Lavori al ponte sulla statale: Mangialardi, 'Forte impatto sulla viabilità ma di somma urgenza'

16/01/2015 - Rivoluzione della viabilità in pieno centro per il rifacimento del ponte Perilli. Lunedì partiranno i lavori urgenti per la ricostruzione del ponte sul Misa, alla luce dello stato di degrado della struttura.

Un maxi intervento per oltre 765 mila euro cui il Comune ha dovuto mettere mano soprattutto a causa dell'alluvione del 3 maggio che ha inciso in modo determinante sulla pericolosità del ponte. Il cantiere, della durata di 120 giorni, si colloca in un punto strategico del centro, andando a chiudere un tratto della statale e gli accessi ai lungomari Marconi e Mameli.

“Si tratta di un cantiere altamente impattante per la viabilità ma di somma urgenza -spiega il sindaco Maurizio Mangialardi- confidiamo di riaprire la statale per maggio e restituire alla città un ponte più sicuro con la realizzazione, in più, di una passerella pedonale di collegamento tra via della Dogana Vecchia e via Perilli”. Come spiegato dal dirigente comunale Gianni Roccato, l'intevento comporta “la rimozione della campata del ponte e la sua ricostruzione ex novo”.

“Il cantiere con la conseguente modifica della viabilità partirà lunedì alle 8,15, subito dopo l'ora di punta -spiega l'assessore ai lavori pubblici Maurizio Memè- inizieremo con la chiusura dei sottopassi della Dogana Vecchia e di via Perilli per arrivare intorno alle 12 alla chiusura della statale”. Chiusura al traffico e nuova viabilità che resteranno in vigore ininterrottamente fino alla fine dei lavori comportando un cambio radicale nelle abitudini degli automobilisti.

“Abbiamo studiato la nuova viabilità per preservare il centro storico dalla deviazione del traffico -aggiunge il Comanante della Polizia Municipale Flavio Brunaccioni- le modifiche alla viabilità, in particolare nella direttrice nord-sud, sfrutterà l'utilizzo della complanare per bypassare il tratto di statale chiusa. Naturalmente i residenti nei pressi del tratto chiuso avranno la possibilità di transitare attraverso percorsi a loro riservati per arrivare alla abitazioni”.

Il traffico proveniente da sud sarà e diretto a nord sarà dunque deviato dal semaforo della Penna verso viale Leopardi e la complanare, mentre quello preveniente da nord utilezzerà la stessa bretella per arrivare nella zona di viale IV Novembre e ritornare alla statale in direzione sud. Sarà inoltre completamente interdetto il transito sul ponte di via Sanzio e la statale Adriatica sarà interrotta tra il semaforo della Penna e l'intersezione con via Annibal Caro.








Questo è un articolo pubblicato il 16-01-2015 alle 22:40 sul giornale del 17 gennaio 2015 - 2105 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, viabilità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ad7o


Per qualche tempo gli abitanti del tratto "incrocio Penna - incrocio via Annibal Caro" (ipotizzo) vivranno senza il traffico pesante e in gran parte senza nemmeno il traffico automobilistico.
Un anticipo di quello che potrebbe venire fatto una volta completata la Complanare e smistando li' tutto il traffico pesante e di attraversamento della citta'.
Certo pero' che una rotatoria nella congiunzione tra Strada della Marina e la SS16 non sarebbe stata affatto male.