Il comune rinegozia i mutui, oltre 120mila euro all'anno di risparmio

Economia 20/05/2015 - Ammonta a oltre 120 mila euro l'anno il risparmio reso possibile dalla rinegoziazione dei mutui approvata martedì dal Consiglio comunale.

Si tratta di una partita di 7,7 milioni, pari a circa un terzo dei mutui complessivi in carico al Comune di Jesi, contratti nel tempo con la Cassa depositi e prestiti e soggetti a diverse scadenze temporali. Saranno ora tutti rinegoziati in virtù dell'opportunità offerta dalla legge e spalmati su più anni senza oneri aggiuntivi, con un tasso di interesse minore e dunque più vantaggioso rispetto a quello attuale.

In particolare la minore rata semestrale a carico del Comune di Jesi comporterà una riduzione annuale delle spese correnti di 121.952 euro l'anno, che per il 2015 sarà addirittura di oltre 167 mila euro.

“L’operazione di rinegoziazione - è stato sottolineato in Consiglio comunale - è finalizzata ad una migliore gestione dell’indebitamento dell’Ente, già di per sé sensibilmente ottimizzato con le scelte  compiute dall'Amministrazione comunale in questi ultimi tre anni. Anche in questo caso sono stati valutati i benefici economico-finanziari che hanno fatto propendere nella scelta della rinegoziazione in modo da liberare risorse correnti da utilizzare per l'erogazione di beni e servizi alla collettività a compensazione dei minori trasferimenti statali previsti proprio già per l'anno corrente”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-05-2015 alle 14:18 sul giornale del 21 maggio 2015 - 2677 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, risparmio, Rinegoziazione mutui

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ajF0