Trecastelli: opposizioni sulle politiche turistiche ed il Villino Romualdo, 'Chi sta boicottando la fusione?'

Trecastelli ai cittadini e Solidarietà e partecipazione 3' di lettura 29/10/2014 - Valutiamo positivamente il fatto che le principali associazioni del comune di Trecastelli, che si occupano di promozione del territorio, si siano più volte incontrate al fine di valutare e discutere una ipotesi di gestione associata e partecipata delle politiche turistiche e della struttura del Villino Romualdo.

Questo avvio di percorso, ancora nelle fasi preliminari, è ovviamente la strada maestra se vogliamo dare un senso alla parola fusione, che finora è rimasta più nella teoria che nella pratica e non è sfociata in un diverso spirito comunitario. Il territorio è ampio e complesso, va valorizzato nel suo insieme. Questo potrebbe essere un buon inizio perché queste associazioni, che raccolgono centinaia di associati, hanno una possibilità in più per dialogare e collaborare al miglioramento dei servizi del proprio territorio. Del resto la fusione è nata proprio con l’intento di uscire dai ristretti steccati delle singole realtà comunali, per aprirsi a orizzonti più ampi, tutto ciò può avvenire dal basso grazie a iniziative come questa, se dovesse proseguire.

Vogliamo ribadirlo con forza: noi crediamo nella fusione come possibilità di crescita per la nostra comunità locale, anche se sinora sembra non aver portato grandi benefici ai cittadini. Noi siamo a favore di una fusione virtuosa basata su condivisione, partecipazione e nuovo spirito comunitario. Per dare un senso alla parola fusione servono proprio iniziative come queste, dove i cittadini delle tre comunità si metto insieme per unire le forze, condividere le idee e collaborare con l’amministrazione comunale. Occorre che turismo e cultura siano espressione di tutto il territorio, non solo di una parte di esso. Questo avvio di percorso, anche se è ancora nel campo delle mere ipotesi, è tuttavia un bel segnale poiché nasce dal basso, è quindi il miglior modo per dare esito positivo al processo di fusione.

Apprezziamo questa iniziativa nel più profondo rispetto della volontà autonoma delle singole associazioni. Il nostro stimolo non è quindi rivolto alle associazioni, che hanno abbondantemente dimostrato saggezza e maturità, ma all’amministrazione comunale poiché purtroppo apprendiamo con sorpresa che questa lodevole spinta dal basso, ancora nella fase iniziale, non sta incontrando l’appoggio che meriterebbe da parte della stessa amministrazione, che si è sinora vantata di essere fautrice della fusione, accusando strumentalmente le opposizioni di esserne contro.

Noi non raccogliamo le accuse polemiche della maggioranza, anzi, abbiamo dimostrato coi fatti di essere propositivi e collaborativi dando parere favorevole al recente atto di indirizzo dell’amministrazione comunale per quanto riguarda la gestione del Villino Romualdo, struttura non adeguatamente valorizzata. Abbiamo dato parere favorevole dopo aver fatto cancellare l’assurdo provvedimento che introduceva la chiusura domenicale e festiva insieme all’aumento delle ore di apertura negli altri giorni, che avrebbe generato un aumento dei costi del personale con l’impossibilità di fruire di quel servizio proprio nei giorni in cui poteva essere più richiesto.

Abbiamo dato questo segnale di apertura nonostante le numerose altre criticità riscontrate, che stanno venendo a galla, nonostante non ci sia stata data una risposta esauriente sui reali costi di gestione di quella struttura, avendo a disposizione quindi dati incompleti. Abbiamo dato parere favorevole nonostante il Villino, al di là di trionfalistici comunicati stampa della maggioranza, appaia spesso desolatamente vuoto, dato lo scarso interesse che suscitano gli eventi organizzati dal museo. Se non si uniscono le forze come si fa a migliorare un servizio? Se l’amministrazione ostacola l’ipotesi di gestione condivisa, accampando insussistenti motivazioni tecniche, come farà poi a sostenere di essere a favore della fusione? Chi sta boicottando la fusione, la maggioranza o le opposizioni?


da Nicola Peverelli e Giuseppina Fattori
Gruppo Trecastelli ai Cittadini e Solidarietà Partecipazione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-10-2014 alle 15:14 sul giornale del 30 ottobre 2014 - 1037 letture

In questo articolo si parla di politica, Giuseppina Fattori, trecastelli, Nicola Peverelli, trecastelli ai cittadini, Solidarietà Partecipazione, Solidarietà e partecipazione e piace a Fante

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aaKA


Non fermatevi contro evidenti reticenze, andate avanti!




logoEV