Perini sulle elezioni: 'Una sconfitta personale cocente'

Maurizio Perini 1' di lettura 29/06/2015 - Ho atteso qualche settimana per uscire pubblicamente sull’esito delle elezioni di maggio e dopo aver riordinato le idee e superato almeno in parte la delusione voglio dire che quella del 31 è stata principalmente una mia sconfitta personale.

La bontà del gruppo e singolarmente delle persone scelte erano tali da meritare un risultato obiettivamente più ampio, ma dal confronto con il sindaco Mangialardi è emersa una sua netta superiorità nei miei confronti e dunque le tante persone che avevano comunque espresso apprezzamento per i contenuti e i toni della nostra campagna non hanno avuto quell’imput fondamentale di fiducia che avrebbe reso il reso il risultato di Progetto InComune adeguato e consentito ad altri di essere con me in Consiglio.

Quindi se per me è una sconfitta personale cocente, ritengo senza ombra di dubbio che per il gruppo vi sia stato un risultato estremamente positivo; persone che fino a pochi mesi fa si erano tenute lontane dalla politica ora sono conosciute anche in questo ambito e apprezzate per quello che fanno nel loro lavoro e nelle loro associazioni.

Ora il compito che deriva per me dalla sconfitta è quello di fare in modo che questo “patrimonio umano” non venga disperso e con esso le tante idee e progetti nate da quei mesi di condivisione. Saranno mesi di lavoro intenso e scelte importanti per trovare un percorso che porti alla realizzazione di quel programma i cui focus erano “cultura e turismo” come unico sinergico strumento di sviluppo, politiche preventive in tema di salute, capillarità nella informazione e formazione dei cittadini in materia di Protezione Civile.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-06-2015 alle 11:44 sul giornale del 30 giugno 2015 - 2040 letture

In questo articolo si parla di elezioni, politica, maurizio perini, Progetto in Comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/algm





logoEV