Vivere Salute: E...stare ok in estate!

4' di lettura 03/06/2015 - Ci siamo la bella stagione è ufficialmente arrivata e con lei anche le preoccupazioni per la Prova Costume!

Via quindi alle Diete dell’ultimo minuto, diete senza carboidrati, diete fai da te e soprattutto diete a “casaccio”.

In questo breve articolo vorrei passarvi qualche piccolo consiglio per affrontare al meglio il caldo e la amata/odiata estate, soprattutto per salvaguardare la nostra salute!!! Vi renderete però conto da soli che non sono consigli tanto diversi da quelli che normalmente vi sentite ricordare. Perché scriverli allora? Beh perché personalmente credo che l’arrivo dell’estate con il suo sole, le sue varietà di frutta e verdura sia un buon momento per modificare abitudini alimentari scorrette, imparando a mangiare così da riconfermarci anche in autunno.

A differenza di quanto normalmente si pensa non bisogna variare di molto l’alimentazione in estate a patto che la vostra dieta sia equilibrata; se così non fosse vi invito appunto ad approfittare della bella stagione per modificare e riaggiustare il tiro.

Nella vita di oggi le variazioni climatiche fra estate e inverno, a parte casi particolari, vengono avvertite in misura ridotta. Quindi, anche se è vero che il caldo porta a diminuire il dispendio energetico, rendendoci apatici e pigri, oltre a provocare talvolta un calo dell'appetito e rendere più faticosa la digestione, non sono necessari grossi stravolgimenti. L'istinto ci porta a preferire alimenti e piatti più freschi e leggeri in sostituzione di quei piatti abbondanti e ricchi di condimento (fritti, insaccati, primi elaborati, ecc.) che preferiamo in inverno.

La regola d'oro per tutti é quella di combattere la disidratazione e reintegrare i liquidi: il caldo richiede una maggiore quantità di liquidi e la scelta deve cadere su frutta e verdura della stagione estiva che sono maggiormente ricche di acqua e carotenoidi, molto importanti per la protezione della pelle dai danni del sole. Grandi piatti di insalata, pasta fredda, macedonie possono rappresentare scelte opportune.

Di seguito vi elenco alcune semplici regole che possono accompagnare la vostra estate:

1. Se i chili da perdere ci sono, anche se siamo arrivati alle strette affidiamoci ad un esperto nel campo della nutrizione. Eliminiamo una volta per tutte il fai da te poiché è un po’ come giocare con la nostra salute. Anche il nutrizionista saprà rispondere alle vostre esigenze “immediate” ma nella maniera più corretta e salutare.  

2. Usiamo la fantasia in cucina, soprattutto cercando di variare i colori di frutta e verdura. Andremo così a garantire al nostro organismo, un pool completo di sostanze antiossidanti e benefiche.

  3. Variamo la scelta dei cereali per i nostri primi piatti. Non fossilizziamoci quindi solo sulla pasta ma apriamo le porte all’orzo, al farro, alla quinoa, al riso venere ecc.. ottime scelte per i piatti freddi estivi da poter consumare anche in spiaggia.  

4. Bere almeno 1 litro e mezzo di acqua al giorno. In estate si perdono minerali con l’aumento della sudorazione e della traspirazione. Per gli anziani è particolarmente importante bere, indipendentemente dallo stimolo della sete. Bere cosa???? A C Q U A! Molto utili però possono anche essere le tisane che lasceremo raffreddare. Moderiamo il consumo di bevande con zuccheri aggiunti e di bevande alcoliche come vino e birra. L’alcol ci fa di suo disidratare.  

5. Consumare poco sale e preferire sale iodato. Il giusto introito giornaliero viene garantito dal consumo di soli 5 g di sale iodato.

6. Consumate tutta la verdura fresca che potete, almeno una porzione a pranzo e a cena. Anche per le verdure variate i colori e sgranocchiate carote, sedano e finocchio come spuntini o spezza fame.

7. Ottima idea scegliere spesso, insieme a frutta e verdura, carni magre e pesce, passati di legumi e minestre tiepide, e molti liquidi, ad esempio spremute e frullati di frutta.

8. Preferire lo yogurt senza zuccheri aggiunti. Insieme alla frutta, può diventare un ottimo spuntino. Non trascurare la frutta secca (mandorle, noci ecc), ricca di grassi “buoni”, minerali e fibre, ma non esagerare, perché apporta calorie.


dalla dott.ssa Michela Abbatelli
Biologa Nutrizionista
 







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2015 alle 23:11 sul giornale del 04 giugno 2015 - 1410 letture

In questo articolo si parla di attualità, Michela Abbatelli, biologa nutrizionista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akhS

Leggi gli altri articoli della rubrica Vivere Salute





logoEV