatti, che nel 2010 aveva appoggiato la candidatura di Roberto Mancini, di riavvicinarsi al Pd non ci pensa proprio e per altro bacchetta la decisione della Città Futura, composta da Sel, Verdi e Comunisti Italiani, di riconfermare l'appoggio a Mangialardi.






Questo è un articolo pubblicato il 01-10-2014 alle 20:44 sul giornale del 03 ottobre 2014 - 6849 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica, maurizio perini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/0sz


asterix

02 ottobre, 11:17
Vengo anch'io?

...e pure il "centro" s'e' fatto avanti: come dice l'articolo, aspettiamo solo l'ultimo candidato e finalmente si iniziera' a vedere qualcosa di interessante.
Mando a Perini lo stesso messaggio che ho mandato a suo tempo a Liverani e che vale per tutti i candidati: poche chiacchiere, poche polemiche strumentali, molta concentrazione sui programmi, soprattutto sul come realizzarli, tenuto conto delle ristrettezze economiche in cui versa la citta'.
Le discussioni, anche al "calor bianco", le vorrei solo riguardanti i diversi punti di vista su COSA fare (quali priorita') e COME fare, e basta.
E dato che Perini non ha problemi a dover soddisfare in qualche modo varie parti, vorrei tanto che iniziasse gia' a mettere mano alla sua squadra, sperando che ci siano persone competenti nei vari campi.
Anche a lui, come gli altri in passato, scaramanticamente non auguro nulla.

Per precisione di cronaca, Mangialardi aveva vinto al primo turno SOLO GRAZIE alla lista Vivi Senigallia, composta anche da candidati di destra. Per la gloria del Piddì e di Citta Futura. "Futura" nel senso che ha anticipato di qualche anno l'inciucio di Renzi con Berlusconi.

Vabbé...che si vota a fare?
Qualcun altro vuole presentarsi? C'è posto per tutti.
Come lo devo spiegare:
NON CI SI CANDIDA A SINDACO! Ci si fa candidare (da una coalizione, da un partito, da una lista, dalle primarie, dall'alzata di mano di un gruppo di persone etc.).
State facendo fare bella figura (gratis) a Mangialardi (che uscirà da false primarie, ma sempre primarie)...insomma, lui SI FARA' CANDIDARE, non si candiderà...esattamente come bisogna fare.
Incompetenti!

La vedo dura per i futuri candidati a Sindaco, riuscire a far fuori l'attuale primo cittadino. L'unica possibilità che hanno, è che tutti gli alluvionati o quasi gli votano contro. Conoscendo i senigalliesi, che abbaiano come i cani dei contadini, all'inizio fanno fuoco e fiamme, alla fine rientrano nei ranghi. Guarda caso, i borghi alluvionati, Molino e Bicchia, sono roccaforti del PD.
Leonardo Maria Conti

Allo stato attuale delle cose, per perdere le prossime elezioni comunali, Mangialardi, non dovrebbe presentarsi come candidato sindaco.

...nun v'affollate... (ma 'sti giovani, non hanno capito proprio niente?)

Pablo Utente Vip

03 ottobre, 23:35
Però, Mariangela, così sapremo da subito chi saranno i prossimi consiglieri comunali sicuri ^_^




logoEV